Cinture, borse e accessori realizzati con copertoni e camere d’aria

Dal riuso creativo di vecchi copertoni e camere d’aria bucate, nascono in Sardegna le creazioni di Duda Re-Cycle. Eduardo Caldeira – Duda per gli amici – è nato in Brasile 47 anni fa e da 4 anni vive in Sardegna. «Nel mio Paese ho lavorato 10 anni in banca, poi ho aperto un ristorante sul mare e mi sono trasferito in Italia. Lavoravo come cameriere in Emilia-Romagna e un giorno per strada ho visto un ragazzo che riutilizzava dei vecchi copertoni e ho pensato che potevo farne il mio lavoro».

Eduardo, che ora vive e lavora a San Vito, in provincia di Cagliari, vende le sue creazioni in giro per i mercatini della Sardegna: a novembre è stato al Festival di Scirarindi a Cagliari e sempre lì esporrà a dicembre in occasione della Fiera Natale 2012. Presto comincerà a distribuire anche fuori dall’isola cinture, borse, portamonete, portafogli, portatabacco, marsupi e bracciali. Le sue creazioni sono fatte con camere d’aria provenienti da automobili, camion e trattori e con i copertoni delle biciclette. Il tutto cucito con del filo cerato e rifinito con ganci e fibbie recuperati.

«Ho iniziato a fare questo lavoro – continua Eduardo – perchè mi piaceva l’idea di dare nuova vita a oggetti e materiali che sembrava avessero finito il proprio ciclo di vita. Inoltre i materiali per iniziare l’attività erano molto economici: è facile trovarli per pochi soldi dai gommisti e in giro per i mercatini e poi con tanta creatività e manualità (e anche tanto olio di gomito per far tornare pulita la gomma!) si possono trasformare questi “quasi-rifiuti” in originali pezzi unici da indossare o portare con sè».

Duda Re-Cycle di Eduardo Caldeira
San Vito (Cagliari)
Telefono +39 327 6622754
Email: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + sette =