Seychelles: danza, musica e cucina

Entreremo subito a contatto con l’aspetto etnico-culturale che caratterizza la storia e la cultura delle Seychelles partecipando alla 30° edizione del tradizionale Festival Kreol Seychelles, che mira a far conoscere l’identità creola attraverso le sue arti più vere ed a promuoverne i valori e la ricchezza del patrimonio culturale tradizionale.
Passeremo 4 giorni immersi tra musica, danza, tradizioni e cucina creola, andando a creare un reportage completo di questo Festival grazie soprattutto all’Ente del Turismo delle Seychelles che ci metterà nelle condizioni migliori per partecipare attivamente a tutte le attività facendocele vivere in prima persona e mettendoci a disposizione un referente locale che ci permetterà di accedere “da privilegiati” in tutte le situazioni.
Daremo spazio agli amanti del mare e della fotografia naturalistica trascorrendola seconda parte del viaggio tra le isole più famose e più belle del mondo scoprendo flora e fauna davvero uniche al mondo… e anche chi non ama la fotografia naturalistica sicuramente non avrà modo di annoiarsi!
PAROLE IN VIAGGIO, LO STORY TELLING

Seychelles primo piano

Quando la meta è un paese sconosciuto e, spesso, attraversato fin nelle viscere della sua cultura, andando alla riscoperta delle tradizioni rappresentate nella vita quotidiana, ma anche in momenti culturali legati a Festival tematici, è qui che la figura del giornalista apre un mondo nuovo al partecipante al viaggio. Il workshop assume anche un aspetto di Story Telling e gli strumenti di traduzione diventano duplici: la macchina fotografica e la penna.
Proprio così la vecchia penna e il taccuino che poi si sposano con le nuove frontiere della comunicazione, arrivando a sfruttare la diffusione in free-press e sui blog, sui social network, su riviste online, linkando in rete.
Il lavoro si fa a step su un canovaccio di slow travel, dove si assapora senza mordi e fuggi e con poche regole del gioco: Si suggerisce ai partecipanti di scrivere dei brevi testi descrittivi di eventi osservati per la strada, nelle piazze, nei mercati, tra i colori, gli odori e i suoni che caratterizzano le città con uno stile il più possibile oggettivo e impersonale. Quasi a fotografare anche con le parole i momenti.
IL PROGRAMMA
GIORNO 1: ITALIA – MAHE’
Partenza dall’Italia con volo di linea per Mahé, con arrivo il giorno successivo.
GIORNO 2: MAHE’
Arrivo, noleggio del pulmino o delle automobili, partenza per l’hotel e sistemazione nelle camere. Dopo un po’ di riposo, ci sposteremo a Victoria, capitale delle Seychelles e la più piccola capitale del mondo. Il nome della città viene dall’omonima famosa regina, ed è anche la sola vera città di tutto l’arcipelago, con 30.000 abitanti; fino a poco tempo fa vi si trovava l’unico semaforo tricolore delle Seychelles! Visiteremo il mercato, chiamato bazar, costruito nel 1840 e ristrutturato nel 1999, il centro nevralgico della città. Aspetteremo nel pomeriggio gli eventi di apertura del Festival.
GIORNO 3: MAHE’ – Escursioni sull’isola e partecipazione eventi festival

