I lavori di giugno nell’orto sinergico e naturale tra semine, raccolte e trapianti

I lavori nell’orto sinergico e naturale nel mese di giugno si fanno intensi, anche grazie alle belle e lunghe giornate: e’ proprio in questo mese che riusciamo a vedere i risultati del lavoro fatto finora, le nostre piantine ci testimonieranno se hanno ben attecchito, se abbiamo dato loro troppo concime e acqua, o troppo poco, se la posizione e la consociazione scelta e’ stata vincente, insomma se abbiamo fatto un buon lavoro.

LE SEMINE DI GIUGNO NELL’ORTO SINERGICO

In giugno ancora si può seminare, soprattutto quelle varietà che ci saranno utili in autunno come zucche (per esse siamo agli sgoccioli), porri e cavoli, ma anche barbabietole rosse.
A giugno è possibile seminare: Barbabietola, Basilico, Bietola da coste, Broccoli, Camomilla, Cardi, Carote, Cavolfiori, Cavoli, Cetrioli, Cicoria, Fagioli, Fagiolini, Finocchi, Indivia, Lattuga, Lattughino da taglio, Meloni, Pomodori tardivi che mangeremo in settembre/ottobre, Piselli, Porri, Prezzemolo, Ravanelli, Rucola selvatica, Rucola da orto, Scarola, Sedano, Taccole, Zucca, Zucchine. Queste ultime vengono ora seminate in orto per una raccolta autunnale, ma i risultati potrebbero essere deludenti, poiché le zucchine diminuiscono la loro produzione partendo già da fine agosto con il calo fisiologico delle temperature.

Antiparassitari naturali
Dal decotto di equiseto al macerato di assenzio, tutti gli usi

I TRAPIANTI 

Nell’orto di giugno i trapianti continuano per non trovarsi in autunno a non avere niente da mangiare! Si trapiantano cavoli a raccolta autunnale, porri, sedano, e piante di pomodoro scelte fra le varietà a produzione tardiva.

LEGARE GLI ORTAGGI

Gli ortaggi crescono nell’orto sinergico e naturale di giugno, ed è proprio questo il momento di utilizzare i tutori permanenti che avevamo inserito nelle aiuole per sorreggere le coltivazioni. Se abbiamo optato per i legumi rampicanti facciamo attenzione che si siano ben agganciati ai tutori, leghiamo i pomodori e i cetrioli affinché i frutti crescano dritti e più grandi e non contraggano funghi e micosi varie dal terreno; se vogliamo, anche le piante delle zucchine possono essere ‘mandate in alto’, ossia legate con un bastone.

Concime di guano biologico
Concime organico 100% biologico ricavato da guano. Guarda ora!

LE CIMATURE 

Nell’orto naturale si lascia molto fare alla natura, ma per avere dei frutti più rigogliosi e abbondanti, la cimatura diviene un’azione che richiede poco tempo.
Sono i pomodori e il basilico le due varietà che si ritiene importante cimare o sfemminellare nel caso dei pomodori: il basilico si cima quando vediamo che sta andando in fiore, in modo che le aromatiche foglie continuino a vegetare; per quanto riguarda il pomodoro, invece, è importante togliere quei ributti laterali che non hanno fiori, ma solo fogliame, i quali tolgono energia ai frutti di pomodoro che stanno crescendo. Si consiglia di cimare anche meloni, cetrioli e angurie.

Compostiera per lombricoltura!
Compostiera in OFFERTA! Per autorpodurre humus di lombrico in autonomia!

DISERBARE MANUALMENTE

Insieme agli ortaggi, nell’orto di giugno vegetano anche moltissime erbe spontanee: ricordare sempre di osservarle e conoscerle, alcune potrebbero essere spia di carenze e addirittura commestibili. Soprattutto nel caso delle solanacee, pomodoro, peperone e melanzana, è importante eliminare le erbacce che infastidiscono parecchio questo tipo di coltura. Ovviamente si opta per un diserbo manuale, prodotti chimici nel nostro orto sinergico non sono assolutamente consentiti.

Farina di Neem (concime)
Farina vegetale a base di semi di Neem contro insetti e crittogame

IRRIGAZIONE 

Come sicuramente vi sarete accorti se siete dei ‘novelli’ dell’orto sinergico, le irrigazioni in questo tipo di coltivazione sono decisamente poche: la pacciamatura, infatti, tiene l’umidità e non importa innaffiare ogni giorno, tranne in caso di temperature molto elevate. Se avete optato per un sistema goccia a goccia allora sarete più comodi, ma il nostro consiglio rimane quello di sentire con il dito la situazione dell’umidità nelle varie aiuole, in modo da non causare inutili marciumi alle coltivazioni.

Concime di alghe brune
Miscela di Alghe brune marine 100% d’origine naturale.

COSA RACCOGLIERE

Ma con tutti questi lavori, che cosa ci dona da mangiare l’orto di giugno? Se abbiamo seminato i piselli in febbraio, i dolcissimi legumi sono una delle prelibatezze che possiamo gustarci insieme alle fragole, zucchine, cipolle e agli seminati o trapiantati in novembre, sedano, bietole, verdure da taglio e tantissime aromatiche come basilico, origano, prezzemolo.

 

POTREBBERO INTERESSARTI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 3 =