Insufflaggio e ventilazione meccanica controllata: due soluzioni per la casa ecologica

L’attenzione e la sensibilità nei confronti dell’ambiente sono cresciute molto negli ultimi anni, anche alla luce del cambiamento climatico e dei suoi effetti ogni giorno più tangibili, ed è diventato sempre più impellente conoscere le diverse possibilità che ci vengono offerte per ridurre il nostro impatto sull’ecosistema, partendo ad esempio dal benessere in casa, migliorando l’efficienza energetica della nostra casa. 

In quest’ottica si stanno diffondendo sempre più le costruzioni sostenibili, che sono state realizzate con tecniche innovative che permettono di ridurre gli sprechi a tutto tondo. 

Negli ultimi decenni sono state però messe a punto soluzioni per rendere anche gli edifici già esistenti sempre più eco-friendly  dal punto di vista energetico, assicurando di conseguenza una migliore qualità della vita ed una consistente riduzione dei costi in bolletta. 

Inoltre, per chi svolge questi interventi c’è la possibilità di beneficiare di importanti incentivi e detrazioni fiscali, che rendono queste soluzioni ulteriormente vantaggiose.

Tra le tante soluzioni che si possono adottare al fine di avere una casa ecologica e salubre ce n’è indubbiamente una molto efficace, ma talvolta ancora poco conosciuta: l’insufflaggio. 

Questa tecnica consiste nel riempire le intercapedini con specifici materiali isolanti al fine di ridurre la dispersione termica e di conseguenza anche consumi e costi. In particolare, grazie a questo processo, si possono ottenere diversi benefici quali ad esempio un risparmio di energia nell’immediato e l’eliminazione delle dispersioni termiche, con un conseguente miglioramento anche del comfort all’interno dell’abitazione.

L’insufflaggio è una tecnica semplice e di rapida esecuzione che può essere applicata sia nelle intercapedini delle pareti che nei sottotetti e permette, oltre ai vantaggi già citati, di godere anche di un isolamento acustico. 

In particolare, è indicato per le case che presentano muri perimetrali con la cassa vuota, ovvero con una camera d’aria non isolata al loro interno, costruite di solito prima della metà degli anni ’70.

Tale intervento può essere effettuato anche per isolare i sottotetti non abitabili con superfici discontinue occupate da travi di sostegno. 

Per effettuare questo tipo di intervento possono essere utilizzati diversi tipi di materiali isolanti tra cui la cellulosa e la fibra di vetro, che sono attualmente fra i migliori in commercio.

L’insufflaggio con cellulosa è rispettoso dell’ambiente in quanto per produrla viene utilizzata carta riciclata e viene utilizzata una minore quantità di energia per produrla rispetto ad altre soluzioni. Un altro grande pregio di questo materiale è quello di riequilibrare il tasso di umidità degli ambienti grazie alle sue capacità traspiranti. Questo consente di liberare le pareti da condense e muffe assicurando un ottimo comfort in casa dal punto di vista termico e acustico. 

L’insufflaggio con fibra di vetro a sua volta si caratterizza per una lunga durata nel tempo oltre che per la facilità e la velocità di posa. La fibra di vetro inoltre è un isolante minerale che viene prodotto con vetro riciclato e senza l’uso di resina termoindurente. Questa soluzione, oltre che garantire un ottimo isolamento termoacustico, è fruibile anche in condizioni di difficile accesso e assicura una bassa generazione di polvere durante le operazioni di insufflaggio.

Le dispersioni di energia nella nostra casa si possono ridurre drasticamente, oltre che con l’insufflaggio, anche con altre tecniche innovative, quali ad esempio la ventilazione meccanica controllata. Questa soluzione permette di mantenere l’aria della casa costantemente pulita grazie ad un sistema continuo di ricambio dell’aria. Questo sistema estrae l’aria da bagno e cucina e ne immette di nuova nelle camere da letto e in soggiorno, garantendo una migliore qualità e salubrità dell’aria senza la necessità di aprire le finestre. 

Oltre a garantire un ottimo comfort, questa soluzione permette di contenere le dispersioni energetiche rispetto alla classica apertura delle finestre per l’aerazione dei locali, consentendo di raggiungere il massimo risparmio durante il periodo invernale. 

Altri importanti vantaggi dati dalla ventilazione meccanica controllata sono poi la limitazione degli inquinanti domestici e la riduzione della condensa sui muri, soprattutto in inverno, consentendo di evitare lo sgradevole problema delle muffe. Queste ultime, oltre ad essere un problema estetico, sono molto dannose per la salute in quanto le spore della muffa possono provocare allergie e la loro completa eliminazione non può che essere positiva, per il benessere di tutta la famiglia.

Per effettuare questi interventi in modo efficace e totalmente sicuro è sempre bene affidarsi a persone di fiducia, che abbiano una profonda esperienza in merito. 

Soluzioni Eco Creative, un’azienda piemontese che da anni si occupa di insufflaggio e ventilazione meccanica controllata, è nata proprio con l’intento di rendere le case sempre più ecosostenibili e amiche dell’ambiente. Per questo ogni giorno accompagna le persone in ogni fase del processo di efficientamento energetico della loro casa, dalla scelta dei materiali isolanti più indicati per ridurre la dispersione termica alle fasi di presentazione delle pratiche burocratiche volte all’ottenimento delle detrazioni fiscali. 

Perché una casa più ecologica è un gesto d’amore per il Pianeta e per la propria famiglia.

Rendere la propria casa ecologica e libera da muffe è il primo passo da fare per vivere meglio e ridurre il proprio impatto sull’ambiente, nel pieno rispetto di ciò che ci circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *