Aurora boreale, cosa sapere per non perdere lo spettacolo
L’aurora boreale è uno spettacolo della natura che si verifica sempre più di rado tant’è che oggi giorno è diventato sempre più difficile. Ecco alcuni consigli utili su dove e quando vedere l’aurora boreale e non farsi cogliere impreparati.

L’Aurora Boreale è uno dei fenomeni di fronte ai quali ci si arriva a chiedere se stiamo assistendo ad un sogno o è tutta realtà. Scie luminose nel cielo con le numerose sfumature cromatiche regalano uno spettacolo che vale da solo l’attesa al freddo polare. Il colore verde si alterna con delle piccole sfumature di rosa, bianco, blu. Ma come nasce questo fenomeno? L’aurora boreale è determinata dall’attività del sole che rilascia numerose particelle solari durante le esplosioni e le eruzioni solari. Queste particelle una volta che si incontrano con il campo magnetico terrestre e interagendo con gli strati superiori dell’atmosfera, sprigionano energia tale da manifestarsi sotto il fenomeno dell’aurora boreale.

Non è facile vederla quindi, chi decide di assistere all’aurora boreale deve armarsi di santa pazienza e deve scegliere bene dove e quando andare per non rimanere di certo delusi e ritornare a casa senza aver visto nulla.

PERIODO MIGLIORE PER VEDERE L’AURORA BOREALE

aurora boreale con neve

Il periodo dell’anno migliore per assistere all’aurora boreale è dal 21 settembre al 21 marzo dell’anno successivo. Queste date coincidono con l’equinozio di autunno e l’equinozio di primavera periodo in cui nei paesi del nord vicino al Polo aumentano le ore di buio che cala fin dalle sei del pomeriggio. Il fenomeno però, pur manifestandosi più intensamente, non è di certo garantito. Il tutto dipende anche dalle condizioni climatiche. I mesi più indicati sono settembre, ottobre e novembre perché meno nevosi e più umidi; mentre dicembre e gennaio il clima è secco con molta probabilità di neve. Dai mesi di aprile invece aumentando le ore di sole c’è meno probabilità di avvistamento.

I PAESI MIGLIORI PER VEDERLA

aurora borealis Calgary

I paesi del nord Europa e quelli sopra il Circolo Polare Artico sono i luoghi migliori dove l’aurora boreale si manifesta più facilmente. La nostra classifica inizia con la Norvegia che, grazie alla sua posizione, in quasi tutto il suo territorio si può vedere ma in particolare è nelle Isole Svalbard, Isole Lofoten e Tromsø. Anche la Danimarca e nel territorio delle isole Faroe è possibile assistere all’aurora boreale. In Scozia invece il punto strategico risulta essere l’isola di Skye, Highland del nord e Dunnet Head. In Finlandia, nel territorio di Luosto se l’aurora boreale si manifesta ci sarà una sirena ad avvisare. Non dimentichiamoci della Groenlandia con Kulusuk e Ammassalik e dell’Islanda con Reykjavik. Se ci spostiamo dal vecchio continente e andiamo in America e precisamente in Canada dove il punto migliore di osservazione è tra la regione dell’Ontario nel Lake Superior e il nord del paese nello Yukon. In Russia invece bisogna andare nella zona nord a Kola Peninsula, in corrispondenza della città di Murmansk.

CONSIGLI UTILI
Se avete deciso di soggiornare in uno di questi posti per ammirare l’aurora boreale prestate molta attenzione al meteo che potrebbe rovinarvi l’attesa. Infatti è sempre meglio evitare quando il cielo è molto nuvoloso, quando c’è la luna piena e quando il luogo dove vi appostate è troppo illuminato. Portate con voi coperte per coprirvi bene date le basse temperature.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre − uno =