GreenApes, la community del vivere eco-sostenibile

Volete essere più green, ma non sapete come fare? Non preoccupatevi! Da adesso vi aiuta anche la tecnologia. Con la nuova app per smart phone GreenApes potete registrare e condividere con altri utenti le vostre azioni eco-sostenibili, dare e ricevere suggerimenti sulle pratiche eco-friendly, fino a creare un vostro profilo green personalizzato con statistiche giorno per giorno e gareggiare con i vostri amici a chi ha lo stile di vita più ecologico. Scopo di GreenApes è infatti creare una community di persone interessate a vivere in modo eco-sostenibile, attraverso un meccanismo di ingaggio e premiazione. Come funziona? I comportamenti sono suddivisi in quattro categorie: cibo, mobilità, casa e shopping. L’utente condivide ogni singola azione eco-sostenibile effettuata con i membri della community. A ogni azione corrispondono dei punti (rappresentati da noci) che si possono utilizzare per innestare delle competizioni con gli amici sullo stile di vita o sulle singole azioni.

Richiamando l’immagine della giungla in cui gli scimpanzé vivono in branco influenzandosi gli uni con gli altri, la app pone l’accento sul concetto di impulso reciproco: le pratiche sostenibili di un utente rappresentano uno stimolo per un altro utente. L’aspetto comnunity di GreenApes si basa infatti sullo scambio di informazioni su comportamenti ecologici, ma anche prodotti e servizi, per ora solo attraverso suggerimenti, presto anche mediante discussioni.

La app ribalta l’approccio all’ecologia stimolando le pratiche sostenibili positive: “Non chiediamo agli utenti di confessare i consumi energetici derivanti dalle proprie abitudini, ma di condividere azioni di impatto positivo sull’ambiente” sottolinea Gregory Eve, co-fondatore di GreenApes insieme a Francesco Zingales, Renato Orsato e la società di software Develer. Per fare un esempio: la app non calcola l’impatto negativo di una cena a base di carne, ma registra l’impatto positivo di un pasto vegetariano.

GreenApes collabora con istituti di ricerca, chiamati Jungle Guardian, per supervisionare la correttezza dei contenuti degli utenti e verificare le credenziali dei partner commerciali del progetto.
La app è gratuita e funziona sull’iPhone, ma nel giro di alcuni mesi sarà disponibile anche la versione per Android.

Facebook 1Facebook 2, greenapes

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − sei =