Le vacanze con il cane: alberghi e spiagge
Una mappa aggiornata per portare Fido in vacanza: dalle spiagge attrezzate alle aree di sosta fino ad arrivare ai voli aereo o al viaggio in treno

Le spiagge per cani
Fare le vacanze con il cane è possibile, basta un po? di accortezza e preparazione. Stile Naturale ha deciso di aiutarvi a valutare il luogo, le modalità di viaggio ed a darvi qualche consiglio su cosa mettere nella valigia dell’amico peloso. Con l’arrivo della bella stagione l’unico modo per trovare sollievo dal caldo soffocante è sicuramente quello di riversarsi in spiaggia. Anche il nostro cane vorrebbe seguirci per fare un tuffo in mare, ma purtroppo nel nostro paese sono ancora poche le strutture pronte ad ospitare i nostri amici pelosi.

Le spiagge per cani

Con l’arrivo della bella stagione l’unico modo per trovare sollievo dal caldo soffocante è sicuramente quello di riversarsi in spiaggia. Anche il nostro cane vorrebbe seguirci per fare un tuffo in mare, ma purtroppo nel nostro paese sono ancora poche le strutture pronte ad ospitare i nostri amici pelosi.
Al momento sono solo 27 le spiagge in tutta Italia accessibili ai cani, questo ha portato l’ associazione italiana difesa animali ed ambiente, in collaborazione con il movimento del turismo delle famiglie con animali, ha deciso di promuovere una raccolta firme online con lo scopo di ottenere almeno il 10% delle spiagge italiane adebite alle famiglie con il loro amico a quattro zampe.
Sette le regioni che si distinguono per il loro impegno per i diritti degli animali : Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Toscana e Veneto.

Di seguito la mappa spiagge attrezzate per i cani:
ABRUZZO:  Pescara – La Playa
EMILIA ROMAGNA:  Rimini – Bagni San Giuliano, Beach 33, “BAGNO 81 no problem…”; Rivabella di Rimini – Bagno Celli ; Lido degli Estensi – Bagno Gabbiano e Bagno Vela; San Mauro Mare – Fido Beach; Ravenna – Lido di Classe e Casalborsetti; Ferrara – Lido di Spina; Cesenatico – Wanda
LAZIO:  Roma – Bau Village; Maccarese/Fiumicino – Associazione Bau Beach
LIGURIA: Ospedaletti – Bagni Baia Verde; Laigueglia – Bagni Capo Mele; Alassio – Bagni La Vedetta ; Albisola mare – Bau Bau Village; Genova – Località Vesima; Savona – Spiaggia Comunale di Pietra Ligure
MARCHE:  Fano – Animalido; Porto Recanati – Spiaggia Nord e Spiaggia Sud
TOSCANA:  Piombino – Località Baratti, Località Perelli, “Sotto i Macelli Pubblici”, “Sotto Bernardini”, Spiaggia Lunga, Quagliodromo, Dog Beach; Cecina – Bau Beach; Pisa – Calambrone; Grosseto – Orbetello e Castiglionde della Pescaia; Marina di Grosseto – Le Marze; Isola d’Elba – Località Mola e Fonza; Livorno – San Vincenzo
VENETO: Bibione – Bagni Comunali Bibione Faro e La Spiaggia di Pluto
SARDEGNA: Caprera – Porto Palma

Viaggiare con i cani: gli albergi, B&B e agriturismi

Uno dei problemi maggiori di quando decidiamo di portare in vacanza il nostro amico a quattro zampe è quello di individuare delle strutture alberghiere disposte ed attrezzate per ospitare gli animali.
A darvi una mano nello scovare questi luoghi diversi siti internet:
pets.italyhotels.it  Il portale promosso da Federalberghi raccoglie tutte le strutture alberghiere disponibili ad accogliere Fido.
bed-and-breakfast.it/vacanze_animali
  Qui troverete una lista di B&B  che ospitano gli amici pelosi.
dogwelcome Oltre alle strutture ricettive troverete consigli sul viaggio con l’amico a quattro zampe e tutti i servizi a lui dedicati in Italia.
vacanzea4zampe  La Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, con il patrocinio del Ministero della Salute, attraverso questo sito internet indica una serie di servizi (spiaggie, villaggi turistici,bar, pizzerie, ristoranti, residence…) dedicati agli animali domestici.

