Il teatro sostenibile è di carta riciclata
La struttura, che ospiterà gli spettacoli del teatro di Cardiff, è costruita con mattoni carta riciclata e travi di bamboo. Il tetto è fatto con un vecchio tendone da circo

Immaginate di seguire una rappresentazione in un teatro di carta completo di sistema di isolamento dal rumore esterno. Se non ci riuscite fate un salto a Cardiff (Galles) alla fine dell’estate. Toccherete con mano l’invenzione dell’architetto parigino Andrew Todd. Sarà in questo originale spazio scenico che si svolgeranno gli spettacoli del World Stage Design di Cardiff, la manifestazione annuale dedicata all’arte teatrale che si terrà dal 5 al 15 settembre 2013. carta riciclata, bamboo, consumi energetici,

Immaginate di seguire una rappresentazione in un teatro di carta completo di sistema di isolamento dal rumore esterno. Se non ci riuscite fate un salto a Cardiff (Galles) alla fine dell’estate. Toccherete con mano l’invenzione dell’architetto parigino Andrew Todd. Sarà in questo originale spazio scenico che si svolgeranno gli spettacoli del World Stage Design di Cardiff, la manifestazione annuale dedicata all’arte teatrale che si terrà dal 5 al 15 settembre 2013.

Ogni anno l’ente organizzatore indice una gara per la presentazione di progetti innovativi per la costruzione di un Sustainable Theatre, una struttura temporanea a basso impatto ambientale atta a ospitare gli eventi. L’opera di Todd sarà costruita totalmente con MATERIALE DI RECUPERO. Ispirato al celebre teatro londinese Globe, il teatro mantiene la stessa pianta circolare, ma materiali diversi: i muri sono mattoni di CARTA RICICLATA, mantenute insieme da una impalcatura esterna di bamboo.


Variopinti e originali, i blocchi sono ottenuti da fogli di carta pressati ricavati da vecchie riviste, giornali e documenti d’ufficio. Verranno assemblati sui ponteggi dalla forma circolare creando uno spesso muro che riparerà l’interno dal rumore esterno provocato degli eventi in corso negli altri spazi del festival. Un’ulteriore strato di cartone e bamboo rifinirà la facciata, fornendo un ulteriore sostegno strutturale. E sempre di cartone saranno il palco e la platea.

Il teatro è sostenibile anche dal punto di vista dei CONSUMI ENERGETICI, perché non richiede altre luci che i riflettori del palcoscenico. Il tetto è infatti costituito da una tendone da circo riciclato, teso su un telaio di bamboo, e aperto nel centro per consentire l’ingresso della luce naturale quando è necessario.

Dall’esterno, questo curioso spazio scenico sembra strutturato e caotico insieme. Il telaio di bambù suggerisce ordine, mentre la peluria delle balle di carta riciclata colorate e tagliuzzate allude alla creatività artistica degli spettacoli che verranno ospitati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + tredici =