Il fiordaliso molto speciale che nasce nel marmo delle Apuane

Non solo è raro ma è anche endemico perché si trova solo nei dintorni del Monte Sagro. Parliamo di un fiordaliso molto speciale che nasce e si riproduce esclusivamente nella cima rocciosa del Monte Borla a più di 1500 metri d’altezza.  Ci raccontano Maria Ansaldi e Simonetta Maccioni nel volume “ Itinerari botanici nella provincia di Massa Carrara”, che la Centaurea del Monte Borla, il fiordaliso del Monte Borla, vive esclusivamente nelle falde di questa montagna nei pressi della Foce del Pianza in un area ristretta e ben definita.

Non solo è raro ma è anche endemico perché si trova solo nei dintorni del Monte Sagro. Parliamo di un fiordaliso molto speciale che nasce e si riproduce esclusivamente nella cima rocciosa del Monte Borla a più di 1500 metri d’altezza.

Ci raccontano Maria Ansaldi e Simonetta Maccioni nel volume “ Itinerari botanici nella provincia di Massa Carrara”, che la Centaurea del Monte Borla, il fiordaliso del Monte Borla, vive esclusivamente nelle falde di questa montagna nei pressi della Foce del Pianza in un area ristretta e ben definita.

Cresce spuntando tra le venature del marmo bianco delle Apuane, facendo bella mostra dei petali color rosa-violetto che ben si staccano nel paesaggio. E’ raro non solo perché endemico ma anche perché la continua estrazione di marmo ne mina l’ambiente e la riproduzione. In questa foto di Giuliano Salvai, appassionato ricercatore, se ne deduce tutta la grazia e la perfetta delicatezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 2 =