Tofu, come utilizzare il formaggio di soia in cucina

Il tofu è certamente uno degli alimenti vegan più contraddittori, oltre che presenti in moltissime ricette vegetariane.
Per chi volesse cimentarsi nell’autoproduzione, sappiate che il tofu si può anche autoprodurre: potrete leggere la nostra guida pratica al risparmio.
Altrimenti il tofu può anche essere acquistato nei negozi di alimentazione biologica – vi suggeriamo infatti di acquistare quello bio, poiché la maggior parte della soia che si coltiva nel mondo è ogm – ma anche in alcuni supermercati.

Ma veniamo alla parte ‘più ostica’: il tofu è una preparazione a base di soia appunto e quello naturale non ha un grande sapore, molte persone non lo gradiscono affatto.
Nella cucina vegana questo alimento è piuttosto utilizzato, anche se il consiglio è quello di variare il più possibile, e di consumare tofu non più di una volta alla settimana.
L’errore di mangiarlo al naturale è piuttosto comune: il tofu, infatti, dà il meglio di sé cucinato con creatività, insaporito con aromi e oli oppure utilizzato come base per preparazioni varie.
Vediamo allora 4 sfiziosi modi per utilizzarlo.

Tofu ripieno
Tagliare in due triangoli il classico panetto quadrato, creare quindi una “tasca”, all’interno della quale potrete inserire verdure saltate in padella, salsa di legumi frullati, hummus di ceci, cereali come miglio, grano saraceno o quinoa insaporiti con verdure. Una volta farcito, passarlo in padella dove avremo versato dell’olio extravergine di oliva, facendo imbiondire da entrambi i lati; oppure è possibile impanarlo e procedere a una leggera frittura in olio evo.

Tofu sottolio
Una preparazione molto originale e gustosa è quella del tofu sottolio: prendere un panetto di tofu e farlo scottare in acqua bollente per due, tre minuti. Quindi farlo asciugare e raffreddare.
Nel frattempo, preparate il condimento con il quale potrete sbizzarrirvi: in una terrina tagliuzzate dei pomodori secchi fatti rinvenire in acqua tiepida e aceto, fiori borragine, erba cipollina, rosmarino, salvia, foglioline di basilico, menta, maggiorana, nepitella, santoreggia, timo, origano… insomma quello che meglio credete! Aggiungete al trito anche 1 cucchiaino di sale alle erbe e, per chi gradisce, ben si presta anche una grattugiata di zenzero.
Tagliare ora  il panetto a tocchetti e unirli al trito preparato, unendo circa 1 bicchiere di olio evo.
Coprire la terrina con un piatto e lasciare insaporire per circa due ore.
Nel frattempo, se avete intenzione di farne grandi quantità, è bene pastorizzare i vasetti di vetro, mentre i coperchi dovranno essere nuovi: quindi riempirli con il tofu e le erbe, coprire con olio extravergine di oliva e riporre in luogo fresco. Si conservano per circa sei mesi.

Tofu fritto o alla piastra
Una versione del tofu molto gustosa è quella fritta: si impana il tofu tagliato a listarelle non troppo sottili con della farina di riso, di mais o pane grattato e si frigge in una padella con abbondante olio di semi (girasole o arachidi); in alternativa alle farine, possiamo passare il nostro tofu anche in pastella.
Se la frittura proprio non vi aggrada, allora una versione più light è quella del tofu alla piastra: mettere a marinare il tofu tagliato a pezzettini in salsa di soia e aromi (rosmarino, salvia, origano, aglio…) per almeno 1 ora, quindi procedere con la cottura alla piastra ponendo i pezzettini di tofu marinato in carta stagnola e accompagnato con patate tagliate tipo chips o verdure di stagione julienne.

Tofu per dolci e ripieni
Il tofu è un ingrediente indicatissimo per preparare creme dolci, salate o ripieni.
Nel caso di creme per dolci, il tofu può essere sostituito alla panna o alla crema: dopo averlo scottato per i soliti 2,3 minuti in acqua bollente e fatto raffreddare, si frulla aggiungendovi dell’aroma di vaniglia, della cannella in polvere o del succo di agrumi, tutto quello che possa renderlo perfetto per farcire o decorare una torta.
Nelle torte salate il tofu funge da addensante: così, invece di utilizzare il solito formaggio fuso, frullare il tofu e addizionarvi il resto degli ingredienti, quindi farcite la torta salata.
Infine, il tofu può essere molto saporito in salsa: provare, ad esempio, a frullarlo – sempre dopo averlo scottato in acqua bollente – insieme a capperi e olive, o capperi e pomodorini secchi fatti rinvenire in acqua tiepida per un’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − nove =