Afte, 7 rimedi naturali per curarle
Fastidiose e dolorose e molto comuni: le afte si presentano solitamente su labbra e sulla mucosa delle guance, ma possono colpire anche la lingua. Ecco i rimedi naturali per curarle

Le afte si riscontrano nella maggior parte dei casi in soggetti afflitti da stress, disfunzioni del sistema immunitario o con condizioni salutari precarie, quindi sono consigliati ritmi di vita poco stressanti e una dieta appropriata. Ovviamente, anche una buona igiene orale aiuta a prevenire la comparsa delle infezioni orali.
Generalmente, le afte scompaiono nel giro di 10-15 giorni, ma potete curarvi, senza ricorrere a corticosteroidi e collutori antisettici, con i tanti rimedi naturali offerti dalla Natura: dal limone agli oli essenziali, dalle bustine di tè al propoli.

NEWSLETTER 1

LIMONE CONTRO LE AFTE
Per le sue proprietà antivirali è un antisettico naturale, il succo di limone aiuta la guarigione delle verruche, brufoli, vesciche, afte e qualsiasi tipo di problema cutaneo. Per combattere le afte, versate qualche goccia di limone o olio essenziale di limone sulla zona interessata, due o tre volte il giorno. Potete anche effettuare degli sciacqui con il succo di limone per due o tre volte al giorno, senza diluire il succo in acqua per un effetto ancora più efficace.
TEA TREE OIL, RIMEDIO NATURALE PER LE AFTE
Il Tea tree oil è un olio essenziale che ostacola i batteri, cicatrizza ed è un antimicotico che si dalle foglie della Melaleuca alternifolia, conosciuta come pianta del Tè o Tea Tree. È un ingrediente da avere sempre in casa: il tea tree oil si trova in erboristeria, vi consigliamo di cercarlo biologico e munito di contagocce: perché il tea tree oil sia efficace infatti bastano poche gocce. Evitate di applicarlo direttamente sulle mucose e tenetelo lontano dalla portata dei bambini. In caso di afte, potete usare il Tea Tree Oil in due modi: facendo sciacqui generici in bocca con un mezzo bicchiere d’acqua e 3 o 4 gocce di Tea Tree oil, oppure, se avete una sola afta in un punto specifico, versate un paio di gocce dell’olio su un cotton fioc con cui tamponare la ferita.
UNA BUSTINA DI TÈ PER CURARE LE AFTE
Sembrerà strano, ma le afte della bocca possono essere alleviate grazie ad una bustina bagnata di tè: i tannini contenuti nel tè sono antiossidanti e proteggono i tessuti dall’azione distruttiva esercitata dai radicali liberi. Bagnate in acqua tiepida una bustina di tè, poi usatela per tamponare l’afta: favorirete così la guarigione.
ASSUMERE VITAMINA C CONTRO LE AFTE
Per contribuire alla formazione di collageni e favorire la cicatrizzazione delle afte, assicuratevi di avere un’alimentazione ricca di vitamina C, che possiede un’azione immunostimolante e antiossidante. La vitamina C e si trova nelle arance ma anche nell’uva, nel ribes, nei broccoli, negli spinaci, nella rucola e nei peperoni.
PROPOLI, DALLE API IL RIMEDIO CICATRIZZANTE PER LE AFTE
Sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia delle piante, la pròpoli vanta numerose capacità benefiche come antisettico, protettivo, cicatrizzante. Potete provare a curare le afte applicando la propoli sulle mucose colpite: la propoli agisce come disinfettante e antisettico e, essendo ricca di vitamina C, collabora alla formazione del collagene per la cicatrizzazione delle ferite.
L’AGLIO PER CURARE LA BOCCA DA AFTE ED HERPES
L’aglio può essere considerato un farmaco naturale che funge da antibatterico, fluidifica il sangue, e abbassa sensibilmente il colesterolo LDL oltre alla pressione sanguinea. È anche un valido alleato per sconfiggere l’herpes: tagliate uno spicchio d’aglio a metà e sfregarlo sulla parte colpita per circa 20-30 secondi. Le proprietà antibiotiche dell’aglio aiuteranno ad evitare la formazione dell’herpes labiale.
INFUSO DI SALVIA, MENTA E LIMONE CONTRO LE AFTE
Salvia, malva e limone sono il trio perfetto per preparare un infuso che vi aiuti a sconfiggere le afte. Lasciate per una decina di minuti in acqua bollente 1 cucchiaio di foglie di salvia e malva che potete trovare in erboristeria. Filtrate e, dopo aver lasciato intiepidire, aggiungete il succo di un limone: procedete agli sciacqui da ripetere anche più volte al giorno.

Attenzione: Queste informazioni sono esclusivamente di carattere informativo. Non vogliono e non devono sostituire le indicazioni del medico al quale vi esortiamo di affidarvi.

 

LEGGI ANCHE

In quanti modi si può usare l’aceto? Almeno 20!

Propoli: le migliori cure fitoterapiche

Calendula: come usarla per cosmesi e salute

Mirra: cos’ è e come si usa per la salute

Lo zenzero antiossidante e dietetico: tutte sue le qualità

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × quattro =