Elimina i tensioattivi utilizzando l’acqua bollente

Le pulizie domestiche, diciamolo pure, sono una palla! E allora utilizziamo l?acqua bollente abolendo i tensioattivi! Non esiste un metodo per non pulire, ma l’attenzione alla detersione domestica, in Italia, è davvero da guinnes dei primati! Togliere il calcare. Il vapore dell’acqua bollente addizionata di aceto è un potente anticalcare per la lavastoviglie, lavatrice e anche per i bollitori elettrici. E poi c’è il vapore acqueo che, con la sua forza sterilizzante, ammorbidisce la macchia ed elimina i batteri: ecco qualche idea per pulire col vapore.

Le PULIZIE DOMESTICHE, diciamolo pure, sono una palla! E allora utilizziamo l’acqua bollente abolendo i TENSIOATTIVI! Non esiste un metodo per non pulire, ma l’attenzione alla detersione domestica, in Italia, è davvero da guinnes dei primati!
La media pro capite annuale nelle città, supera i 25 chili di prodotti per le pulizie domestiche, di cui 12-13 kg solo per fare il bucato. Siamo primi in Europa e nel mondo! Gli austriaci ne utilizzano “solo” 8 chili, e 4 gli scandinavi.

Nelle case degli italiani si stimano esserci ben 20 prodotti convenzionali per la detersione. Il risultato di questa “abbondanza” sono scarichi pieni di tensioattivi di origine petrolchimica, malattie della pelle e respiratorie.
Il 24% delle malattie che oggi affliggono l’essere umano, secondo i dati 2010 della quinta Conferenza ministeriale su salute e ambiente, sono ambientali: traffico urbano, inquinamento indoor, malattie respiratorie, asma. I bambini sono i più colpiti.

Tra queste è interessante osservare come il crescente ricorso alla disinfezione grazie all’uso di prodotti sempre più mirati e chimici, riduca la quantità di batteri utili al mantenimento della nostra salute, indebolendo il sistema immunitario e favorendo allergie e dermatiti.
Le allergie, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (dati 2010), affliggono il 40-50% degli individui e tra gli imputati ci sono profumi e conservanti contenuti in saponi, cosmetici e detersivi convenzionali.

Iniziare ad acquistare con oculatezza e moderazione è ovviamente il primo passo.
Poi occorre scegliere: i DETERGENTI BIOLOGICI in commercio sono molti ormai, per la sicurezza dei nostri bambini e per noi stessi, meglio utilizzare questi.
E poi, come sempre, c’è la natura. OLI ESSENZIALI, spezie ed erbe, aceto, BICARBONATO e LIMONE sono tutti ingredienti naturali che rinfrescano la casa e non la inquinano.
E poi c’è il vapore acqueo che, con la sua forza sterilizzante, ammorbidisce la macchia ed elimina i batteri: ecco qualche idea per pulire col vapore.

Togliere il calcare
Il vapore dell’acqua bollente addizionata di aceto è un potente anticalcare per la lavastoviglie, lavatrice e anche per i bollitori elettrici. Lavatrice: versate, una volta al mese, 1 litro di aceto nella vaschetta del detersivo e azionate un lavaggio a 90 gradi. Lavastoviglie: mettete 1 bicchiere di plastica pieno di aceto nella lavastoviglie e azionate il programma per sporchi difficili. Bollitore elettrico: versate al suo interno acqua bollente e aceto in parti uguali e lasciate

Pulire padelle e pentole incrostate
Vi sarà certamente capitato di avere pentole e padelle incrostate, tanto da non farcela a pulirle con la sola spugna e detersivo ecologico. Provate così: coprite la pentola incrostata di acqua, aggiungete 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio e mezzo limone strizzato e fate bollire per cinque minuti. Le macchie dovrebbero essersi ammorbidite: toglierle sarà ora un gioco da ragazzi!

Il vapore per gli scarichi domestici
Tra i prodotti più pericolosi utilizzati in casa, ci sono i disgorgatori o sturalavandini. Questi prodotti sono prevalentemente composti da Soda Caustica (Idrossido di Sodio) o Acido Solforico, sostanze estremamente tossiche e aggressive per pelle e occhi e che possono rilasciare gas pericolosi soprattutto se a contatto con vapore acqueo caldo. Lo sturalavandini si può anche fare in casa: mescolare 150 gr di sale da cucina e 150 gr di Soda da bucato e versarla nello scarico. Immediatamente dopo versare una pentola di acqua bollente che pulirà, scioglierà e disinfetterà lo scarico stesso.
Per avere scarichi liberi, utilizzate questo sistema, con dosi giuste, una volta al mese.

Pulire il microonde
Per pulire l’interno del microonde, inserirvi un contenitore con acqua bollente e quattro cucchiai di succo di limone. Lasciate che il vapore si sprigioni all’interno del microonde per almeno cinque minuti, infine rimuovete il contenitore piano piano. Il vapore avrà ammorbidito la macchia, per cui è il momento di detergere le zone più incrostate con una spugna leggermente abrasiva e sgrassatore biologico. Potete seguire questo procedimento anche con il forno tradizionale.

Spugne e panni magici igienizzati
In una tinozza versate acqua bollente, 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e 2 cucchiai di soda da bucato (non soda caustica!). Immergetevi le spugne e/o panni magici per 2-3 ore, impregnandole di soluzione ogni tanto. Torneranno come nuove.

Disinfettare con gli oli essenziali e acqua

Per regalare un piacevole profumo alle stanze della vostra casa, bollite una tazza di acqua nella quale aggiungerete olio essenziale di lavanda, agrumi o balsamico. In alternativa potrete immergervi scorze di arancia, limone, cannella, chiodi di garofano o rosmarino. Oltre che a farvi risparmiare sui deodoranti sintetici, questo metodo è utile anche per disinfettare l’aria della vostra casa, considerando le proprietà antisettiche degli oli essenziali.

Pulire l’argento
Per PULIRE L’ARGENTO riponete i vostri oggetti in una pentola e versatevi dell’acqua in modo da ricoprirli completamente. Aggiungete un cucchiaio di sale e uno di bicarbonato e lasciate bollire per tre minuti.

Detergere con il vapore
In generale è, quindi, buona norma pulire pavimenti, bagno, cucina con acqua molto calda addizionata con bicarbonato, aceto, sale o limone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − nove =