Curcuma, come usarla nella cosmesi
La Curcuma, una spezia orientale di colore giallo intenso, non è soltanto un ottimo ingrediente in cucina ma può essere utilizzata come base per cosmetici per prendersi cura della propria pelle

Ricavata dalla radice di Curcuma Longa o Curcuma xantorriza, diffusa in India, la Curcuma è una spezia che si trova sotto forma di polvere molto fine di colore giallo intenso ed è usata sia in cucina (è l’ingrediente principale del curry), sia per la cura di vari disturbi fisici, sia come colorante alimentare, tessile o cosmetico nelle miscele per tingere di biondo i capelli. Nella cosmesi, oltre che come colorante per capelli, la Curcuma può essere impiegata anche come antirughe, rassodante, antiforfora o protettivo solare grazie alla presenza della curcumina, sostanza con potere antiossidante e antinfiammatorio. La Curcuma dunque può essere utilizzata nelle nostre case non soltanto in cucina ma anche per realizzare prodotti cosmetici casalinghi come creme e detergenti.
L’oleolito di Curcuma è alla base di creme e detergenti realizzati con questa spezia. Come per tutte le spezie che si utilizzano per il corpo, la prima volta è consigliabile fare una prova spalmandone una piccola quantità su un braccio, per verificare di non essere allergici. Inoltre, è necessario ricordare che la Curcuma – essendo appunto usata nelle tinture – potrebbe macchiare la pelle temporaneamente dopo ogni uso: si consiglia quindi di fare attenzione a non eccedere nelle dosi e di utilizzare dei guanti mentre si maneggia.

OLEOLITO DI CURCUMA

Per 1/2 litro di oleolito vi servono 1/2 litro di olio di sesamo spremuto a freddo e 3 cucchiai di Curcuma in polvere. Come prima cosa, è necessario versare l’olio in un barattolo con coperchio ermetico e mescolarci la Curcuma, chiudere e lasciar macerare per una settimana, agitando il barattolo una volta al giorno. L’ottavo giorno il barattolo non deve essere agitato e l’olio deve essere travasato in una bottiglia di vetro scuro senza smuovere la Curcuma che si sarà depositata sul fondo del barattolo. Dopo aver realizzato l’oleolito, si può scegliere di utilizzarlo in numerose ricette.

SHAMPOO ANTIFORFORA CON LA CURCUMA

La Curcuma può avere un’azione normalizzante e riequilibrante sulla microflora e può aiutare a combattere la forfora. Per realizzare uno shampoo antiforfora alla curcuma versate in un flacone pulito o in una bottiglietta di vetro scuro 200 ml di shampoo delicato, 50 ml di oleolito di Curcuma, 8 gocce ciascuno di oli essenziali di tea tree, lavanda, geranio, e agitare energicamente. Si consiglia di conservare a temperatura ambiente per 3-4 mesi. Prima dell’uso è necessario agitare il flacone, poi si utilizza come un normale shampoo, sciacquando abbondantemente. Una raccomandazione, poiché la Curcuma potrebbe macchiare, è quella di utilizzare dei guanti, anche durante l’applicazione dello shampoo, e fare attenzione perché la cute potrebbe macchiarsi e i capelli potrebbero assumere temporaneamente delle sfumature giallastre.

CREMA IDRATANTE E ANTIRUGHE CON LA CURCUMA

La Curcuma può avere un’azione antirughe e allo stesso tempo può proteggere dalle radiazioni solari: risulta così un ingrediente ideale per una crema naturale da utilizzare soprattutto nel periodo estivo. Il colore giallo intenso della crema la rende più adatta alle persone con carnagione olivastra o alle pelli leggermente abbronzate. Per questa crema vi servirà mettere 1 pezzetto di cera d’api – grande quanto una grossa nocciola – in un pentolino da porre a bagnomaria. Quando la cera si sarà dissolta completamente dovrete aggiungere 3 cucchiai di oleolito di Curcuma: attendete che il tutto sia ben amalgamato e togliete dal bagnomaria. Successivamente aspettate che raffreddi continuando a mescolare. Quando la miscela si intiepidisce e comincia ad addensarsi unitevi 1 cucchiaio di acqua distillata di fiori, versando goccia a goccia e mescolando rapidamente. Infine, aggiungete 15 gocce di olio essenziale di geranio sempre mescolando con attenzione. La crema va conservata in un vasetto con chiusura ermetica, per 2 mesi a temperatura ambiente, fino a 4-5 in frigorifero. Per l’applicazione si consiglia di bagnare il viso con acqua di fiori e applicare una piccola dose di crema da distribuire rapidamente su tutto il viso massaggiando fino a completo assorbimento, rimuovendo con una salvietta pulita eventuale crema in eccesso.

MASCHERA CON LA CURCUMA
Se cercate una maschera idratante e antirughe, adatta a pelli secche, potrete realizzarne una con pochi ingredienti: mettete il tuorlo di un uovo e 1 cucchiaino di succo di limone in una scodella e mescolate; aggiungete 2 cucchiai di oleolito di Curcuma  versandolo goccia a goccia, continuando a mescolare sempre nello stesso senso fino a quando l’olio non sarà completamente assorbito. La maschera andrebbe applicata 1 o 2 volte la settimana per circa 20 minuti.

Le ricette sono tratte da “Cosmesi naturale pratica” di Francesca Marotta
stampalternativa.it