India: il viaggio alla ricerca della tigre bianca
Aiutati da una guida naturalista andiamo alla scoperta delle aree protette indiane dove si trovano tigri, leopardi e iene, antilopi azzurre, cuon, cinghiali, sambar, orsi labiati, cervi pomellati e il raro barasinga.

L’India centro-settentrionale evoca regni Moghul e fortezze di Maharaja, ma oltre a questo Rajasthan e Madhya Pradesh oggi rappresentano anche delle importanti sfere di Wilderness. Sin dagli anni ’70, infatti, l’India ha investito sull’incremento delle aree protette sul proprio territorio: con il Wildlife Protection Act e il “Progetto Tigre” si sono gettate le basi per la protezione di un patrimonio naturalistico unico. È su queste premesse che abbiamo deciso di ideare una nuova opportunità di viaggio, unica nel suo genere per itinerario ed originalità, per scoprire il fascino selvaggio di quattro grandi Parchi Nazionali: Ranthambore, Bandhavgarh, Kanha e Pench. Ovviamente non avremmo potuto prescindere dalla storia, uno spaccato dell’India medievale che non si oppone ma si integra con i paesaggi naturali, li avvolge e ne viene avvolto, in una continuità che trova la propria chiave di volta in tutte quelle proprietà in cui i Maharaja stabilivano riserve di caccia personali. Come il Ranthambore National Park, antico territorio del Maharaja di Jaipur e oggi habitat intatto per una varietà incredibile di flora e fauna, oltre che promotore del “Progetto Tigre”. Accompagnati da un naturalista, seguiremo le tracce di tigri, leopardi e iene, antilopi azzurre, cuon, cinghiali, sambar, orsi labiati, cervi pomellati e il raro barasinga – cervide autoctono presente solo in India e Nepal, giunto quasi all’estinzione nel 1970 e di cui attualmente si contano circa 500 esemplari nel Parco Nazionale di Kanha. Se poi saremo fortunati all’interno del Bandhavgarh National Park avremo l’opportunità di avvistare uno dei circa 40 esemplari della rarissima tigre bianca.

tigre india

PROGRAMMA
1° giorno: ITALIA/DELHI
Partenza dall’Italia. Arrivo il giorno successivo a Delhi.
2° giorno: ARRIVO A DELHI
Arrivo a Delhi in giornata. Incontro con la guida e trasferimento in hotel. Pernottamento.
3° giorno: DELHI
Intera giornata di visita alla città della vecchia e nuova Delhi, dal Forte Rosso al Gandhi Samadhi passando attraverso l’ “India Gate”, il Parlamento, la tomba di Humayun e Qutab Minar. La città ci accoglierà con il suo incredibile fascino fatto di una commistione unica di antico e moderno, di secoli di storia e sviluppo moderno accelerato. Cena in hotel e pernottamento.
4° giorno: DELHI/RANTHAMBORE
Trasferimento in mattinata verso la stazione per salire a bordo del treno per Ranthambore. Check-in all’arrivo in albergo. Nel pomeriggio visita al forte di Ranthambore. Pernottamento.
5° giorno: RANTHAMBORE/UMARIA
Dal mattino presto al tardo pomeriggio safari nel santuario degli animali di Ranthambore in jeep: questa foresta è la più rinomata del Rajasthan, 400 km quadrati di perfetto habitat naturale per le tigri; se saremo fortunati potremo avvistare anche il toro blu, il cervo nero, il cervo maculato, il cinghiale, oltre a una grande varietà di specie di uccelli e, con un po’ di fortuna, il rarissimo leopardo. Trasferimento con un treno notturno per Umaria.
6° – 7° giorno: UMARIA/BANDHAVGARH NATIONAL PARK
Arrivo in treno ad Umaria e trasferimento a Bandhavgarh (1hr). Check-in all’arrivo nel resort. Per due intere giornate ci immergeremo nella natura del Parco attraverso due uscite di Game Drive giornaliere: una in mattinata e l’altra nel pomeriggio. Il Parco di Bandhavgarh rappresenta una realtà originale in cui storia e natura vi si incontrano producendo offrendo oggi una destinazione estremamente ricca e interessante. Il paesaggio, rigoglioso e particolarmente vario, è dominato da foreste di sal (o shala) ed estese macchie di bambù e prateria che variano a seconda dell’altitudine. La vegetazione è meno fitta rispetto all’India del Nord, fattore che rende più probabile l’avvistamento di uno degli oltre 40 individui di tigre bianca presenti nella regione. Proprio la presenza di questa rara specie, assieme a numerosi altri mammiferi, rese l’area un’amata riserva di caccia da parte del Maharaja di Rewa. All’interno dei suoi confini si possono incontrare anche numerose grotte e antichi rifugi con iscrizioni e angoli votivi.
8° giorno: BANDHAVGARH/KANHA

tigre

In mattinata trasferimento a Kanha (240km). Check-in all’arrivo in albergo. Il Parco Nazionale di Kanha è situato nella savana che circonda la collina di Satpura. Kanha è l’habitat ideale per bradipi, cinghiali, buoi muschiati, tori blu, cervi Sambar, scoiattoli da palma e più di 150 specie di uccelli.
9° giorno: KANHA
Mattinata e pomeriggio dedicati al safari in jeep. Avremo un’intera giornata, con due game drive, per scoprire la selvaggia natura che contraddistingue la Riserva. Tra gli animali presenti nell’area il più famoso è il barasinga, un cervide autoctono e diffuso esclusivamente in India e Nepal che nel 1970 andò molto vicino all’estinzione. Per fortuna i 66 esemplari rimasti furono protetti adeguatamente ed il processo di ripopolamento riuscì a riportare la loro presenza agli attuali 500 individui, ben 380 dei quali vivono all’interno dei confini del Kanha National Park. Oltre al barasinga è presente un buon numero di tigri, osservabili anche durante il giorno, e un’incredibile varietà di altre specie. Cena e pernottamento.
10° giorno: KANHA/PENCH
Altra uscita di game drive mattutino prima di raggiungere l’ultimo dei Parchi indiani in programma: il Pench National Park. Nato come Santuario nel 1977, prese il nome dal fiume che vi scorre abbracciando la coda meridionale delle Satdupa Hills. Nel 1983 divenne Parco Nazionale e Tiger Reserve nel 1992. Sembra inoltre che Kipling avesse ambientato in questa regione il suo famoso “Libro della Giungla”. Cena e pernottamento.
11° giorno: PENCH NATIONAL PARK
Anche qui avremo a disposizione due uscite di Game Drive, una la mattina ed una nel pomeriggio, per scoprire la ricchezza naturalistica che contraddistingue il Parco, particolarmente varia grazie ad una complessa topografia.
12° giorno: PENCH/NAGPUR/DELHI
Dopo la colazione, trasferimento all’aeroporto di Nagpur (90km) in tempo per la coincidenza con il volo per Delhi. Ritorno in Italia verso le località di partenza.
Per saperne di più: VIAGGIO INDIA PARCHI E TIGRI

 

Four Seasons Natura e Cultura
Sito: viagginaturaecultura.it
Mail: [email protected]
Publiredazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 20 =