Guarda come ti riciclo il manichino Made in Italy
Essere un’azienda produttiva ed ecosostenibile si può: lo dimostra la Almax che ha convertito tutta la sua produzione di manichini all’insegna del rispetto dell’ambiente e del lavoratore

Essere produttivi e sostenibili è possibile. Ci sono aziende italiane che portano avanti questa logica che premia il lavoro e porta loro lontane.
Come la Almax, realtà di Mariano Comense in provincia di Como, produttrice di manichini e articoli display personalizzati per vetrine e showroom, che ha esportato il suo modello eco – produttivo in Cina, presso Anpai Shangai un’azienda che produce anch’essa manichini.

I manichini di Almax vengono, dipinti con vernici ad acqua – 88 mila kg di vernici all’anno – non tossiche e conformi alle norme ecologiche dell’Unione Europea: l’overspray, ossia l’eccedenza di vernici spruzzate, grazie al sistema delle cascate ad acqua di cui sono dotate le cabine di verniciatura, viene catturato.
L’acqua contenente l’over spray, per un totale di 16 metri cubi, è quindi portata a un defangatore dove, attraverso un trattamento chimico-fisico, la vernice si separa dall’acqua che viene depurata per poi essere reinserita nel ciclo produttivo. Solo la quota di acqua che si “perde” a causa dell’evaporazione naturale viene reintegrata mediante il recupero di quella utilizzata nel processo di lisciatura delle braccia.


La lavorazione dei manichini

manichini

Con questo sistema la Almax non produce alcuno scarico industriale ma solo civile, poiché l’acqua viene reimmessa nel sistema: solo una volta all’anno un fornitore specializzato la ritira con un antispurgo e la smaltisce.
Questa logica eco-produttiva si riflette anche nella scelta di installare un impianto di pannelli fotovoltaici finalizzato all’auto-produzione di energia rinnovabile e alla riduzione delle emissioni di CO2  nell’atmosfera.

Quella di Almax è una storia artigianale e industriale “all’italiana” che inizia 40 anni fa e che ha fatto dell’etica tipica dell’artigianato su misura il suo cavallo di battaglia: scegliere la via dell’ecosostenibilità è stato il passo successivo e diremo dovuto.
Almax vanta una superficie industriale di 15 mila metri quadrati, oltre 50 mila pezzi prodotti all’anno, uno showroom a New York e uno a Parigi e nessuno scarto industriale. Tutto ciò è stato possibile grazie a eco-interventi come la scelta di produrre manichini in polistirene antiurto, una materia molto durevole e quindi di lunga durata, ma soprattutto completamente riciclabile. Riciclo che avviene a partire dall’azienda stessa che reimmette gli scarti produttivi e i vecchi manichini dismessi e ritirati nel ciclo industriale, dando vita ad altri esemplari.

Info: Almax 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + uno =