Ghirlande natalizie in stile nordico (video tutorial)
Fiocchi di cotone, cannella, agrifoglio e abete nordico sono solo alcuni degli elementi che Simona Nannelli utilizzerà nella lezione realizzata per Stile Naturale sulla creazione delle ghirlande di Natale in stile nordico. Guarda il video!


Le ghirlande natalizie nordiche richiedono elementi freschi che possono essere reperiti anche nel bosco. Con un po’ di manualità e fantasia si possono fare con la stessa tecnica anche addobbi natalizi da mettere come centro tavola per la corona dell’avvento con le 4 candele da accendere ogni domenica di dicembre.

Oppure si creeranno dei festoni per la porta d’ingresso o per il vostro camino di casa. Simona Nannelli di “Nel meriggio d’oro” di Firenze, ci spiegherà passo dopo passo come realizzare con elementi naturali, le ghirlande natalizie fai da te. Cura dei particolari e manualità sono la base per i preziosi consigli che Simona verrà a darci. Guarda tutto il video tutorial sulle ghirlande natalizie per sapere integralmente come fare. Qui sotto troverai tutti i passaggi salienti e la lista dei prodotti da tenere a disposizione per costruire la tua ghirlanda. Buon lavoro!

GLI ELEMENTI BASE

  • Base intrecciata di midollino o di salice o di tralci di vite
  • Abete nordico ad ago tondo
  • Cipresso argentato con bacche
  • Foglie di magnolia
  • Agrifoglio variegato
  • Fette di limone stabilizzate
  • Cannella
  • Pigne secche
  • Fiocchi di cotone naturale
  • Forbici potatura da vigna
  • Corda di cotone
  • Filo steso d’acciaio verde
  • Filo d’acciaio cotto misura 16
  • Guanti da giardinaggio

Ovviamente più varietà di materiali abbiamo e più la ghirlanda sarà più elegante. Per questa composizione Simona ha cercato di presentare degli elementi freschi che si possano facilmente reperire anche in un bosco o dal fiorista di fiducia. In particolare vi indichiamo l’abete nordico che nel tempo si stabilizza e non perde gli aghi: queste ghirlande possono essere realizzate già alla fine di novembre per rimanere intatte tutto il periodo natalizio e oltre.

I CONSIGLI PER LA PREPARAZIONE

La scelta degli attrezzi
Importante è avere i giusti attrezzi per raggiungere un buon risultato. Per il taglio usare forbici per piccolo giardinaggio come quelle da potatura da vigna che riescono a fare senza troppo sforzo tagli netti e precisi.

LEGGI ANCHE: AMARYLLIS, COME COMPORLI PER NATALE

amaryllis-rossi
DECORAZIONE DI NATALE CON AMARYLLIS ROSSI

Il filo per legare i rami alla base della ghirlanda è un filo di acciaio cotto che si acquista nei negozi di hobbistica. Quello più indicato per essere maneggiato e legato nella composizione è della misura 16 perché ha una buona resistenza quando si va ad avvolgere, non si strappa quando si tira e si taglia facilmente all’abbisogna. E’ un acciaio cotto quindi è molto malleabile ed è ottimo per lavorare le ghirlande natalizie. Degli steli di acciaio verde vi saranno utili per legare le decorazioni come la cannella, il limone, la pigna e il cotone senza che si veda l’acciaio del filo. Della colla a caldo sarà necessaria, ma andrà bene anche una qualsiasi colla presente in casa.
COME TAGLIARE L’ABETE 
Il consiglio è di partire a tagliare sempre dalla parte bassa della frasca per poi salite così che se avanza il materiale lo potrete utilizzare anche per altri addobbi natalizi. Altro consiglio: più i rametti sono piccoli e più la ghirlanda viene folta. Quando si tagliano le parti legnose quindi quelle più rigide il consiglio è quello di tagliare in diagonale e non dritto, praticamente lasciando il labbro tagliato sotto al ramo. Una volta che si va a rimontare il ramo la parte tagliata rimarrà nascosta.

