Marmellata senza zucchero : come farla (in 2 mosse)
Preparare in casa una buona marmellata senza zucchero o addensanti artificiali? Ecco come fare, magari utilizzando frutta molto matura che rischiamo di gettare via

Marmellata senza zucchero, facile con la frutta! Con la bella stagione arriva anche tanta frutta golosa: perchè non approfittarne allora per preparare marmellate da mangiare nei mesi prossimi a venire? In particolare, scegliendo la frutta più adatta, si può preparare un’ottima marmellata in casa senza aggiunta di zucchero, evitando anche gli addensanti artificiali e sfruttando invece gli zuccheri naturali della frutta. Inoltre, la marmellata senza zucchero rappresenta una soluzione per utilizzare la frutta che si rischia di gettare via: per prepararla, infatti, è preferibile utilizzare frutti molto maturi, più zuccherini. Altrimenti, sarà necessario aggiungere una mela ogni 500 grammi di frutta che con la sua pectina naturale darà una consistenza densa e cremosa alla marmellata, addolcendola quanto basta perché non risulti aspra. Anche le marmellate in commercio che riportano la dicitura “senza aggiunta di zuccheri”, presentano tra gli ingredienti il succo di mela, che permette appunto di sostituire il saccarosio nella produzione. Per preparare una marmellata senza zucchero, prendete in considerazione frutta come albicocche, pere, mele cotogne, fragole, mele e uva sultanina. Potete inoltre aggiungere ingredienti per dare un tocco particolare alla vostra preparazione e sperimentare nuovi abbinamenti, come cannella, zenzero, liquirizia o peperoncino.

Avrete bisogno di:
500 grammi di frutta molto matura
mezzo bicchiere di acqua tiepida
1 mela tagliata a pezzetti
il succo di mezzo limone
1 cucchiano di spezie, come cannella (ottima per la marmellata di pere, uva sultanina, mele), zenzero (pere), semi di chia macinati (fragole)
barattoli in vetro per la conservazione della marmellata

PREPARAZIONE

Per preparare la marmellata senza zucchero, per prima cosa bisogna lavare con cura la frutta, eliminando le parti che hanno iniziato a scurirsi, poi tagliarla a tocchetti e lasciarla macerare per circa un’ora in una ciotola aggiungendo il succo di limone e la mela tagliata a fettine. Successivamente, spostate gli ingredienti in una pentola dai bordi alti e fate cuocere a fuoco basso per 45 minuti, unendo poco il mezzo bicchiere di acqua e le spezie che avete scelto poco per volta.

LA COTTURA DELLA MARMELLATA SENZA ZUCCHERO

Mescolate di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e, arrivati al termine della cottura della frutta, utilizzate un frullatore ad immersione se volete ottenere una marmellata dalla consistenza più omogenea, senza pezzi di frutta. Versate la marmellata ancora bollente direttamente nei barattoli e chiudeteli immediatamente. Per evitare che il composto si attacchi al fondo della pentola, è consigliabile di tanto in tanto girare il composto con un cucchiaio di legno. Inoltre, se preferite una marmellata molto omogenea, quindi senza pezzi di frutta, frullate il composto con un frullatore a immersione. Quando il composto avrà raggiunto il grado di densità prefissato, spegnere il fuoco e versare la marmellata con un mestolo nei barattoli di vetro appena sterilizzati.

BARATTOLI DI VETRO

I barattoli in vetro ed i loro coperchi devono infatti essere sterilizzati in acqua bollente. È possibile disporli a questo proposito in una ciotola ampia, nella quale versare acqua bollente fino a coprirli. I barattoli e i loro coperchi devono essere già stati ben puliti, lavati ed asciugati prima di passare alla sterilizzazione. Potranno essere estratti dall’acqua quando essa si sarà raffreddata. Dovranno essere asciugati ed utilizzati immediatamente per versare al loro interno la marmellata senza zucchero ancora molto calda. La sterilizzazione è necessaria per evitare la formazione di muffe durante la conservazione delle marmellate. Una volta versata la marmellata nel barattolo, chiudere il coperchio, rovesciare il barattolo e lasciarlo in questa posizione per 48 ore. La marmellata, una volta trasferita in un luogo fresco e asciutto, si manterrà senza problemi per circa 3 mesi.

COME SI CONSERVA

Una volta aperti i barattoli invece, si consiglia di conservare la marmellata in frigo e di consumarla entro una settimana. Senza dubbio, sarà un ottimo ingrediente per iniziare la giornata, spalmandola su una fetta di pane a colazione, o per preparare golose crostate.

POTREBBERO INTERESSARTI

2 responses to “Marmellata senza zucchero : come farla (in 2 mosse)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + sei =