Olanda: Cani Poliziotto? Per le indagini sono meglio i ratti

Sicuramente non sono tra gli animali più amati, e nella vita di tutti i giorni difficilmente risultano particolarmente utili, ma questo non toglie che anche i topi possano presentare dei vantaggi non indifferenti.. A fornire una prova concreta in tal senso è stata una brillante quanto insolita intuizione delle forze dell’ordine olandesi, le quali hanno trovato un incarico di primo piano per i piccoli roditori, sfruttando il loro potente fiuto..

Un dipartimento di polizia olandese ha annunciato infatti che dei ratti specificatamente addestrati sono in fase di preparazione per fiutare tracce di polvere da sparo presenti nei luoghi in cui sono avvenute delle sparatorie.. Per la precisione cinque ratti, ciascuno con un nome ispirato a famosi detective di fantasia- Derrick, Magnum, Poirot e Johnson&Johnston– sono stati addestrati con successo dalla polizia di Rotterdam  per fiutare tracce di polvere da sparo e gli ufficiali al momento stanno valutando l’idea di utilizzare i roditori nel corso delle loro investigazioni..

Secondo l’addestratrice Monique Hamerslag: “Ci si può servire dei ratti per rintracciare indizi tramite l’olfatto”, ha spiegato..“Pensate alla droga, ai soldi, ai corpi, al sangue, ai combustibili e agli espolsivi”.. Hamerslag ha raccontato di aver avuto l’idea di addestrare dei ratti per facilitare le indagini della polizia quando ha saputo che gli stessi roditori venivano impiegati per scovare mine in Africa.. L’addestratrice ha infatti sottolineato come questi piccoli animali siano molto più facili da trasportare rispetto ai cani, possedendo inoltre un senso dell’olfatto molto più sviluppato..

Il portavoce della polizia Marc Wiebes ha infine rivelato che i ratti verranno messi all’opera per identificare individui che recentemente sono stati coinvolti durante degli incidenti legati a delle sparatorie.. Un’alternativa che forse può suscitare sorpresa, ma che potrebbe portare molti vantaggi rispetto ai metodi tradizionali precedenti..

Fonte: irishtimes

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =