Infiorata fiorentina

Dal concime biologico, ai potatori acrobatici con ben 54 espositori

Era dal 1985 che non assistevano al protrarsi di un inverno tanto rigido e piovoso e così, con l’arrivo della primavera, terrazze, balconi e giardini hanno un gran bisogno di nuove piante. L’occasione giusta per rinnovare il verde delle nostre casa è la Mostra Mercato Primaverile di piante e fiori organizzata dalla Società Toscana di Orticultura che si svolgerà dal 25 aprile al 2 maggio (compresi) al Giardino dell’Orticoltura di Firenze (ingressi da Via Vittorio Emanuele II, 4 e da Via Bolognese 17).

“Una otto giorni senza biglietto di ingresso – come precisa il vicepresidente Fabrizio Ermini – che vedrà la partecipazione di circa 54 espositori e in cui le rose sono rappresentate da vivaisti del calibro di Barni, Cavina e Mondorose, le piante grasse da Cactus Center, Drovandi, Ermini e Florservice, le aromatiche da Pischedda, Magi e Cortigiani, le azalee da Medici e Gigli, gli agrumi da Lenzu, le alpine da Edelweiss, i bulbi da Flora Import, solo per citare alcuni degli specialisti espositori. Tante le novità di questa edizione: pietre da giardino, fontane e terrecotte di Alberigi da Borgo a Mozzano, le piante da ortaggio presentate dal garden Le Lune di Via di San Domenico in pratici contenitori a riserva d’acqua con concime biologico adattissimi anche per terrazze e balconi, i fruttiferi ornamentali di Cavina, e gli Arboricoltori Associati Fiorentini, giovani ma esperti potatori (anche acrobatici) che propongono i propri servizi.

Naturalmente ogni singolo espositore, anche coloro che partecipano alla storica manifestazione da generazioni – la mostra ha avuto la sua prima edizione nel 1855 nel giardino del Marchese Panciatichi in Borgo Pinti -, proporrà le proprie novità, vista l’importanza e il consolidato successo di pubblico della manifestazione”. La Società Toscana di Orticultura, fra le istituzioni del settore agricolo che sono nate ed hanno sede in Firenze è, dopo l’Accademia dei Georgofili la più vecchia essendo stata fondata nel 1854. dispone di una Biblioteca situata a Villa Bardini (FI) aperta al pubblico tutti i Venerdì mattina oppure su appuntamento e pubblica dal 1876 il semestrale Bullettino, ora in edizione rinnovata quadrimestrale, a disposizione gratuita sul sito. La Biblioteca ha recentemente superato il numero di 6.500 titoli fra monografie e periodici del settore, grazie al lascito dello storico Presidente prof. Sergio Orsi.

Per info: www.societatoscanaorticultura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 2 =