Cane Labrador: storia, razza e consigli

Il cane labrador aiutava i pescatori canadesi nelle loro attività. Sbarcato in Inghilterra diventa poi un cane da caccia, ma la sua intelligenza, docilità e facile addomesticabilità lo rende presto un ottimo compagno per tutta la famiglia.

 

LA STORIA DEL CANE LABRADOR

Il cane Labrador è originario del Canada e prende il suo nome dalla penisola del Labrador, ha come vicina l’isola di Terranova che da il nome ad un altra razza mansueta e gentile, il cane Terranova. La storia di questi due cani comincia dal cane di St. John, oggi purtroppo estinto, da cui partì la selezione delle due razze. Il cane St. John aveva una vita da marinaio, i pescatori lo portavano con loro per beneficiare del suo aiuto nel recuperare reti e pesci. Al tempo nessuno badava alla razza e perciò è probabile che si sia incrociato con qualche altra razza, fino a che, inconsapevolmente i pescatori selezionarono gli esemplari più intelligenti, i più forti capaci di nuotare nel selvaggio mare del nord e quelli di miglior carattere per poter restare a lungo insieme agli umani su una nave.
Erano i primi abbozzi della razza del cane labrador. La loro fama di ottimi cani da riporto e del buon carattere, spinse alcuni gentiluomini inglesi a farne una selezione mirata, per trasformare il rustico cane marinaio in un cane da caccia. Alla fine dell’800, a seguito di una legge severa in merito alla compravendita di questo cane, le vicende del cane Labrador diventarono solo europee. Il padre ufficiale della razza è il conte di Malmesbury, dal quale deriva il primo esemplare di cane labrador come noi lo conosciamo.  Il riconoscimento della razza da parte del Kennel Club arrivò nel 1904, il primo club inglese invece nacque nel 1916.

 

SHAMPOO PER CANI ALL’OLIO DI NEEM

shampoo-per-cani-all-olio-di-neem-250-ml

compra subito

 

LE DOTI DEL CANE LABRADOR

Come detto sopra, il cane Labrador già agli albori della razza, è stato selezionato naturalmente sulle doti che lo rendevano un perfetto compagno, infaticabile lavoratore e particolarmente socievole, dato che umani e cani dovevano viaggiare insieme anche a lungo.
Questo ha portato ad un cane intelligente, forte, facilmente addomesticabile e desideroso di compiacere, adatto a qualsiasi clima, agile e giocoso, di buon carattere e senza traccia di aggressività.

 

PER CHI È ADATTO IL CANE LABRADOR?
É perfetto per una famiglia con bambini piccoli o per persone anziane, è docile, empatico e affidabile.
Ma c’è un punto essenziale da tener ben presente, l’indole della razza è importante, ma parimerito se non di più è fondamentale l’educazione. Non si pensi che il cane labrador in sé sia sia un cane “facile” e “pronto all’uso”, sinonimo di docilità e facile addomesticamento senza che ci si impieghi un po’ di tempo. Tutt’altro! È un animale straripante di energia e desideroso di avere un utile scopo. Proprio perché molto intelligente e vitale, se non riceve stimoli costruttivi e non ha modo di sfogare la propria energia, può cadere in una spirale distruttiva ed avere problemi comportamentali che finiranno per ledere il vostro reciproco rapporto di fiducia. Dunque già da cucciolo, come per tutti i cani, necessita di regole decise ed univoche insegnate con tanta pazienza e costanza, è fondamentale che vi riconosca da subito come il suo riferimento. È importante educarlo a regolarsi nel gioco, in questo modo potrete stare tranqulli a farlo giocare anche coi bambini. Se non avete uno spazio all’aperto è necessario che faccia almeno una passeggiata al giorno, per il suo benessere psicofisico, equilibrio comportamentale e quindi la sua felicità. Inoltre se gli affiderete un compito per il quale potrà sentirsi utile lo aiuterete ad essere un cane equilibrato, ricordate sempre che il cane labrador è un “retriever”, un cane da lavoro. Ovviamente se avete una piscina sarà il cane più felice del mondo, d’altronde è un ex marinaio. Quindi se non avete pazienza o la costanza necessaria per educare un cane così vitale, non avete tempo per portarlo a passeggio o farlo sfogare, non avete uno spazio all’aperto o avete difficoltà a muovervi il cane labrador non è l’amico che fa per voi.

 

DIFETTI COMUNI DEL CANE LABRADOR
Se ben educato e avendo la possibilità di svolgere la necessaria attività fisica, il cane labrador non ha alcun difetto caratteriale. Purtroppo però anche lui come molti altri animali di razza paga il prezzo della selezione, tende infatti ad alcune malattie genetiche ereditarie: Displasia dell’anca e al gomito, Infezioni alle orecchie e in misura minore Patologie oculari. Tende inoltre all’obesità.

CONSIGLI

Gli allevatori devono sostenere una serie di esami medici sui genitori, dunque prima di acquistare il cane è necessario richiedere i risultati scritti degli specifici esami:

– Esami ufficiali scritti sul pedigree, per la displasia dell’anca(HD)e del gomito (ED) dei genitori.
– Esami agli occhi: certificato per entrambi i genitori, con esame oftalmologico indiretto che dichiari i genitori esenti da: cataratta ereditaria (HC), displasia della retina, (RD), atrofia progressiva della retina (CPRA).

Altri test fondamentali da eseguire sui genitori da parte dell’allevatore:
– Test OptiGen
– Test per la miopatia centronucleare (CNM):
– Test per la sindrome del collasso indotto da esercizio fisico (EIC):

Se non esistono prove scritte di questi test o l’allevatore resta vago e vi dice che non è possibile visionarli in quel momento, ringraziate e andate via.

È poi consigliato vivamente visitare l’allevamento, conoscere i genitori dei cuccioli e tempestare di domande l’allevatore.
Il prezzo di un cucciolo di genitori controllati e testati, mantenuti con tutte le cure necessarie, oscilla dai 900€ ai 1400€ euro. Non cedete alla tentazione di acquistare cani in un negozio o ad una fiera, o ancora peggio da annunci online che vi propongono di portarvi il cucciolo a domicilio, spesso si tratta di traffico illegale di animali e di cuccioli con alto tasso di mortalità, con la probabilità di sviluppare patologie fisiche e comportamentali. Sarebbe il caso anche di diffidare di allevatori improvvisati, a furia di incroci senza la dovuta competenza non fanno altro che accentuare il rischio di malattie ereditarie senza i dovuti controlli che invece effettuano gli allevatori seri.
D’altronde il prezzo garantisce il pedigree e i controlli medici necessari, oltre che un certo tipo di cura dell’alimentazione e nell’addestramento dei genitori, se non ci sono questi presupposti perché dovreste pagare?

 
CANE LABRADOR AL CANILE
Ognuno di noi sceglie il proprio amico ed è libero di andarlo a cercare dove vuole. Noi però vi esortiamo ad andare nei canili a vedere se è lì il vostro amico ideale. Spesso si trovano anche cani di razza, come i Labrador sia cuccioli che adulti. Non costano nulla e aspettano solo che si vada a prenderli. Pensateci! E fateci sapere.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 3 =