Il cane in aereo: le regole
Volare con il nostro cane non è certo un’impresa semplice (a volte anche sconsigliato) quindi è opportuno prima di mettervi in viaggio informarvi sulle modalità d’imbarco dell’animale della linea aerea scelta.
Tutte le compagnie aeree consentono che cani di piccola taglia possono viaggiare al fianco del padrone in cabina, purché custoditi in trasportini col fondo impermeabile. Il trasportino deve consentire al cane di stare in posizione comoda, di potersi girare e accucciarsi e  dev’essere ben areato, impermeabile e robusto.
Se invece il peso del nostro cane più quello del contenitore supera i 10 kg, l’animale dovrà viaggiare nella stiva: sarà imbarcato dallo scalo merci e viaggerà all’interno di apposite gabbie messe a disposizione dalla compagnia aerea.

In treno con il cane
Avete intenzione di spostarvi con il treno? Se desiderate portare in viaggio il vostro cane, informatevi sulle modalità di trasporto previste dalla compagnia ferroviaria scelta.
Trenitalia ammette il trasporto gratuito di cani di piccola taglia, gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia, nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni, che devono essere custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50 e tale da escludere lesioni o danni sia ai viaggiatori che alle vetture. È consentito un solo contenitore per ciascun viaggiatore.
Per ogni contenitore eccedente le dimensioni ammesse dovrai pagare, salvo diversa disposizione tariffaria, la penalità di 8,00 euro e dovrai comunque scendere alla prima stazione di fermata del treno.
Nel caso di un cane di qualsiasi taglia, bisogna acquistare un biglietto alla tariffa ordinaria n. 1/Espressi di seconda classe ridotta del 50% (senza l’importo della prenotazione). E’ inoltre sempre richiesto l’acquisto dell’intero compartimento. Fuori dal compartimento devi tenere il cane al guinzaglio e munito di museruola.
Mentre sui treni Regionali puoi trasportare, salvo diversa disposizione regionale, un cane di qualsiasi taglia, provvisto di museruola e guinzaglio, sulla piattaforma o vestibolo dell’ultima carrozza, con la sola esclusione dell’orario dalle 7 alle 9 del mattino dei giorni feriali dal lunedì al venerdì, acquistando un biglietto di seconda classe alla tariffa prevista per il percorso effettuato ridotta del 50%.
Importante: E’ necessario avere il certificato di iscrizione all’anagrafe canina (o il “passaporto” del cane per i viaggiatori provenienti dall’estero), da esibire al momento dell’acquisto del biglietto per l’animale ed in corso di viaggio. Se trovati sprovvisti del certificato a bordo treno si è soggetti a penalità e si deve scendere alla prima fermata.
INFO: www.trenitalia.com

Fido Park: le stazioni di servizio per i viaggiatori con la coda

Quando viaggiate in auto con il vostro amico peloso non dimenticate di fare frequenti soste per permettere all’animale di sgranchirsi le zampe e reidratarsi. Lasciarlo per lunghe ore all’interno della macchina assolata nuoce gravemente alla sua salute, quindi è bene individuare una stazione di servizio con Fido Park annesso. In queste aree collocate all’esterno degli Autogrill troverete, oltre all’acqua corrente, anche delle cuccie all’ombra di gazebo isolate termicamente per garantire una temperatura ideale anche nei mesi più caldi.
Ecco una lista delle aree di servizio dotate di Fido Park:

