Manca l’acqua: solo i vegetariani ci salveranno dalla sete
Per un etto di carne di vogliono 450 galloni di acqua: le ultime ricerche dicono che nel 2050 non ci sarà acqua sufficiente per produrre cibo

Una ricerca dalla Svezia avverte che nel 2050 non ci sarà acqua sufficiente per produrre cibo per tutti, a meno che gran parte della popolazione mondiale diventi vegetariana. A dirlo è “Feeding a thirsty world” una recente ricerca dell?Istituto internazionale per l?acqua di Stoccolma che afferma che tra quarant?anni la popolazione globale sarà salita a circa 9 milioni e che mantenendo gli attuali trend sui consumi alimentari le riserve idriche non basteranno per tutti.Una ricerca dalla Svezia avverte che nel 2050 non ci sarà acqua sufficiente per produrre cibo per tutti, a meno che gran parte della popolazione mondiale diventi vegetariana.
A dirlo è “Feeding a thirsty world” una recente ricerca dell’Istituto internazionale per l’acqua di Stoccolma che afferma che tra quarant’anni la popolazione globale sarà salita a circa 9 miliardi e che mantenendo gli attuali trend sui consumi alimentari le riserve idriche non basteranno per tutti.

Occorre infatti molta acqua anche solo per fare un hamburger: secondo degli esperti americani, ci vogliono esattamente 450 galloni per poco più di un etto di carne. Secondo la ricerca i livelli di consumo di carne nei paesi occidentali dove si producano 3000 kcal pro capite di cui il 20% deriva da alimenti di origine animale, non sono più sostenibili.

Secondo i calcoli per colmare il deficit idrico e riuscire a sostenere il fabbisogno alimentare della popolazione bisognerebbe che i consumi di origine animale scendessero ad almeno il 5% del totale unitamente a un sistema di commercio ben organizzato e affidabile a livello locale, che non permetta il superamento di tale soglia.

Info: good


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 8 =