10 consigli per risparmiare l’acqua senza sfinirsi!
 Dopo aver provato a vivere per un giorno con 10 litri di acqua come accade nelle zone con scarsità d’acqua, ecco qualche piccolo consiglio per diminuire ogni giorno i consumi di acqua e vivere rispettando le risorse del pianeta

Per il quinto anno consecutivo, Green Cross e Giorgio Armani con la campagna “Acqua for Life” invitano a diffondere le informazioni e le conoscenze per il risparmio dell’acqua con una sfida: #1DayOn10Liters, provare a vivere per un giorno con 10 litri d’acqua. Mentre infatti un europeo consuma in media tra i 100 e i 150 litri di acqua al giorno, le comunità che vivono in zone con scarsità d’acqua come Costa d’Avorio, Ghana, Senegal, Bolivia, Messico, Argentina e Sri Lanka, arrivano a stento ad avere 10 litri di acqua al giorno.

Quest’anno Acqua for Life ha sfidato blogger, influencer e web celebrities a vivere per un giorno con 10 litri di acqua al giorno, in un periodo a partire dal 22 aprile e fino al 30 giugno 2015. Noi di Stile Naturale lo abbiamo provato  e abbiamo constatato come sia difficile vivere con soli 10 litri di acqua al giorno. L’esperimento è stato tuttavia utile per sottolineare ancora una volta come l’acqua sia un bene prezioso da non sprecare: in cucina e in bagno, spesso si consuma più acqua di quella che realmente occorre. Ma ridurre gli sprechi, per il bene del Pianeta e – perché no – anche della bolletta, è possibile. Ecco allora alcuni semplici suggerimenti per risparmiare acqua ogni giorno.

LE 10 REGOLE

1) Applicare un riduttore di flusso ai rubinetti di casa: l’acqua si miscela con l’aria, risparmiando fino al 30 per cento di acqua. Gli aeratori sono dispositivi che riducono della metà il flusso dell’acqua. Sebbene il flusso sia ridotto, il getto sembrerà più forte poiché l’aria viene mescolata con l’acqua in uscita. Si potranno ridurre fino a oltre 1.000 litri al mese i consumi di una famiglia composta da 4 persone. Un aeratore a basso flusso costa poco (circa 3 o 4 euro) e si può trovare in qualsiasi negozio di ferramenta o materiale idraulico.

2) La doccia è meglio del bagno: per riempire una vasca occorre infatti un consumo di acqua di circa 4 volte superiore alla doccia. Per risparmiare acqua inoltre, meglio le docce brevi, evitando temperature alte e non lasciando aperto il rubinetto mentre ci si insapona. In media per ogni doccia si consumano dai 5 ai 10 lt di acqua al minuto.

3) Chiudere il rubinetto mentre ci si lava i denti. Un consiglio ovvio, forse banale. Ma è importante sottolineare che aprendo e chiudendo il rubinetto per sciacquare lo spazzolino si possono risparmiare almeno 3 litri di acqua. Inoltre, per dosare l’acqua, nel risciacquare i denti può essere comodo utilizzare un bicchiere.

4) Effettuare lavaggi in lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico, durante le ore serali, nei giorni festivi, a basse temperature, optando per il lavaggio “eco” o rapido.

5) Scegliere elettrodomestici di Classe A++ ovvero con il marchio Energy Star di efficienza energetica: si può arrivare a risparmiare il 50% sia di elettricità sia di acqua in meno.

6) Per lavare frutta e verdura, utilizzare una bacinella con dell’acqua ed evitare l’acqua corrente, da usare eventualmente solo per il risciacquo.

7) L’acqua utilizzata per lavare le verdure e la frutta può essere ulteriormente usata per innaffiare le piante in balcone o in giardino.

8) Irrigare le piante del giardino al mattino presto o di sera, per evitare che l’acqua evapori prima di raggiungere le radici. I fiori vanno bagnati con l’innaffiatoio e non con il tubo di gomma. Un accorgimento per chi ha il giardino, nei periodi di siccità, può essere quello di lasciare le foglie tagliate sul terreno per prevenire l’inaridimento del prato e quindi diminuire l’impiego di acqua per irrigarlo.

9) Soprattutto d’estate, per non far scorrere in abbondanza acqua potabile da bere per averla fresca, tenerne sempre una bottiglia – di vetro – in frigo.

10) In bagno, scegliere uno sciacquone con lo scarico differenziato e doppio pulsante.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − nove =