Borragine: il toccasana contro tosse e pelle secca
Della Borragine si utilizzano sia le foglie, ottime da cucinare, sia i semi da cui si ottiene un olio in grado di aiutarci in caso di pelle secca e sindrome premestruale. Guardiamo tutte le ricette per la salute!


La “Borago officinalis”, comunemente nota come Borragine, è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Boraginaceae, probabilmente originaria dell’Oriente. Ora viene coltivata ed è diffusa anche in gran parte d’Europa e in America centrale. I suoi fiori sono di un particolare colore blu-viola e presentano 5 petali disposti a stella; le foglie sono invece ovali, raccolte a rosetta sulla base, di un verde scuro, caratterizzate da una ruvida peluria.

NEWSLETTER 1
Il nome della pianta deriverebbe dal latino “borra”, che significa “tessuto di lana ruvida”, dovuto proprio alla peluria che ricopre le foglie; secondo un’altra ipotesi invece verrebbe dall’arabo “abu araq”, “padre del sudore”, legato alle proprietà sudorifere della pianta. Presso i Celti invece, la parola “borrach” significa “coraggio”, poiché la Borragine veniva usata, insieme al vino, per dare coraggio ai guerrieri Celti prima di affrontare i nemici in battaglia.

LEGGI ANCHE: ANICE STELLATO, L’ANTINFIAMMATORIO NATURALE

anice stellato
ANICE STELLATO: DIURETICO E ANTINFIAMMATORIO

La Borragine può essere utilizzata sia per la nostra salute che per la nostra alimentazione. In particolare, in cucina si utilizzano le foglie della Borragine, mentre per sfruttare le proprietà antinfiammatorie e protettive del sistema cardiovascolare della pianta si fa riferimento ai suoi semi, ricchi di acidi grassi polinsaturi, da cui con la spremitura a freddo si ottiene un olio vegetale, che trova impiego sia per uso esterno sia per uso interno, capace di aiutarci in caso di patologie della pelle come dermatosi, eczemi, psoriasi ma non solo.

OLIO DI BORRAGINE PER LA PELLE
L’olio di Borragine, che potete trovare in erboristeria, è ricco di acidi polinsaturi essenziali che hanno la capacità di rigenerare i tessuti cellulari combattendo gli acidi grassi saturi.

LEGGI ANCHE: OMEGA 3 DOVE TROVARLI NEGLI ALIMENTI

omega 3
OMEGA 3 PER VEGETARIANI: DOVE TROVARLI

L’olio di Borragine può dunque svolgere un’azione anti-age sulla pelle e aiutarci contro rughe, pelle secca e smagliature. Può essere assunto sia per via interna che per via esterna, applicandolo direttamente sulla pelle la sera, per sfruttare al meglio la sua azione antiossidante e riparatrice, oppure aggiungendone alcune gocce alla propria crema.

 

 

OLIO DI BORRAGINE PER LA SINDROME PRE-MESTRUALE
Essendo ricco di ormoni vegetali, l’olio di Borragine può aiutarci ad attenuare i disturbi della fase pre mestruale e mestruale. Inoltre, in fitoterapia, viene utilizzato anche per regolarizzare il ciclo mestruale.
TISANA DI BORRAGINE CONTRO LA TOSSE
Una tisana a base di Borragine può essere un rimedio per combattere tosse e infiammazioni dei bronchi. Fate bollire 10 grammi di foglie secche (oppure 20grammi di foglie fresche) in un litro di acqua per circa 30 minuti.

BORRAGINE IN CUCINA: FRITTATA E FRITTELLE
Si consiglia di consumare le foglie della Borragine soltanto cotte, in quanto crude risulterebbero troppo ispide. Possono essere lessate o saltate in padella, per frittate, minestroni o per ripieni. Non mancano ricette più sfiziose come foglie di Borragine fritte e i ravioli alla Borragine, famosi in Liguria.

LEGGI ANCHE: SAMBUCO CONTRO LA TOSSE

SAMBUCO
RIMEDI NATURALI, QUALI USARE CONTRO LA TOSSE

Per preparare una frittata di Borragine, basterà un mazzetto di foglie da sbollentare in acqua qualche minuto. Successivamente, tritate le foglie con il coltello e ripassatele in padella con olio, aglio, peperoncino e sale. Intanto, sbattete 4 uova con sale e pecorino. Togliete l’aglio dalla padella della Borragine prima di versarci le uova: amalgamate il tutto, poi coprite e cuocete a fuoco basso. Girate la frittata almeno un paio di volte aiutandovi con il coperchio e con un piatto piano per farla cuocere bene su entrambi i lati. Infine servite.
Se invece volete provare delle frittelle di Borragine, lavatene 12 foglie. Mentre aspettate che si asciughino, preparate la pastella con 120 grammi di farina 00 setacciata, 1 bicchiere di acqua gasata e 1 uovo. A questo punto, immergete le foglie di Borragine nella pastella, poi friggete in una padella con abbondante olio caldo. Salate quanto basta e gustatevi calde le vostre frittelle di Borragine!

LEGGI ANCHE: BORRAGINE COME CUCINARLA

BORRAGINE
ERBE SELVATICHE COMMESTIBILI DA CUCINARE: ECCO LE NOSTRE RICETTE SELVATICHE

 

 

 

CONTROINDICAZIONI
Attenzione a non associare l’olio di Borragine ad una dieta già ricca di oli di semi e povera di pesce, altrimenti il rischio è quello di avere effetti opposti a quelli desiderati; evitare anche nei soggetti che assumono anticoagulanti a causa dell’acido gamma-lineolico contenuto nei semi che può aumentare i tempi di coagulazione. L’uso della Borragine è da evitare in gravidanza e allattamento per la presenza di alcaloidi pirrolozidinici.

  • ATTENZIONE: Queste informazioni sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Non sostituiscono il medico generico o qualsivoglia specialista. Non vogliono e non devono sostituire le indicazioni del medico al quale vi esortiamo di affidarvi.  L’utilizzo, la somministrazione delle informazioni degli articoli sono di esclusiva responsabilità del lettore.  (ndr)

LEGGI ANCHE

Mal di gola, tosse e raffreddore: curarli con i rimedi naturali

Zenzero, salvia e timo contro le placche in gola

Echinacea, per curare raffreddore e mal di gola

Antibatterico naturale: 5 erbe che ci aiutano a stare meglio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 − sette =