Disastro nucleare: le foto dei fondali prima di Fukushima
Ocean Soul è il titolo del volume che raccoglie gli scatti di Brian Skerry che documentano la vita subacquea vicino alle coste giapponesi prima del disastro

Fantastiche foto che documentano la vita subacquea vicino alle coste giapponesi prima del disastro nucleare saranno raccolte in un libro che uscirà il prossimo 15 novembre. Ocean Soul è il titolo del volume che raccoglie gli scatti di Brian Skerry un fotogiornalista del National geographic appassionato di escursioni sul fondo dell’oceano. Skerry ha recentemente rilasciato al sito the Huffington post alcune foto di una bellezza mozzafiato scattate nel 2008 nelle acque temperate di Suruga Bay a settanta miglia a sud ovest di Tokyo vicino ai reattori nucleari di Fukushima. Esse ritraggono un mondo unico e affascinante, fatto di creature pittoresche e colori sgargianti.
“Quando il terremoto ha colpito il Giappone ero a bordo di una nave in Indonesia e guardavo con orrore il disastro che stava accadendo” spiega Skerry “Da allora ho pensato molto alla devastazione, specialmente alla radioattività dell’acqua e agli gli scarti e detriti che sono stati introdotti nelle acque giapponesi minacciando la vita che chiama quelle acque casa”.
La conseguenze a lungo termine del disastro nucleare sono ignote. Rimangono queste foto scattate per mostrare la bellezza di un modo nascosto, sconosciuto e vitale oggi forse irrimediabilmente danneggiato.

Guarda le foto: nationalgeographic.com

Fonte www.huffingtonpost.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =