L’allopurinolo: unico rimedio per l’eccesso di acido urico

Allopurinolo: è l’unica cura possibile contro la malattia degli sportivi che mangiano molta carne. E’ un’eccessiva produzione di acido urico nel sangue che provoca fastidi dolorosi e infiammazioni talvolta invalidanti. L’acido urico si deposita nelle articolazioni sotto forma di cristalli e per evitare questi depositi c’è un solo farmaco di elezione che si chiama allopurinolo. Questo stato di cose, se non attentamente monitorate e curate può provocare patologie anche importanti come la calcolosi renali e la gotta.

 

LA EX MALATTIA DEI SIGNORI
La gotta non è infatti – come da molti ritenuta – una malattia del passato che colpiva anticamente i nobili, unici che si potevano permettere di mangiare carne.
Un’alimentazione ricca di proteine animali e una dieta sbilanciata particolarmente ricca di composti azotati (purine e proteine) può facilitare l’insorgenza dell’iperuricemia. Per ridurre i livelli di acido urico, pertanto a tavola si trova la prima cura con una grande limitazione al consumo di selvaggina, carni, pollame, pesce grasso, crostacei, salumi e insaccati, mentre andrebbero prediletti i cibi a basso contenuto di purine quali latte, uova, formaggi, verdure, frutta e pasta. Se però l’eccesso di acido urico è importante e le infiammazioni portano alla comparsa di noduli chiamati “tofi” che deformano anche la parte colpita – soprattutto articolazioni, tendini e lobo dell’orecchio – la soluzione è assumere allopurinolo.

 
TANTA ACQUA E ZERO ALCOL
L’aumento dei valori di acido urico può avere origine patologica, ma come abbiamo detto è soprattutto provocato da un alimentazione errata, da uno stile di vita scorretto e dall’abuso di alcol. Dolori articolari, ipertensione, coliche renali e un forte prurito possono essere campanelli d’allarme. Oltre ad una corretta alimentazione è importante assumere molta acqua, infusi e tisane ed evitare oltre all’alcol anche le bibite gassate. Per ridurre il problema oltre all’utilizzo dell’allopurinolo come farmaco d’elezione, in casi più blandi si può provare con i rimedi naturali. Il frassino e la betulla ad esempio, assunte in capsule, infusi o tinture sono le scelte d’elezione della fitoterapia.

 
SPORTIVI A RISCHIO
Gli sportivi rischiamo seriamente di andare incontro al problema se ascoltano le sirene che echeggiano nelle palestre dove si racconta che per aiutare i muscoli si deve mangiare molte proteine animali. E’ vero che le proteine sono indispensabili in quanto sono i ”mattoni” dei muscoli, ma da qui ad abusarne o assumere solo quelle animali ce ne corre! La gotta infatti esiste ancora eccome e una volta arrivata provoca dolorosissimi attacchi d’artrite che si può superare solo con l’utilizzo dell’allopurinolo. Meglio quindi prevenire e non credere a falsi miti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 10 =