Seychelles spiaggia

La giornata sarà dedicata all’esplorazione dell’isola, delle sue numerose spiagge, ai bagni e all’assaggio della cucina creola, mentre la seconda parte della giornata sarà dedicata al Festival ed ai suoi tanti eventi.
GIORNO 4: MAHE’
Partecipazione eventi festival ed in serata picnic sulla spiaggia e festa popolare a sud dell’isola (Dimans Kreol Borlanmer)
GIORNO 5: MAHE’ – Partecipazione agli eventi del festival, escursioni sull’Isola
Anche questa giornata sarà dedicata all’esplorazione dell’isola, delle sue numerose spiagge, ai bagni e all’assaggio della cucina creola, mentre la seconda parte della giornata sarà dedicata al Festival ed ai suoi tanti eventi.
GIORNO 6: MAHE’ – LA DIGUE
Trasferimento in aliscafo all’isola di La Digue. Conosciuta come l’isola con le spiagge più belle del Paese, vanta la gente più cordiale e la più serena e rilassante atmosfera delle Seychelles, dove le biciclette e il carro dei buoi sono preferiti alle macchine (ve ne sono meno di 50 in tutta l’isola!). Il ritmo della vita è necessariamente più lento, sia che ci si rilassi sulla spiaggia sia che si pedali per andare in un ristorante per un pranzo tropicale. Pedaleremo lungo tutta la costa per ammirare le meraviglie di quest’isola e assaporare ogni singolo lembo di spiaggia, partendo da Anse Severe ed arrivando alle spiagge più isolate della parte nord, prima di concederci un bel succo di frutta tropicale energetico e ripartire verso la zona sud.
GIORNO 7: LA DIGUE – Tutto mare fra Grand Anse, Petit Anse ed Anse Cocos
Ci alzeremo di buon mattino per andare in bicicletta fino all’Anse Banana per fotografare l’alba.
Al ritorno, dopo colazione e sempre in bicicletta andremo verso le spiagge dell’est, tra cui Grand Anse e, con una breve passeggiata, prima a Petit Anse e poi alla straordinaria e incontaminata Anse Cocos, dove ci dedicheremo alle attività balneari ed al relax, e probabilmente saremo fra i pochi a camminare nella sua spiaggia bianca! Ci dedicheremo poi ad una delle spiagge più belle dell’Oceano Indiano, Anse Source d’Argent, utilizzata come set per innumerevoli servizi fotografici e spesso copertina ideale da utilizzare come simbolo della cosiddetta spiaggia paradisiaca.
Pranzo lungo la spiaggia, e ancora mare e sole nel pomeriggio, scegliendo fra le tre vicine la spiaggia che più si adatta al proprio gusto!
GIORNO 8: LA DIGUE – PRASLIN
Dopo colazione trasferimento in aliscafo a Praslin, la seconda isola in ordine di grandezza dell’arcipelago.
Noleggio delle automobili, arrivo in hotel e sistemazione nelle camere.
Nel pomeriggio spostamento ad Anse Volbert per un bagno in un’acqua cristallina all’interno di una delle spiagge più rinomate delle Seychelles.

GIORNO 9: PRASLIN – Attraversamento dell’isola e Vallée de Mai

Seychelles palma del Coco de Mer

Escursione nella Vallée de Mai. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è l’unico luogo al mondo dove la rara palma del Coco de Mer cresce allo stato naturale. Nel ruscello che attraversa il parco si possono osservare il granchio e il gambero gigante di acqua dolce; tra le fronde è invece possibile scorgere il rarissimo pappagallo nero, il colibrì e il merlo delle isole.
Camminando nella foresta, si incontrano cedri, felci, piante di ananas, le orchidee della vaniglia, acacie, bambù, guaiave, manghi e banani.
Nel pomeriggio ci rilasseremo in spiaggia.
GIORNO 10: PRASLIN – Escursione all’Isola Curieuse + Cousine e St. Pierre
Curieuse si raggiunge dopo un breve trasferimento in barca. Si tratta di una riserva naturale marina conosciuta in passato con il nome di Ile Rouge per via della sua terra rossa, dall’aspetto irregolare ed accidentato, e che ospitò una colonia di lebbrosi situata ad Anse St. Joseph, rimanendo per decenni isolata da tutto, ragione che le conferisce un fascino unico. A Curieuse le tartarughe giganti girano libere ed indisturbate, andando alla ricerca di qualche turista disposto a fare loro i grattini sul collo che tanto amano! L’isola è anche un luogo importante di nidificazione per le tartarughe marine. Uno splendido barbecue sulla spiaggia a base di pesce alla griglia completerà questa splendida escursione!
GIORNO 11: PRASLIN – Mattinata libera e trasferimento in aeroporto
Dopo il trasferimento a Mahè, mattinata dedicata alle attività personali e allo shopping. Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.
GIORNO 12: arivo in Italia
Arrivo in Italia e fine dei nostri servizi.

La sera, dopo le attività della giornata visioneremo insieme i lavori dei partecipanti.

Link al viaggio: SEYCHELLES VIAGGIO FOTOGRAFICO E FESTIVAL CREOLO 

PER SAPERNE DI PIU’
Four Seasons Natura e Cultura
Sito: viagginaturaecultura.it
Mail: [email protected]
Publiredazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 4 =