La batteria biologica? Si ricaricherà riciclando la carta!
E’ l’ultima frontiera della Sony che sta studiano il prototipo di una batteria totalmente eco-friendly ricaricabile esclusivamente con la cellulosa

La batteria del futuro si ricaricherà attraverso la carta imitando il processo digestivo delle termiti del legno. La Sony ha recentemente presentato a Tokio il primo prototipo di batteria biologica che permetterà a milioni di persone di riciclare la carta straccia e contemporaneamente ricaricare il telefonino e magari molto di più.

Ancora il progetto è a uno stadio iniziale ma attualmente la bio batteria è in grado di alimentare un piccolo ventilatore con un vecchio biglietto d’auguri.

Il prototipo della batteria biologica Sony

La tecnologia che sta alla base del funzionamento della batteria è stata realizzata osservando la natura, in particolare il processo digestivo delle termiti e delle formiche bianche, uniche specie presenti in natura in grado di digerire la cellulosa.

La batteriaeco-friendly 
non contiene metalli ne sostanze chimiche ma solo enzimi che in un primo stadio decompongono la carta trasformandola in zuccheri e in un secondo tempo con l’ausilio di altri enzimi e di ossigeno trasformano gli zuccheri in energia.

Come già detto questo tipo di tecnologia è a uno stadio primitivo dello sviluppo ma secondo gli ingenieri della Sony, che non sono gli unici a studiare questo tipo di soluzioni, le possibilità che apre sono molto ampie e stimolanti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − due =