Il fotovoltaico conviene ancora: ecco perché è ancora un buon affare

Il Quinto Conto energia, è arrivato alla fine e dal 6 di luglio 2013, non è più possibile richiedere gli incentivi correlati all’allaccio di un impianto fotovoltaico di qualunque tipo e dimensione. Molti persone quindi sono erroneamente convinte che non sia più utile fare installare un impianto Fotovoltaico sul proprio edificio: sbagliato, ci sono ancora due grandi vantaggi, il primo di natura economica, l’altro di impatto sostenibile. Fotovoltaico, impianto fotovoltaico, conto energia, detrazione fiscale, energie rinnovabili, risparmiare

Il Quinto Conto energia, è arrivato alla fine e dal 6 di luglio 2013, non è più possibile richiedere gli incentivi correlati all’allaccio di un impianto fotovoltaico di qualunque tipo e dimensione. Molti persone quindi sono erroneamente convinte che non sia più utile fare installare un impianto Fotovoltaico sul proprio edificio: sbagliato, ci sono ancora due grandi vantaggi, il primo di natura economica, l’altro di impatto sostenibile.
Al di la dei numeri di installazione di questi anni, dei mega installati e delle percentuali di energia prodotta, guardiamo ai dati oggettivi e interessanti: installare un impianto rinnovabile fa risparmiare.

Oggi l’incentivo economico del GSE non c’è più, ma si può accedere alla Detrazione Fiscale del 50% dell’impianto; inoltre per uniformarsi alle nuove esigenze il mercato e i grandi produttori, hanno adattato i prezzi dei componenti fotovoltaici, con una conseguente discesa rapida dei prezzi negli ultimi mesi.

Nonostante quindi un sistema di leggi che nel tempo non ha dato continuità e programmazione, alla solita maniera Italiana, ci stiamo avvicinando sempre più alla “grid parity” (punto in cui il costo di produzione/installazione dell’energia da fonti alternative costa lo stesso prezzo dell’energia tradizionale). Altro aspetto molto importante è che ora viene premiato l’autoconsumo dell’energia prodotta, in altre parole si premia chi consuma energia pulita e non chi specula dalla sua produzione in massa.

Gli impianti Fotovoltaici ora si ripagano in tempi più brevi che in passato: ora un impianto rientra in anche in 4-5 anni contro i 6-7 del 5 conto energia.
Quindi detrazione fiscale in primis, costo ridotto dell’impianto e autoconsumo del prodotto sono i nuovi motori economici degli impianti fotovoltaici: convenienza economica e quindi ambientale. Maggior numero di impianti vuol dire aumento della produzione di energia pulita, sostenibilità energetica, diminuzione della dipendenza Italiana da “rubinetti energetici” esteri, riduzione dei costi orari dell’energia, delle bollette, dei costi industriali, diminuzione di gas serra: influenza positiva sia per le bollette sia per l’ambiente.
il Quinto conto energia è finito, il sole invece ci illuminerà ancora per lungo tempo, non aspettare ad installare il tuo impianto rinnovabile.

L’esperto è a vostra disposizione per domande e chiarimenti: Iarkhi Studio di Bioarchitettura dott. arch. Cinzia Bagnoli, dott. arch. Mattia Fantoni tell/Fax 0571-1721014 web: www.iarkhi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × due =