Secchia Ovest A1 – Milano/Bologna, Modena (dir. sud)
Badia al Pino Ovest A1 – Firenze/Roma, Arezzo (dir. sud)
Lucinignano Ovest A1 – Firenze /Roma, Monte S. Savino-Val di Chiana (dir. sud)
Tevere Est A1 – Roma/Firenze, Attigliano-Orvieto (dir. nord)
La Macchia Ovest A1 – Roma/Napoli, Agnani (dir. sud)
La Macchia Est A1 – Napoli/Roma, Agnani (dir. nord)
Stura Ovest A26 – Alessandria/Votri, Ovada (dir. sud)
Stura Est A26 – Voltri/Alessandria, Ovada (dir. nord)
S. Ilario Nord A12 – Roma/Genova, Genova-Nervi (dir. nord)
Madesano Ovest A15 – Parma/La Spezia, Parma-Fornovo (dir. sud)
Brianza Sud A4 – Milano/Venezia, Agrate (dir. nord)
Po Est A13 – Bologna/Padova, Ferrara Nord (dir. nord)
Silario Ovest A14 – Bologna/Ancona, Castel S. Pietro (dir. sud)
Montefeltro Est A14 – Ancona/Bologna, Riccione (dir. nord)
Conero Ovest A14 – Ancona/Pescara, Osimo-Loreto (dir. sud)
Murge Est A14 – Taranto/Pescara, Bari Nord (dir. nord)
Calaggio Nord A16 – Canosa/Napoli, Macedonia-Vallata (dir. nord)

Nella valigia di Fido: cosa metto? 
Prima di intraprendere un viaggio con il vostro amico a quattro zampe procedete con il preparare tutto il necessario per non incappare in spiacevoli sorprese. Importantissimo mettere in valigia i documenti che appartegono al vostro animale: il passaporto europeo ed il libretto sanitario.
Il passaporto europeo è obbligatorio se progettate una vacanza fuori dal nostro paese, questo documento dovrà essere rilasciato da un  veterinario incaricato dalle autorità competenti. Sul passaporto andrà riportata la presenza di microchip e/o tatuaggi. Esso conterrà inoltre i dati anagrafici dell’animale, le vaccinazioni effettuate, l’elenco delle visite mediche e dei trattamenti effettuati contro le zecche o l’echinococco. Mentre il libretto sanitario rappresenta uno strumento utile per ogni genere di evenienza.
La medaglietta personalizzata è un’oggetto indispensabile per rendere il vostro peloso identificabile grazie alle informazioni contenenti , ovvero un numero di telefono scritto in modo chiaro e leggibile al quale sia possibile rintracciarvi in caso di smarrimento. Portate con voi anche una foto recente del vostro animale, se si dovesse  perdere, una foto per poterlo mostrare sarà di grande aiuto a chi vi vorrà aiutare.
E’ buona norma disporre anche di  un kit di pronto soccorso per il vostro amico a quattrozampe con alcuni prodotti d’emergenza consigliati dal veterinario (antidolorifico, antiemetico, un antibiotico in caso di ferite, un laccio emostatico…)
Ovviamente non dimenticate a casa paletta e sacchetti igienici per pulire i bisognini di Fido e delle confezioni di salvettine bagnate da usare in caso di problemi di stomaco o di intestino durante il viaggio.

Prima di partire passa dal veterinario

Ricordate prima di recarvi in qualsiasi località di vacanza, portate il vostro cane a fare una visita dal veterinario per constatare lo stato di salute dell’animale. Proprio il vostro medico attraverso la visita potrà rilasciarvi i certificati idonei per affrontare il viaggio.
Oltre alla visita, sarà necessario vaccinare il cane contro la rabbia in certi casi, oppure contro l’epatite virale, la leptospirosi, la bordetella, e la malattia di Lyme.
Sarà probabilmente necessario effettuare un prelievo di sangue per accertarsi che l’animale non abbia contratto la filaria e in seguito praticare all’animale una terapia per scongiurare l’attacco di questo famigerato parassita, trasmesso dalle punture delle zanzare.
Importante: Non date mai al vostro animale medicine se non autorizzati dal veterinario.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − tredici =