Halloween: dolcetto, scherzetto e un pizzico di Stile Naturale
Nella cupa notte di zucche, streghe e fantasmi: Stile Naturale ti dà qualche idea in più per distinguerti con allegria e rispetto per l’ambiente

Tra pochi giorni sarà Halloween. Che siate genitori di splendidi bambini o adulti che amano le feste, probabilmente starete già pianificando cosa fare il 31 di questo mese, eventualmente alla ricerca di qualche dettaglio per distinguervi.
Nella cupa notte di zucche, streghe e fantasmi, il colore d’eccezione potrebbe essere il verde ovvero quello del rispetto dell’ambiente. Ma come? la festa vi sembra un tantino troppo consumistica per essere sostenibile? Tranquilli, Stile Naturale vi darà gli spunti giusti.

TRAVESTIMENTI
Prima cosa a cui pensare sono i costumi ovvero i travestimenti. A farla da regina sarà sicuramente la vostra fantasia. Partiamo dal più classico ovvero quello per diventare streghe per darvi qualche esempio iniziale. Le idee in giro sono molte. Noi vi forniamo la nostra.
Aprite l’armadio, selezionate abiti che non mettete più (e se siete donne sicuramente ne avrete a iosa) come una gonna rovinata a cui mettere toppe (magari tagliate da altri abiti oramai usurati), uno scialle o una vecchia coperta in disuso, i vecchi scarponi che usate per andare in montagna e, se lo avete, anche il cestello dei funghi.
Il resto a vostra fantasia.
In testa un’idea potrebbe essere mettete quella bandana che andava tanto di moda anni fa e che non avete avuto il coraggio di buttare o un fazzoletto, come quelli della nonna. Se invece siete affezionate al cappello da strega, potrete farlo in casa con del semplice cartoncino e agghindato a piacere con pezzi di stoffa avanzati ma anche con rami secchi, potrebbe essere originale.
Se invece puntate a travestimenti diversi, per pargoli inclusi, lasciatevi ispirare dalla rete per diventare ad esempio fantasmi partendo dal classico lenzuolo vecchio, vampiri, oppure scambiatevi i travestimenti tra amici o creando “discussioni” su facebook.
Il Trucco… sicuramente ci starete pensando. Lasciate stare prodotti chimici e affidatevi anche qui al naturale. Creme, amido e colorante per alimenti basteranno seguendo un semplice tutorial.

DOLCETTO O SCHERZETTO?
I dolciumi… re della serata! Se siete buoni cuochi non potrete non cimentarvi con dolcetti fatti a mano (ovviamente a forma di zucca o di mostri) e anche se offrirete qualche prelibatezza salata sarà sicuramente gradita. Se non avete tempo (o le doti culinarie) la scelta potrà andare tra quelli biologici e/o equosolidali.

Cosa usare per far portare i dolci ai bimbi? Quella vecchia federa che non usi più, magari un po’ agghindata con pezze e rattoppi? O un cestino che ti avanza? Saranno perfetti! Altrimenti le più fantasiose ed esperte potranno cimentarsi in tanti fantasiosi progetti della rete.

FESTE, FANTASMI E ADDOBBI
Visto che avete già abito e dolci, avete deciso di mettere in piedi un vero e proprio party del terrore? La prima cosa a cui penserete sarà l’addobbo della casa. Per le ragnatele potrete usare fili, magari avanzati da qualche lavoro a maglia. Bianchi, grigi e neri non mancano mai solitamente.
Altrimenti potrete riutilizzare qualche foglio (scritto magari da un lato da riutilizzare) per realizzare ragnatele, fantasmi e pipistrelli di carta, ovviamente facendovi aiutare dai vostri figli. Zucche – rigorosamente biologiche e da mangiare passata la festa, altrimenti già svuotate –  candele da voi create utilizzando varie rimanenze, foglie secche e potature di alberi faranno il resto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =