Limone: come riciclarlo con l’autoproduzione

usare i limoni per curarsi

Lo sapevi che il limone è un ottimo sbiancante naturale, antiacido, e tanto altro?

Questo ricchissimo frutto pieno di vitamina c, ha moltissimi impieghi in cucina, in campo cosmetico, come detergente e anche curativo.

Scopri i tantissimi utilizzi del limone!

Il limone, un piccolo grande frutto, giallo come il sole, che del sole ha incamerato l’energia più pura, contiene virtù incredibili e il suo impiego non si limita alla cucina.

Ha proprietà antibatteriche e detergenti, depurative, disintossicanti dell’organismo, rimineralizzanti e antianemiche, attiva e rinforza le difese immunitarie.

Ma oltre che al corpo, il limone fa bene anche allo spirito! Ci aiuta in casa ed è amico del portafoglio.

Ci sono infatti tantissimi modi per utilizzarlo con l’autoproduzione, in questo articolo ve ne sveliamo alcuni.

PER LAVARE LA LANA

Provate a lasciare i vostri indumenti di lana per 1 giorno in acqua e succo di limone (2 limoni per ogni litro d’acqua): morbidezza garantita.

PER LA SETA

Non maltrattate la vostra seta! Per ravvivarla insaponatela, sciacquatela e lasciate a bagno per qualche ora in acqua e succo di limone.

TONIFICANTE

Il limone tonifica la pelle del viso: strofina le scorze di limone direttamente sul volto, evitando gli occhi, o imbevi un batuffolo di cotone nel succo di limone e passalo sulla pelle: risciacqua bene.

ANTIACIDO

Se soffrite di gastrite, il limone è ciò che fa per voi. Ogni mattina spremetene qualche goccia in un bicchiere d’acqua e bevete a stomaco vuoto. Sull’argomento vi consigliamo un bellissimo libro, molto utile e approfondito, sull’uso terapeutico del limone: “Curarsi con acqua e limone” di Simona Oberhammer, Macro Edizioni.

LUCIDANTE PER CAPELLI

Problemi di eccessiva produzione di sebo sul cuoio capelluto? I vostri capelli sono opachi, grassi e sfibrati? No problem! Ci pensa il limone. Dopo aver lavato i capelli normalmente, versate il succo di due limoni, massaggiate il cuoio capelluto e risciacquate.

ADDENSANTE

Qualche cucchiaino di succo di limone aggiunto alle marmellate fatte in casa serve per farle leggermente addensare.

GELATO DENTRO LE COPPETTE DI LIMONE

Le coppette di limone che restano dopo averlo spremuto, si possono riempire con del gelato e servire durante una cena con amici: pulisci bene l’interno e taglia via un poco di base in modo che il limone possa ben poggiare sul piattino.

Un modo di servire il dolce fantasioso ed ecologico!

ZUCCHERO AROMATIZZATO AL LIMONE

Per aromatizzare tè o tisane avete mai pensato di polverizzare le scorze di limone con lo zucchero?

Per 1 kg di zucchero taglia finemente la scorza di 1 limone e polverizza tutto insieme nel frullatore fin quando la scorza è ben tritata e tutto ben amalgamato.

Questo zucchero potrà anche essere utilizzato nei dolci al posto delle solite fialette aromatiche.

ANTINFIAMMATORIO PER LE GENGIVE

Rafforzate le vostre gengive massaggiandole ogni giorno con la scorza di un limone biologico ben lavato, tenete a lungo il succo di limone in bocca (cicatrizza e disinfetta). Per rafforzare le gengive consigliamo giornalmente di strofinare qualche foglia di salvia e/o malva lavate e pulite.

IN LAVASTOVIGLIE COME PROFUMANTE

Ciò che resta del limone spremuto puoi inserirlo nel porta posate dentro la lavastoviglie, per avere un fresco profumo di olio essenziale, purificante e rinfrescante. Puoi lasciare il limone per un massimo di due lavaggi, poi meglio buttarlo.

VASETTI DA TRAPIANTARE

Divertente da fare con i bambini, che in questo modo possono imparare il ciclo della natura e l’utilità del rifiuto: riempite di terra le bucce dei limoni e piantatevi dentro dei semini da far germogliare. Una volta germogliati, trapiantare tutto, scorza di limone compresa, in un vaso più grande o nell’orto: il limone si trasformerà in preziosa sostanza organica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *