Intolleranze alimentari: la celiachia cos’è? (seconda parte)

 

L’articolo segue dalla pagina: CELIACHIA

Tra le cause scatenanti delle intolleranze alimentari, che sono attualmente al vaglio di scienziati, medici e nutrizionisti, rientrano sia fattori ambientali, sia fattori genetici, ma ancora non è possibile parlare di “cura” della celiachia: l’unico trattamento efficace conosciuto è, infatti, una permanente DIETA priva di glutine, che però comporta notevole stress nel paziente, poiché questa proteina non è contenuta soltanto in grano, segale, orzo e altri cereali, ma è utilizzata come eccipiente e addensante nella maggioranza dei cibi pronti e dei preparati utilizzati normalmente in cucina (dadi, lieviti in polvere, patatine, ecc.). Ad aggravare il problema si aggiunge il fatto che nella maggioranza dei casi viene considerato cibo “contaminato” anche quello che è solamente venuto in contatto con alimenti contenenti il glutine.

E’ dunque evidente che il paziente che soffre di celiachia ha moltissimi problemi a consumare pasti fuori casa, e che anche quando il cibo viene preparato tra le mura domestiche l’attenzione deve essere altissima.

Per fortuna oggi, grazie ad internet ma non solo, il problema è sempre più conosciuto e chi soffre di questa malattia ha la possibilità di accedere ad un’informazione dettagliata e capillare: l’Associazione Italiana Celiachia (AIC), per esempio, offre sul proprio sito informazioni di ogni genere, ma soprattutto un prontuario gratuito e costantemente aggiornato che riporta tutti gli alimenti privi di glutine presenti in commercio divisi per categorie.

Adesso le intolleranze alimentari sono più facili da affrontare. Si ha così l’opportunità di conoscere quali aziende producono, ad esempio, aromi, bevande e altri cibi SENZA GLUTINE. Molte aziende e marchi hanno poi cominciato a certificare i propri prodotti con il marchio della “spiga barrata”, che garantisce il cliente sull’assenza di glutine nel preparato. Inoltre sono sempre di più i ristoranti e le pizzerie che offrono l’opportunità di mangiare anche “gluten free” e sono sempre di più le ricette ad hoc proposte e condivise su internet.


LEGGI LA PRIMA PARTE DELL’ARTICOLO ALLA PAGINA: CELIACHIA

[email protected]
Visita il sito RICETTE SENZA . Troverai tante idee per chi ha intolleranze alimentari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 5 =