I panda, animali in estinzione: parte il censimento in Cina

Anche in Cina è tempo di censimenti, appena portato a termine quello della popolazione lo scorso anno, ora i panda animali in estinzione, salgono alla ribalta.
La rilevazione che viene fatta ogni 10 anni dal 1970 si svolgerà nella provincia di Sichuan e nella riserva naturale di Wanglang dove si trova la maggior concentrazione di questi animali: i panda giganti della Cina.

Il censimento non sarà solo l’occasione per fare un conteggio degli esemplari presenti ma  permetterà di fornire altre utili informazioni sulle condizioni di vita, sulla struttura per età e sull’adattamento al cambiamento di habitat che i panda subiscono ogni anno.

Circa 70 impiegati partiranno la prossima settimana per la riserva naturale dove sarà effettuata una prima ricerca pilota, che poi si estenderà al resto della paese. In questi giorni il personale si stà formando appositamente per mettersi sulle tracce dei panda, e raccogliere informazioni attraverso campioni di il DNA che permetterà poi agli zoologi di stimarne in maniera piuttosto accurata il numero.

Lo scorso censimento aveva rilevato la presenza di 1,596 panda in tutta la Cina, 1,206 dei quali viveva nella provincia di Sichuan.
I panda in Cina sono minacciati dai cambiamenti di habitat, dal bracconaggio e dal fatto che si riproducono molto lentamente.
La femmine che vivono allo stato brado hanno un cucciolo ogni due o tre anni, mentre per gli esemplari che vivono in cattività si registra un tasso di fertilità più basso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici + quattordici =