Giardini verticali col guerrilla gardening

Stanchi dei cartelloni pubblicitari che coprono (e imbrattano) i muri cittadini e della poca attenzione dedicata gli angoli verdi? Se la risposta è si, sarete certamente d’accordo con Eric Cheung e Sean Martindale, due ragazzi di Toronto, e con Poster Pockets Plants, il loro progetto attraverso il quale la natura si riappropria dello spazio comune. Dall’estate 2009, Poster Pockets Plants punta alla creazione di microcosmi urbani proprio sui manifesti pubblicitari. Il tutto è semplicissimo: si ritaglia una parte del manifesto e la si incolla come fosse una tasca. Poi si inserisce all’interno di questa un vasetto, rigorosamente di carta, in cui vengono sistemati terra e piante, che verranno periodicamente innaffiati. Info e foto:
http://marraiafura.com/anche-i-muri-hanno-le-tasche-e-col-guerrilla-gardening-diventano-dei-giardini-verticali/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + cinque =