GUARDA ANCHE COME REALIZZARE LA GHIRLANDA DI POPCORN (video tutorial)

ghirlanda di popcorn e pallina di popcorn
Ghirlanda di popcorn e pallina di popcorn fai da te

PRIMI PASSI

Si mettono insieme le cime di abete e si fa la prima legatura che deve essere molto precisa e accurata, assicurandosi che non si sfili e lasciando un pezzettino di acciaio lungo così da fissarlo in una chiusura solida. Il senso da seguire per il montaggio della ghirlanda, vorrà che ogni rametto aggiunto vada a coprire i gambi di quello precedentemente apposto, evitando così le parti vuote. E’ bello dare un po’ di varietà alle vostre ghirlande natalizie, quindi se in giardino avete dell’alloro o del bosso vanno benissimo, possono essere aggiunti a vostro gusto. Via via si montano tutti i pezzettini variando le foglie inserendo nuovi elementi, come la magnolia che è abbastanza elastica ed elegante. Questi elementi si possono argentare, sbiancare o dorare. E’ Tutto lasciato alla vostra creatività. Quando si arriva a legare degli elementi decorativi lungo una superfice tonda l’indicazione è di non mettere tutte le foglie schiacciate, questo perché limitano la rotondità della composizione. Invece quando le legate fate un piccolo bouquet tridimensionale e questo vi consentirà di avere una resa migliore.

LA CREATIVITA’ AL COMANDO

A gusto di chi crea si possono lasciare parti a vista o con decorazioni diverse, l’importante è seguire sempre il verso della composizione seguendo una certa simmetria e tridimensionalità. Quindi una volta montata una decorazione che scorre in senso orario potreste dall’altra parte fare la stessa decorazione che vada in senso antiorario e nel mezzo aggancerete una decorazione centrale che potrà essere con pigne o con altri elementi. Si può iniziare a mettere del cipresso argentato con le sue belle bacche, questo velocizzerà anche la realizzazione. Attenzione a non tagliare pezzi troppo grandi altrimenti si perderà la rotondità della composizione.

ATTENZIONE E BUON GUSTO

Usate sempre dei quanti per fare questi lavori perché le mani rimangono piene di resine che saranno difficili da togliere.

LEGGI ANCHE: GHIRLANDE DI SALICE

Vi consigliamo anche di provare a creare una ghirlanda tutta di magnolia, viene molto elegante e bellissima e dura a lungo. Oppure per un festone per una testata di un camino e per l’ingresso di casa potrete usare la magnolia legandola ad una canna di bamboo dove monterete tutti gli elementi come stiamo facendo per questa ghirlanda. Per chiudere le vostre ghirlande natalizie farete finta di cucire: ruoterete il filo, mantenendo un anello libero e ci passerete dentro il rocchetto tirando il filo.

LE DECORAZIONI

Quando si è finita la ghirlanda si potrà decidere quale sarà l’alto o il basso della composizione a secondo della distribuzione del verde. In questo caso si inseriranno rametti di agrifoglio variegato lasciando un pezzo di stelo che andrà inserito dentro le legature che si sono già fatte. Mantenete sempre l’andamento della ghirlanda fate attenzione alla composizione generale. Poi metteremo le pigne: si prende un filo verde con il quale si legherà la pigna: una volta inferrata si legherà alla ghirlanda. Le fette di limone verranno preventivamente fissate al filo verde con una colla a caldo e verranno così inserite e legate alle vostre ghirlande natalizie fai da te. Stessa cosa per la cannella che bloccherete con il filo di ferro e poi legherete vicino ai limoni. Infine si chiuderà il tutto con il fiocco di cotone naturale anche questo legato col filo di ferro e poi assicurato alla ghirlanda.

POTREBBERO INTERESSARTI

 

Se vi è piaciuta la composizione condividetela con le amiche e lasciate un commento qui sotto! Per sapere tutto su Simona Nannelli cliccate sotto:
nelmeriggiodoro.com
facebook.com/nel.meriggio.d.oro.firenze
instagram.com/nelmeriggiodoro

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + 9 =