10 libri sull’autoproduzione e decrescita che non possono mancare nella vostra libreria
Se siete degli appassionati di ecologia, decrescita e autoproduzione, allora non potete farvi scappare i 10 titoli che vi racconteranno tutte le sfumature di un diverso modo di vivere…

È appena uscito per Ediciclo Editore, è stato presentato a Fa’ La Cosa Giusta di Milano ed è il nuovo libro della scrittrice bolzanina Elisa Nicoli: parla di decrescita e autoproduzione e si chiama “Senza pesare sulla terra”. Con lo stile ironico e brillante che le è tipico, Elisa nelle pagine del libro spiega quali sono i punti cardine dell’autoproduzione e della decrescita attraverso la sua esperienza attiva. Ecco allora le molte avventure e disavventure legate all’ambiente domestico, ma anche alla cura del proprio corpo e al proprio modo di esplorare il mondo. “Senza pesare sulla terra” mette in risalto soprattutto come siano le relazioni umane una delle chiavi vincenti per non essere mai soli in queste sfide ‘autoproduttive’ che, tutto sommato, aumentano anche la nostra abilità nello stare in relazione.

Vivere in 5 con 5 euro al giorno” di Stefania Rossini, Età dell’Acquario Edizioni, è ormai un must tra i libri che parlano di autoproduzione e decrescita. Stefania, partita con un blog divenuto ormai molto famoso, riporta nel libro l’esperienza di madre di tre fanciulli, nonché moglie, alle prese con il risparmio e l’autoproduzione di qualsiasi cosa! Sono molti gli spunti che potete trovare in questo libro.

Forse uno dei primi libri scritti in merito ad autoproduzione e decrescita, “Scappo dalla Città – Manuale Pratico Di Downshifting, Decrescita, Autoproduzione” di Grazia Cacciola (Fag Milano) è un saggio perfetto per chi si vuole avvicinare alle motivazioni che stanno dietro alla scelta di mollare tutto e andare a vivere in campagna. È un libro scritto benissimo dalla scrittrice milanese che oggi vive sull’appennino tosco emiliano e che potete seguire nel suo blog/sito.

Marinella Correggia per Altreconomia ci delizia con il piccolo libro “Io lo so fare” dove spiega come vivere a costo zero imparando ad autoprodurre cibo e ad autocostruire tantissimi oggetti di uso comune, tra cui il frigorifero! Davvero una pubblicazione speciale e scritta in modo dolcissimo.

La blogger di Mestiere di Mamma, Elisa Artuso, scrive per Il Leone Verde “Eco famiglie”, un saggio davvero esaustivo e ben scritto su come gestire una famiglia in maniera ecosostenibile: si parla di autoproduzione di cibo, di autocostruzione, di detergenza ecologica e di come fare la spesa in maniera consapevole!

Uno dei libri del teorico italiano della decrescita felice da tenere nella propria libreria è, senz’altro “La felicità sostenibile”: qui Maurizio Pallante, dopo una parte teorica sul Movimento della Decrescita Felice, scende nel pratico portando esempi utili da applicare alla comunità intera come gli orti condivisi o l’assistenza a bambini e anziani.

“Generazione Decrescente”, Età dell’Acquario Edizioni, è un testo di riflessioni e pensieri del quarantenne Andrea Bertaglio che analizza la necessità delle generazioni moderne, a partire dalla sua, di decrescere nella sostenibilità per un mondo più equo e sano.
I quarantenni di oggi sono i primi a pagare realmente le conseguenze di stili di vita sciagurati e di politiche economico-sociali fallimentari. Per la prima volta nella storia italiana, un’intera generazione sa che non potrà avere di più dei propri genitori.

Più incentrato sulla razzia delle terre coltivabili, una lotta che impegna ormai tutta la sua vita, è il libro di Vandana Shiva “Vacche Sacre e Mucche Pazze” di Derive Approdi Editore: in questo bel libro viene ribadito il diritto all’autoproduzione, a consumare in base alle priorità culturali e a criteri di sicurezza, diritto reso illegale dalle nuove regole del commercio globale, dove protagoniste sono le multinazionali.

E per spiegare, anche ai bambini, che crescita non è sempre sinonimo di felicità, vi consigliamo il libro edito da Edizioni La Meridiana scritto da Carlo Corzan e Sonia Scalco: con “Economia Felice” è possibile scoprire insieme ai bambini un mondo nuovo, quello della decrescita, dell’ecologia, dell’autoproduzione, delle relazioni con gli altri.
Il libro, corredato di riflessioni e attività pratiche per tutti gli educatori, genitori compresi, possiede all’interno un kit di attività per giocare con bambini e ragazzi, per riflettere insieme, fare crescere la consapevolezza che il futuro di questo pianeta è nelle loro mani.

E poi c’è “Ecologia del Risparmio” di Giulia Landini (Edizioni La Linea), una guida molto pratica dove l’autrice rintraccia sette ingredienti fondamentali per autoprodurre vivendo in decrescita e risparmiando: questi ingredienti sono aceto, bicarbonato, acido citrico, pasta madre, connessione internet, scarpe da ginnastica, limone. Ingredienti semplici, attraverso i quali ricostruire la propria vita, ma soprattutto le relazioni che diventano il perno fondante di questo stile di vita all’insegna della felicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 6 =