Pomodorini in salamoia: ricetta veloce

Pomodorini in salamoia: nella ricetta che stiamo per darvi, abbiamo messo in salamoia dei pomodorini ciliegia rossi e gialli, ma niente vi vieta di sperimentare questa semplicissima ricetta con altri tipi di verdura, come cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, zucca e zucchine.
La salamoia è un’antichissima tecnica di conservazione dei cibi che consiste nel far fuoriuscire una parte di acqua dal cibo per far entrare nelle cellule il sale che è stato disciolto nel liquido della salamoia medesima. Questo procedimento crea un ambiente dove è difficile lo sviluppo di microrganismi dannosi, sia in superficie che dentro i cibi medesimi.
La salamoia, infatti, è una soluzione acquosa di sale (circa il 3,5%) o sale e spezie nella quale si immergono gli alimenti che si vuole conservare.
In onore della salagione, i Romani costruirono la via Salaria, una strada consolare che parte da Roma e giunge a Porto D’Ascoli, per potersi approvvigionare del sale dal Mar Adriatico.

Ingredienti

  • Pomodorini ciliegia
  • 20 gr di Sale
  • 1 litro d’acqua
  • 10 foglie di Alloro
  • 10 foglie di Basilico
  • 5 spicchi di Aglio

Lavare con cura i pomodorini. Munitevi di un ago sterilizzato e fate 2-3 buchetti su ogni pomodoro che adagerete in vasetti di vetro sterilizzati: non riempite completamente i vasetti poiché l’acqua di salamoia ne farà alzare il livello.
Nel frattempo procedete con la preparazione della salamoia: fate sobbollire l’acqua con il sale, l’aglio, il basilico e l’alloro, e versatela nei vasetti con i pomodorini.
Fate riposare 10 minuti e sterilizzate i vasetti riempiti per 20 minuti.
Si conservano chiusi e sottovuoto per 1 anno. Una volta aperti vanno tenuti in frigorifero e consumati entro cinque giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =