I profumi di Boboli: al via la Primavera degli aromi

Sesto appuntamento dal 17 al 20 maggio 2012 nel monumentale Giardino di Boboli a Firenze per I profumi di Boboli, percorso espositivo/commerciale di prodotti di prestigio della tradizione artistica e manufatturiera legata all’universo botanico, prodotti di laboratorio e di ricerca all’insegna della naturalità, della qualità e della specificità del territorio di appartenenza. Venti gli espositori selezionati quest’anno: a fianco di ospiti tradizionali diventati di casa (Nesti Dante, le antiche erboristerie Gremoni e San Simone, le Fragranze di…vino di Sparla&Gerardi, i prodotti all’olio di oliva certificato di Tuscany Idea, i cosmetici di Wally, i fiori virtuali di Isabella Giuliani, la filosofia di Lubrusa) il ritorno di CosmesArt, delle delizie della Taverna, dei the di Diana Galanti, delle gelatine di Paola Giorgi.Sesto appuntamento dal 17 al 20 maggio 2012 nel monumentale Giardino di Boboli a Firenze per I profumi di Boboli, percorso espositivo/commerciale di prodotti di prestigio della tradizione artistica e manufatturiera legata all’universo botanico, prodotti di laboratorio e di ricerca  all’insegna della naturalità, della qualità e della specificità del territorio di appartenenza.

Special event 2012 nel corridoio espositivo del Museo di Storia Naturale, sezione di Zoologia, la Specola, ripristinato l’antico passaggio dal Giardino di Boboli,  dal 20 maggio al 30 giugno 2012  i “Racconti alla luna” dipinti da   Giuliano Ghelli: invenzione, colore, favola e gioco, un diario privato di storie fantastiche, un modo felice di superare in volo la realtà per ricomporla in una macchina virtuale di sogni.

La collocazione ormai storica della manifestazione nell’Orto della Botanica inferiore, scaturisce dal fatto che qui in origine esisteva un edificio adibito a Spezieria, distrutto sul finire del Settecento, dove presumibilmente con i fiori del giardino gli antichi profumieri ed erboristi distillavano profumi e balsami medicamentosi.

Unica manifestazione “mercato” nel Giardino di Boboli, nei suoi quattrocento anni di  storia. Valore aggiunto l’aspetto settoriale: un confronto diretto e  proficuo tra produzione e distribuzione.

Venti gli espositori selezionati quest’anno: a fianco di ospiti tradizionali diventati di casa (Nesti Dante, le antiche erboristerie Gremoni e San Simone, le Fragranze di…vino di  Sparla&Gerardi,  i prodotti all’olio di oliva certificato di Tuscany Idea, i cosmetici di Wally, i fiori virtuali di Isabella Giuliani, la filosofia di Lubrusa) il ritorno di CosmesArt, delle delizie della Taverna,  dei the di Diana Galanti, delle gelatine di Paola Giorgi.

Ancora una volta esclusive le new entry: dal sapone di Aleppo della Linea Delfino ai profumi segreti della Spezieria di Venezia, dalle sete dipinte di fiori da Tilde Bartolucci ai profumi di Casa Roster; lo storico vivaio Brogi&Mannini è quest’anno il fortunato complice dei giardinieri di Boboli.

Sempre significativa la presenza del centro polifunzionale La fenice,  attivo presso l’Albergo popolare F. Mazzei: un laboratorio dal vivo di candele profumate e oggettistica di pregio realizzata in collaborazione con la Ronda della carità dagli ospiti della struttura ASP Montedomini del Comune di Firenze.

Special guest 2012: UNO PIU’ la più antica e prestigiosa azienda italiana  di outdoor design arreda il salotto di Boboli e ospita nella sua terrazza due eventi collaterali di particolare rilievo: il laboratorio  di fragrance designer a cura di Fernanda Russo e Mariantonietta Rasulo, venerdì, 18 maggio 2012 dalle ore 15.00 alle 17.00 e la presentazione dell’ultimo romanzo di Francesca Bani, Il pianto dei ciliegi, sabato 19 maggio 2012 alle ore 17.00.
    
Orario:  giovedì 17 maggio 2012 inaugurazione alle ore 12,00, da venerdì 18 a domenica 20 maggio 2012 dalle 10,00 alle 20.00 (n. b. dalle 17,30 alle 19,00, ultimo ingresso nel Giardino di Boboli, l’accesso alla mostra è consentito solo da Via Romana, 37/a) .
L’ingresso al Giardino di Boboli è gratuito per i residenti nel Comune di Firenze (con presentazione di documento di identità). Per i non residenti: cfr:  www.firenzemusei.it .
L’ingresso al Giardino di Boboli permette, per i residenti e i non residenti, oltre che l’accesso gratuito alla manifestazione I profumi di Boboli, la visita al Giardino di Boboli, al Museo degli Argenti, al Museo delle Porcellane, alla Galleria del Costume, in Palazzo Pitti, e al Giardino Bardini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 8 =