Come cucinare con l’ essiccatore: 2 ricette (le guide)
Tutto quello che dovete sapere sull’ essiccatore e su come cucinare gli alimenti con questo piccolo elettrodomestico innovativo, sano e molto funzionale.

L’ essiccatore è un piccolo elettrodomestico utilizzato in cucina che serve a conservare il cibo in maniera del tutto naturale.

NEWSLETTER 1

Si tratta di un metodo nuovo che permette di dividere in ogni alimento la parte liquida da quella solida tramite il processo di evaporazione. Questo metodo sostituisce il processo di essiccare gli alimenti al sole ed aspettare il tempo necessario (a volte anche giorni) che questi si essiccassero molto bene con il calore.

VANTAGGI DELL’ ESSICCATORE DOMESTICO
Utilizzare l’ essiccatore per essiccare gli alimenti comporta numerosi vantaggi rispetto alle metodologie utilizzate fino ad oggi. Il calore del sole infatti non solo impiega più tempo per essiccare gli alimenti ma è capace di assorbire alcune sostanze nutritive ed organolettiche dei cibi compromettendo i loro valori nutritivi. Tra i principali vantaggi infatti avrete la possibilità di essiccare tutti i cibi che volete dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura, in un processo che si svolge molto rapidamente e in modo economico. Non c’è bisogno di aggiungere alcun altra sostanza in qualità di conservante chimico in quanto i cibi essiccati si mantengono per un tempo abbastanza lungo. Inoltre non ci sarà nessuna variazione a livello nutritivo lasciando intatte tutte le vitamine, i sali minerali e altri nutrienti che solitamente vengono persi durante la cottura dei cibi.

LEGGI ANCHE: COME UTILIZZARE LA FRUTTA ESSICCATA 

zucchero aromatizzato
COME PREPARARE IN CASA DEGLI ZUCCHERI AROMATIZZATI

COME CUCINARE IL DADO GRANULARE CON L’ESSICCATORE DOMESTICO
Tra gli ingredienti per preparare il brodo potrete mettere tutto ciò che vi piace tra cui:

 

LEGGI ANCHE: TUTTI I MODI PER AUTOPRODURRE IL DADO 

DADO
DADO FATTO IN CASA, TUTTI I MODI PER AUTOPRODURLO

Cominciate a sbollentare in acqua bollente il sedano, le carote, la patata. Asciugare per bene con un canovaccio e tagliare tutti gli ingredienti in piccoli pezzi. Mettere in un cestello del vostro essiccatore il sedano, le carote, il prezzemolo e la cipolla. In un altro cestello mettete ad essiccare tutti gli altri ingredienti tagliati a pezzetti seguendo le istruzioni del vostro modello di essiccatore domestico. Nel momento in cui gli ingredienti sono asciutti e non essiccati del tutto si può cominciare a tritarli. Una volta conclusa questa operazione, riporre di nuovo sui piani dei cestelli foderati con della carta da forno per continuare il processo di essiccamento. L’unico ingrediente che dovrete lasciare essiccare completamente è il pomodoro che una volta prosciugata tutta l’acqua potrete tritarlo. Abbassare la temperatura dell’essiccatore fino a 40°C e lasciare ad essiccare per almeno dodici ore. Ora vi troverete con delle verdure per il brodo completamente essiccate. Pesatele e mescolatele con la stessa quantità di sale grosso. Tritare il tutto finemente ed otterrete del brodo granulare in polvere home made pronto per essere utilizzato ogni qual volta vi occorre. Ricordate che un dado corrisponde a un cucchiaino e mezzo.

LEGGI ANCHE: FAI DA TE IL DADO A CRUDO

DADO CRUDO
COME FARE IN CASA IL DADO VEGETALE A CRUDO

COME CUCINARE I POMODORI SECCHI CON L’ESSICCATORE
Se avete dei pomodori biologici e maturi non perdete l’occasione per realizzare dei pomodori secchi da conservare poi sott’olio. Lavate, asciugate per bene e tagliate in spicchi uguali i pomodori. Togliete tutta l’acqua interna e i semini. Salateli e disponeteli nei cestelli dell’essiccatore senza sovrapporli e con la polpa interna rivolta verso l’alto. Accendete l’apparecchio a 60°C e almeno ogni tre ore controllate i vostri pomodori cambiando anche la disposizione dei cestelli ed uniformando così il processo di essiccazione. Vi occorreranno dalle 12 alle 24 ore per avere tutti i pomodori essiccati e ben asciutti. I pomodori secchi sono pronti da essere messi in dei barattoli sott’olio da utilizzare all’occorrenza. Magari potreste pensare anche di fare un patè di pomodori secchi seguendo lo stesso procedimento solo che alla fine occorre macinare il tutto aggiungendo dei capperi di Pantelleria.

GUARDA IL VIDEO

Come creare i fogli di “Alga Nori” per Sushi senza Alga Nori (con l’essiccatore)

LEGGI ANCHE

Crudismo: come si mangia senza fuoco

Cucina naturale: l’ABC del vegetariano, vegano e macrobiotico

Marmellata di arance: facile, veloce e gustosa

Latte di soia: come farlo in casa in modo naturale

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − otto =