Cosa fare nel giardino d’aprile seguendo le fasi lunari: semine, trapianti, potature

Nel giardino d’aprile o sono già in piena fioritura le forsythie,le mahonie e le cidonie e stanno per fiorire anche tutte le piante cidofile, iniziando dalle azalee fino alle camelie ed ai rododendri. In piena fioritura nelle prossime settimane anche la lilla (syringa variegata) con i suoi fiori violacei (lilla per l’appunto) e tutte le bulbose trapiantate in autunno o in primavera. È il momento anche dei trapianti, sia delle piante aromatiche, dalla salvia, al timo, al rosmarino, alla lavanda, all’origano, che, se posizionate in luoghi riparati potranno sopravvivere anche agli inverni meno rigidi, delle piante da siepe ed anche degli iris e delle peonie “da collezione”. Anche in giardino faranno la loro comparsa temibili patogeni, dagli afidi sulle rose ed oleandri, ai tripidi sulla lentiggine, alla processionaria del pino, al mal bianco sul lauroceraso.

I LAVORI NEL GIARDINO D’APRILE

A luna crescente
Si semina all’aperto: le annuali a crescita veloce come il girasole, astro, la nigella, la portulaca, la zinnia, la zucchetta ornamentale. Inoltre, se la temperatura supera i 10 gradi: calendula, crisantemo, convolvolo, malva regina, papavero, iberis e graminacee, la viola, la violacciocca.
Si semina in semenzaio: dalia annuale, Amaranthus, astro, zinnia, campanella rampicante, petunia, zinnia, salvia ornamentale, begonia e garofano. In piena terra  le talee di di crisantemo e i bulbi di gladiolo, la dalia e se sono pre germogliati l’anemone, l’iris, il giglio, il ciclamino.
Propagazioni: si suddividono i cespi delle piante acquatiche di sponda come la Tipha, Lythrum salicaria. Verso la fine del mese fare la stessa cosa con la ninfea e il fior di loto.
Per talea si riproducono Delphinium e Lychnis riponendoli su sabbia e torba. Si suddividono i cespi delle erbacee perenni come Cerastium, Liatris, Stachys e le graminacee ornamentali.

A luna calante
Si potano: la Camellia sasanqua per contenerne l’esuberanza. Si potano le siepi spoglianti e sempreverdi. A fine mese si tolgono i boccioli di rose in esubero.
Altri lavori in giardino: si preparano i terreni per impiantare i bulbi a fioritura estiva arricchendoli con terriccio ben maturo. irrorare i rosai di ossicloruro di rame e zolfo bagnabile al fine di prevenire gli attacchi dei funghi. Piantare spicchi d’aglio ai piedi dei rosi e fiori di tagete. Rinvasare, sfoltire e tagliare la parte radicale dei pelargoni prima di metterli al’esterno.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + 5 =