Olio di ricino, sette impieghi per la cura del corpo naturale
L’ olio di ricino questo sconosciuto: sapete invece che le sue proprietà sono davvero interessanti? Andiamo a scoprirle insieme, in un viaggio tra massaggi e cosmesi

Utile per rinforzare la proteina del capello, per sfiammare le articolazioni contratte o colpite da artrite, ma anche come lassativo e per la cura delle unghie: sconosciuto olio di ricino! Andiamo a scoprirne le proprietà e 7 usi per la cura del corpo. Tristemente conosciuto per le purghe fasciste in tempo di guerra, l’ olio di ricino è un olio molto denso le cui proprietà sono interessanti soprattutto per la cosmesi e la cura del corpo naturale.  Secondo il chimico Fabrizio Zago, ideatore del Biodizionario, l’olio di ricino protegge e “appesantisce le proteine del capello”, rendendo la nostra peluria più robusta. Il responsabile di queste qualità è l’acido ricinoleico, un acido grasso insaturo e idrossilato, ampiamente contenuto nell’olio di ricino che si ottiene per spremitura. Gli impieghi dell’olio di ricino sono diversi, da lassativo a cosmetico, vediamo come utilizzarlo.

 

COME LASSATIVO

Si può utilizzare l’olio di ricino come lassativo, ovviamente meglio non abusarne e farsi consigliare dall’erborista o dal proprio medico per le modalità e le quantità.  L’olio di ricino non sostituisce una buona dieta ricca di frutta, verdura, fibre e poco stress.

 

L’OLIO DI RICINO PER LE CIGLIA E SOPRACCIGLIA

L’utilizzo dell’olio di ricino sulle ciglia è piuttosto diffuso e conosciuto. Per utilizzarlo, lavare bene lo scovolino di un vecchio mascara con acqua caldissima e sapone e intingerlo ogni volta nella boccetta dell’olio di ricino.
In alternativa possiamo utilizzare dei cotton fioc imbevuto del prezioso olio.
L’olio di ricino si applica ogni sera prima di andare a dormire sulle ciglia umide.
Si impiega alla stessa maniera anche per le sopracciglia.

 

CONTRO I DOLORI DELL’ARTRITE E MUSCOLARI

Le sue proprietà antinfiammatorie, lo rendono un olio adatto a sfiammare le zone colpite da reumatismi e artrosi: si utilizza infatti per massaggiare le articolazioni doloranti, ma anche sui muscoli infiammati.

 

L’OLIO DI RICINO PER LA CURA DEI CAPELLI

L’olio di ricino ha un utilissimo impiego in estate, quando i capelli tendono a seccare: previene la perdita di idratazione e nutrienti causati dal sole e/o dalla salsedine, è quindi molto utile applicarlo sulle punte. I capelli devono essere prima inumiditi con acqua.
Ecco, poi, una interessante ricetta di Maria Carmela Trovato per un impacco a base di olio di ricino da apporre sui capelli: sul suo sito http://www.ilmiomakeup.it/maria-carmela-trovato/ potrete trovare moltissimi spunti davvero interessanti, oltre a scaricare il suo ebook!
1/5 olio di ricino
1/5 olio di semi di lino
1/5 succo di aloe
2/5 olio d’oliva o di miele
L’olio d’oliva o il miele aiutano a rendere più facile il risciacquo successivo con lo shampoo.

 

PER LA CURA DELLE UNGHIE

L’olio di ricino, andando non a rafforzare la cheratina, ma ad ‘appesantirne’ il volume, si può impiegare anche sulle unghie che si spezzano facilmente: miscelare l’olio di ricino al limone e massaggiare le unghie per irrobustirle ma anche per schiarirle.

 

L’OLIO DI RICINO PER TOGLIERE I RESIDUI DI CERA 

Chi si depila in casa con la cera o con i sostituti, sa bene che spesso strisce and co. possono lasciare fastidiosissimi residui appiccicosi. Le salviette contenute in queste strisce preconfezionate contengono spesso oli minerali non certo sani per la pelle, è quindi buona cosa trovare dei modi alternativi, proprio come l’olio di ricino.
Si procede così: inumidire leggermente la pelle della zona depilata e passare con olio di ricino massaggiando. Oltre a togliere la cera, avrete anche una pelle morbida: ricordate che quest’olio non è di facile assorbimento da parte della pelle, quindi si consiglia sempre di miscelarlo.

 

L’OLIO DI RICINO DA AGGIUNGERE A BALSAMO E/O SHAMPOO

Per addolcire lo shampoo, soprattutto se siete soliti utilizzare prodotti della grande distribuzione non troppo delicati sui nostri capelli, aggiungete qualche goccia di olio di ricino nella dose di shampoo che andrete ad utilizzare. Questo rimedio è molto utile in caso di forfora da cute secca che spesso prude, l’olio di ricino tende a normalizzarla. Allo stesso modo si possono aggiungere due gocce di olio di ricino alla dose di balsamo prima di applicarlo per renderlo più nutriente.

 

LEGGI ANCHE:

Olio di ricino per curare capelli e ciglia

Olio di ricino e le sue virtu’ cosmetiche e mediche

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 4 =