Uova, tuorlo e albume: 8 modi per riciclarli quando scadono
Le uova scadute che restano in frigorifero possono essere interamente riciclate. Dalla cosmesi alla pittura ecco come riciclare il tuorlo delle uova, l’albume e persino il loro guscio

Le uova che avanzano nel frigorifero posso essere interamente riciclate anche dopo la data di scadenza. Le uova sono utili in cosmetica, come maschere naturali sia per il viso che per i capelli o come antinfiammatorio in caso di lievi contusioni. Un modo divertente per utilizzare le uova può essere quello di utilizzare il tuorlo per realizzare colori a tempera naturali o sbriciolando il guscio per realizzare divertenti mosaici tutti da colorare.

NEWSLETTER 1

LE UOVA SONO UN VALIDO ALLEATO NELLA COSMESI

Riciclare le uova in cosmetica, è cosa nota sin dall’antichità, e i rimedi della nonna insegnano che realizzare una maschera di bellezza con il tuorlo dell’uovo riciclato è un toccasana nutriente per la pelle. Con l’aiuto di un panno caldo, preparare il viso aprendone i pori. Separare il tuorlo dall’albume delle uova in due ciotole diverse. Passare sul viso l’albume come fosse una crema, grazie alle sostanze colloidali contenute al suo interno, alle proteine, ai lipidi e ai sali minerali l’albume aiuta in caso di pelle grassa. Grazie alle sue proprietà astringenti l’albume dell’uovo dona al viso un aspetto più luminoso.

 

IL TUORLO DELLE UOVA: UN APPORTO VITAMINICO E UNO SCRUB NATURALE

Ecco come riciclare il tuorlo delle uova per realizzare una maschera tutta naturale. Il tuorlo è ricco di amminoacidi essenziali e di numerose vitamine. Per realizzare una maschera riciclando il tuorlo delle uova, mescolare in una ciotola il tuorlo con qualche goccia di limone e un filo di olio d’oliva o volendo anche mezzo cucchiaino di miele. Emulsionare il composto e applicare sul viso. Una valida alternativa è quella di massaggiare il viso direttamente con il tuorlo dell’uovo all’interno del quale potrete sminuzzare finemente anche il guscio dell’uovo per un effetto scrub.

 

CAPELLI DI FATA PER UNA SERATA SPECIALE? BASTANO LE UOVA

Volete avere dei capelli di fata? Riciclando il tuorlo delle uova si può realizzare una maschera per capelli in modo semplice e naturale. Il tuorlo infatti è ricco di proteine e grassi buoni che nutrono il cuoio capelluto, per un vero effetto capelli di fata. Capelli lucenti, forti e sani grazie al tuorlo e a un modo tutto naturale di riciclare le uova.

 

CONTRO LE LUMACHE IN GIARDINO

Il guscio dell’uovo chi l’avrebbe mai detto che non piace alle lumache? Se in giardino avete una invasione di lumache per il troppo umido, consigliamo di tritare il guscio dell’uovo finemente disponendolo intorno alle piante più aggredibili dai molluschi. La consistenza del guscio e le schegge prodotte allontaneranno le lumache dalle foglie.

I RIMEDI DELLA NONNA: LA CHIARATA D’UOVO

Riciclare l’albume in caso di traumi contusivi. Tra i rimedi della nonna per riciclare le uova, e in particolare l’albume, c’è la famosa “chaiarata d’uovo”. Grazie alle sue proprietà antiinfiammatorie, l’albume delle uova può essere applicato su distorsioni o traumi sportivi da contusione. Sbattere a neve la chiara d’uovo e applicarla sulla caviglia o sulla parte dolorante e fasciare. Riciclare l’albume è un modo naturale contro le infiammazioni.

 

LE UOVA SU PUNTURE D’INSETTI E SCOTTATURE SOLARI

Punture d’insetti?Ecco un altro modo naturale di riciclare l’albume delle uova. D’estate le punture d’insetti possono creare non pochi problemi, zanzare, ma anche vespe e api possono rovinare un pomeriggio trascorso in mezzo alla natura. Bastano le uova e il gioco è fatto: applicate sulle punture d’insetti l’albume delle uova e grazie alle sue proprietà sfiammanti, calmerà subito il fastidio legato alla puntura. Un rimedio naturale utile anche per i bambini piccoli: applicate l’albume sulle scottature solari, grazie alle sue proprietà sfiammanti, allevierà il fastidio. Come fare? Montare a neve l’albume e applicarlo sulla zona arrossata. Lasciarlo agire e il risultato sarà di sicuro sollievo.

 

RICICLO CREATIVO: LE UOVA NELL’ORTO E IN PITTURA

E adesso spazio al riciclo creativo delle uova. Tante idee per riciclarle e – adesso è chiaro – delle uova non si butta via proprio niente. Ecco alcuni suggerimenti veloci per non smettere di riciclare le uova: dal guscio, al tuorlo, all’albume. L’albume grazie alla sua caratteristica collosa può essere infatti utilizzato al posto della colla in creazioni realizzate con carta e cartone. L’albume per pulire il cuoio: riciclare l’albume anche sulle scarpe o sulle borse di cuoio. Con l’aiuto di uno strofinaccio passare la superficie di cuoio con l’albume delle uova. L’albume proteggerà il cuoio e lo renderà più luminoso. Riciclate il guscio delle uova utilizzandolo come fertilizzante naturale. Il guscio apporta calcio e aiuterà le piante a crescere sane.

UOVA COLORATE E DIVERTENTI: SPAZIO AI BAMBINI

Ancora un riciclo creativo con le uova: spezzettate il guscio e fate divertire i bambini a creare un mosaico realizzato con il guscio delle uova riciclato e poi magari coloratelo realizzando il colore proprio dal tuorlo. La tempera veniva realizzata grazie al tuorlo già nel Medioevo e più tardi nel Rinascimento, ma si può farla anche oggi grazie al riciclo creativo delle uova. Di seguito la ricetta per realizzare una tempera naturale e realizzata riciclando il tuorlo: mescolare un tuorlo d’uovo con 25 grammi di gomma arabica e 2/3 di un bicchiere d’acqua. Per conservarli più a lungo aggiungere anche un cucchiaino di alcool o di aceto bianco. adesso mischiare i colori che si desidera utilizzare, e spazio al riciclo creativo delle uova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − dodici =