Cinque giochi da fare in mezzo alla natura con i bambini
Chi da bambino non amava scorrazzare per campi? E chi non si è inventato rifugi segreti e barriere magiche utilizzando quello che trovava? Ecco 5 giochi da fare con i vostri bambini per far loro conoscere la natura

La casa sull’albero, l’altalena in giardino e poi i boschi e i prati e le capanne: quale bambino non ama scoprire i segreti della natura stando all’aria aperta? Giocare in mezzo alla natura stimola la creatività nei bambini, il buon umore e li riporta in contatto con la bellezza. Vediamo 5 giochi da fare con loro

I bambini amano i giochi in mezzo alla natura: a loro piace scorrazzare nei prati e nei boschi, spesso nei giardini di casa creano nascondigli e storie degne di un narratore esperto.
La società moderna, però, tende sempre più, per paure che sono degli adulti e non certo dei più piccoli, a rilegare i bambini in casa, davanti a un cartone animato o a un videogame. Questa problematica riguarda soprattutto chi vive in città dove gli spazi verdi latitano e la vita, e quindi la creatività, all’aria aperta langue.

Permettere ai bambini di vivere l’esterno, un prato, un bosco, un orto, è fondamentale anche per il futuro formarsi della creatività: in questi luoghi, infatti, i bambini creano situazioni avventurose dove loro sono i protagonisti, giocano con elementi semplici della natura, iniziando così a conoscere anche ciò di cui la terra è formata.
Portare i bambini a giocare all’aria aperta è un atto pedagogico e formativo che ogni educatore dovrebbe incentivare.
Tra l’altro i giochi da inventare con loro, qualora ve ne fosse necessità, sono davvero molti, in questa guida vogliamo raccontarvene cinque.

Altalena sull’albero
Inutile dire che l’altalena è uno di quei giochi, anche da adulti, irrinunciabili: per chi ha a disposizione un giardino dove poterla costruire, ecco come costruire un’altalena per grandi e piccini.

1 – La prima cosa da fare è individuare un albero con rami resistenti da poter reggere un peso sostenuto;
2 – Procuratevi due corde resistenti, quindi regolatene la lunghezza in base alla distanza tra il ramo dell’albero e il suolo. Fate un cappio a un capo della corda, passatela intorno al ramo e fate passare l’altro capo dentro il cappio. Tirate in modo che la corda si fissi bene al ramo. Fate lo stesso con l’altra corda.
3 – Per autocostruire la seduta, tagliate la tavola delle dimensioni giuste, solitamente di forma rettangolare, per permettere al bambino di sedersi. Potete farlo da soli, ma anche riferirvi a un falegname esperto. Praticate due fori su ognuno dei lati corti della tavola, quindi fate passare una corda dentro uno dei fori e fatela uscire dal foro corrispettivo sul lato opposto. Fate lo stesso con l’altra corda. Avvolgete il capo libero di una corda sull’altra e fissatelo bene. Fate lo stesso dall’altra parte.
Se, invece, siete amanti del riciclo, allora la seduta dell’altalena potrà essere realizzata partendo da un vecchio pneumatico usato. In questo caso vi servirà soltanto un pezzo di corda che fisserete da un lato all’albero, dall’altro al copertone, facendo, anche per fissare la ruota, il nodo a cappio che avete utilizzato per fissare la corda al ramo.

Come costruire una casetta sull’albero
La casetta sull’albero rimane uno dei sogni più grandi di ogni bambino; chi di voi non ne ha sognata una?
Con le dovute attenzioni e cure, la casetta sull’albero non è così difficile da costruire, come ci insegnano in questo post.

Costruire una capanna come rifugio segreto
Se portate i vostri bambini in un bosco, una delle prime cose che faranno è costruirsi un rifugio segreto: come dargli torto? Il bosco, profumatissimo luogo di segreti e scoperte!
Anche si i più piccoli ci penseranno da soli a realizzarlo, ecco come gli adulti potranno sostenerli in questa impresa.
Si sceglie un luogo asciutto, riparato dal vento e possibilmente protetto da alberi o da grossi cespugli. Occorrono quindi pali grossi e lunghi rami, delle corde per legare tra loro i rami e fogliame vario. Si incrociano a triangolo i rami, a modo di una capanna indiana, e li si lega solidamente fra di loro, infine li si copre con foglie, o con mazzetti legati di erba lunga. Bisogna affiancare strettamente tra di loro gli elementi della copertura e legarli bene, per evitare che la pioggia entri, o che il vento porti via la capanna.

Giocare agli gnomi e alle fate nel bosco
Gioco adatto soprattutto per i piccoli, il bosco contiene tanti segnali che gnomi e fate lasciano in giro per i bambini! Sarà divertente scoprire che una primula è il bacio della fata della Primavera che si preannuncia, che un riccio caduto diventerà la casa dello gnomo del bosco in autunno o che una grotta è la dimora magica dei folletti della Terra…

Trovare gli uguali
Si raccolgono circa 10 oggetti naturali come frammenti di roccia, semi, pigne, parti di piante. Si dispongono poi gli oggetti vicini e si nascondono con dei fazzoletti. Si scoprono gli oggetti uno per uno, invitando i ragazzi a cercare nei dintorni oggetti più simili possibili a quelli visti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 7 =