Scarpine allungabili
Scarpe allungabili: l‘idea è geniale, allungare le scarpe dei bimbi di due numeri. La Magistep di Grosseto sta aggredendo il mercato con questo nuovo prodotto tutto riciclabile

Scarpe allungabili: Magistep ci ha già pensato!Ricordate le scarpette di Dorothy del Mago di Oz? Ecco anche le scarpette Magistep possono portarvi ovunque grazie all’incontro tra artigianalità e nuovi saperi. Il marchio è nato nel luglio del 2009 dalla sinergia, come racconta Massimo Fantacci, amministratore delegato di Magistep, “tra Giacomo Regoli, titolare dell’omonimo calzaturificio artigianale e ideatore della scarpina allungabile, e la Polistamp System, società che opera nel settore degli isolamenti termici e nello stampaggio di materie plastiche e che ha sviluppato, perfezionato e prodotto le scarpe sino a deciderne l’industrializzazione”.

ISCRIVENDOTI ALLA NEWSLETTER
hai diritto ad un BUONO SCONTO DEL 10%

newsletter stile naturale
L’idea è nata perchè gli artigiani della scarpa sanno cosa significhi “calzare male”, soprattutto nel bambino e così, collaborando con alcuni istituti di posturologia, podologia, ortopedia e riflessologia plantare, abbiamo sentito l’esigenza di provare a limitare i danni provocati da una cattiva calzata”. Ma queste scarpette dove racchiudono la loro magia?
“L’innovazione sta nel fatto che si allungano di quasi due numeri grazie ad un meccanismo di spinta inglobato all’interno della suola, sotto il tallone: quindi, se al momento dell’acquisto è un 20, potrà essere usata fino a quando il piedino del bambino sarà un 21.5. Il sistema brevettato, è molto semplice: basta inserire una chiavetta (in dotazione) in un foro nel tallone della scarpina e attivare la vite a movimento continuo fino alle dimensioni necessarie. Le calzature coprono i numeri dal 20 al 31,5 accompagnando così il bambino dai primi passi sino ai primi anni di scuola.  Dal punto di vista estetico non si nota nessuna differenza dalle altre scarpe in commercio, con il vantaggio però di avere una scarpina sempre su misura, che si estende internamente senza alterare la linea, garantendo al piede di rispettare la giusta postura e prevenendo molte patologie dei bambini come il piede piatto e il valgismo”.
Tutto questo strizzando un occhio all’ambiente e alle famiglie. Il concetto di scarpa che dura nel tempo permette di fare una scelta a basso impatto ambientale poichè ciò che normalmente si impiega per produrre e commercializzare tre paia, con la scarpina Magistep si riduce ad una sola volta, dai materiali al trasporto. La scatola sarà a forma di valigetta e i bambini potranno riutilizzarla per l’asilo, la scuola, il tempo libero. Tutti i materiali sono naturali, anallergici e riciclabili. Oltre a questo è da tenere conto del risparmio per le famiglie: considerando che il piede dei bambini cresce molto in fretta, spesso si gettano scarpe ancora nuove.
Progetti per il futuro?
“La scarpina Magistep sarà nei negozi nei prossimi mesi ma noi, insieme a Stefano Bronchini, nuovo partner innovatore e creativo, stiamo già progettando nuove idee: dopo le scarpette arrivano i dopo sci allungabili, e anche qui il risparmio sarà garantito, passo dopo passo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 11 =