Bacche di Goji per mantenersi in salute
Bacche di Goji: in molti conoscerete questi frutti rossi e leggermente allungati ottimi per la salute e contenenti diversi semini. Ma quanto ne sappiamo sulle proprietà e i benefici di queste specie?

Le bacche di Goji sono in grado di contribuire al mantenimento sano della nostra salute. In questo articolo potrete leggere le origini della pianta, come utilizzarli per l’organismo ma per creare esperimenti in in cucina. Le bacche di Goji, ottime per la nostra salute, nascono in modo spontaneo sulle vali dell’ Himalaya e appartengono alla famiglia delle Solanaceae la quale comprende anche il pomodoro, il tabacco e la melanzana. In natura esistono 2 specie: il Lycium barbarum e il Lycium chinense. Entrambe sono piante a foglia caduca. Il Lycium barbarum cresce nel sud della Cina e tende ad essere più basso, mentre il Lycium chinense è coltivato nel nord e tende ad essere più alto.

 

BACCHE DI GOJI PROPRIETÀ
Le bacche di Goji sono nutrizionalmente molto ricche: infatti contengono beta-carotene, vitamine B1, B2, C, B6 ed E, minerali, antiossidanti e amminoacidi, oltre che isoleucina, triptofano, zinco, ferro, rame, calcio, germanio, selenio e fosforo. Tra i componenti fondamentali, poi, vi sono sono fitonutrienti e bioflavonoidi di cui la Betaina utilizzata dal fegato per la produzione di colina, un composto che calma il nervosismo, migliora la memoria, promuove la crescita muscolare, e protegge contro la malattia del fegato grasso; la Fisalina, attiva contro tutti i principali tipi di leucemia e utilizzata anche nel trattamento dell’epatite B; la Solavetivone, potente composto anti-fungine e antibatterico e infine il Betasistosterlo, agente anti-infiammatorio e usato anche per trattare l’impotenza sessuale e l’allargamento della prostata. In ogni caso non ci sono studi scientifici che assicurano tutti questi benefici diretti dati dalle bacche di goji in quanto tali.

 

BACCHE DI GOJI BENEFICI
Altri disturbi che si ritiene siano curabili grazie alle bacche di Goji (ma anche inquesto caso non abbiamo trovato dati scientifici a supporto di queste tesi) sono: la visione offuscata, la debolezza generale, la mancanza di energia,i dolori alla schiena e alle articolazioni. Non solo, questi frutti pare possano aiutare a combattere gli effetti collaterali tossici di radio e chemioterapia, nonché essere un potente alleato contro ulcere, piaghe da decubito e congelamento. Infine, per la gioia delle donne che tengono alla loro giovinezza, alcuni studi hanno evidenziato che, avendo effetti antiossidanti, immunopotenzianti, antimutageni, ipoglicemizzanti, ipolipemizzanti, ipotensivi, contribuiscono al rallentamento del processo di invecchiamento.

 

BACCHE DI GOJI DOSE GIORNALIERA
La dose giornaliera delle bacche di goji è l’equivalete di una piccola manciata. Per chi si vuol divertire a contare le bacche come fossero pastiglie, 15 bacche sono il numero ottimale da consumare in giornata, anche così a crudo come se fossero un dolcetto o delle caramelle. Vi sentirete subito rivitalizzati dagli zuccheri della bacca

 

CHE SAPORE  HANNO?
Le bacche di goji hanno un sapore dolciastro che ricorda lontanamente quello dell’uvetta. Si acquistano essiccate e se non si idratano immergendole in acqua o liquore il sapore è molto più tenue delle sue potenzialità. Ben si accorda con lo yogurt e unito al miele, magari al miele di acacia si esalta la dolcezza naturale. La scorza è relativamente polposa e contiene dei piccoli semi che non sono rilevabili alle papille gustative.  Un altro nome delle bacche di goji è bacche di volpe, almeno i cinesi così le denominano.

 

BACCHE DI GOJI USO CULINARIO
Come alimento, le bacche di goji essiccate possono essere gustate crude o cotte. Il loro gusto è in qualche modo è simile a quello dell’uva passa. Esse sono un ingrediente usato molto spesso nelle zuppe cinesi. I germogli e le foglie del Lycium vengono coltivati anche commercialmente come un ortaggio a foglia. Peraltro, è anche possibile produrre un ottimo vino.

 

BACCHE DI GOJI CONTROINDICAZIONI

I farmaci anticoagulanti oltre a quelli per il diabete non sarebbe indicato usarli uniti alle bacche di goji. Non ci sono però indicazioni precise su questa tematica perchè la conoscenza delle bacche di goji è ancora molto recente qui di non ci sono molti studi scientifici a riguardo. In ogni caso, sia che si segua una cura anticoagulante, o per il diabete, o di altro genere è sempre necessario  informarsi dal proprio medico sull’utilizzo di queste bacche.

 

BACCHE DI GOJI RICETTE: TORTA DI MELE CON LE BACCHE DI GOJI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 19 =