L’abbraccio: 5 buoni motivi per darlo e per riceverlo

L’abbraccio fa ormai parte di una terapia che aiuta a regalare il sorriso e il buonumore. In questo articolo vogliamo svelarvi i 5 buoni motivi per darlo e per riceverlo

Il calore di un abbraccio è in grado di donare degli ottimi benefici al nostro corpo, sia a livello fisico, ma soprattutto mentale, tanto da riuscire a trasmettere amore e sorriso. Il buonumore è gratuito se creato con un semplice abbraccio, tanto che in tutto il mondo è stato inventato il metodo dei Free Hughs (Abbracci liberi) in modo da avviare una propria e vera terapia che fa bene alla nostra salute. In questo articolo vi elenchiamo i 5 motivi sul perché per dare vita a tutto ciò.

ALLEVIARE LO STRESS
Con un piccolo, ma grande abbraccio è possibile alleviare lo stress, grazie ad una sostanza rilasciata dal nostro organismo denominata ossitocina, la sostanza del buonumore. In un momento di difficoltà, ricevere calore da parte di un’altra persona, anche sconosciuta, aiuta molto.

SALUTE DEL CUORE
Il cuore è il motore del nostro organismo e bisogna mantenerlo in salute il più possibile. Uno studio ha analizzato che, in particolare nelle donne, un abbraccio diminuisce e tiene a bada la pressione sanguigna e del cortisolo, l’ormone prodotto da ghiandole surrenali. In questo modo si riducono i problemi circolatori.

ABBRACCIARE IL FIGLIO
L’abbraccio tra madre e figlio è uno dei più importanti: basta questo semplice gesto per tranquillizzare il bimbo che piange, tanto che poco dopo che avviene il contatto riesce a calmarsi e anche ad addormentarsi soprattutto nel caso di un neonato. La madre è il punto di riferimento che riesce a trasmettere dolcezza e sicurezza.

AUMENTO DELLE DIFESE IMMUNITARIE
Il quarto motivo per donarsi un abbraccio è perché si sviluppa il rafforzamento delle difese immunitarie. Quando la mente raggiunge uno stato di benessere, le difese si innalzano e il corpo resta in salute, quando invece abbiamo il morale a terra, ci disperiamo o piangiamo, diminuiscono notevolmente e il rischio di ammalarsi diventa maggiore.

ATTACCHI DI PANICO
Chi soffre di attacchi di panico non può rimanere da solo e possono avvenire in qualsiasi momento. Se siete in grado di riconoscerli e una persona davanti a voi ne sta avendo uno, cercate di calmarla restanto tranquilli e abbracciatela il più dolcemente possibile. In questo modo capirà di non essere sola, ma che sta ricevendo un aiuto da qualcuno.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − sette =