Crostata: come fare una pasta frolla perfetta
Crostata dolce o salata? Ecco tutti i segreti per fare una pasta frolla perfetta e deliziare i vostri ospiti con un piatto gustoso e saporito.

La crostata rappresenta una delle preparazioni più apprezzate della nostra cucina. Dalle classiche crostate con confetture fatte in casa a quella al cioccolato fino ad arrivare alle crostate dei grandi maestri pasticcieri italiani che ogni volta ci regalano delle emozioni dolci a dir poco indescrivibili. La crostata oggi è arrivata ad essere una ricetta molto versatile per la possibilità di prepararla sia in versione dolce che in quella salata. Per preparare una crostata a dir poco perfetta è necessario seguire una serie di trucchi e segreti da tenere in mente ogniqualvolta vi cimentate nella realizzazione della pasta frolla.

torta_di_mele
Ricetta, Torta di mele e yogurt senza uova

SEGRETI PER UNA CROSTATA PERFETTA
Quali sono quindi tutti questi segreti e accorgimenti da seguire per preparare una crostata perfetta? Prima di tutto dovete utilizzare degli ingredienti di qualità che renderanno più gustoso il vostro dolce. Utilizzare il burro freddo di frigo che non si deve sciogliere né ammorbidire. Amalgamarlo con gli altri ingredienti direttamente freddo e tagliato a pezzetti piccoli cosicché l’operazione risulta più facile. Sappiate inoltre che la quantità di burro deve essere proporzionata alla quantità di farina 1:2. La farina deve essere quella con un contenuto basso di glutine. Si predilige la farina 0 e che sia specifica per dolci nel caso in cui state preparando una crostata dolce. Inoltre qualora vorreste preparare una frolla al cacao, sappiate che dovete sostituire fino al 20% della farina con il cacao. Le uova che utilizzate per la pasta frolla dovranno essere a temperatura ambiente. Se la ricetta prevede l’utilizzo dei soli tuorli, l’impasto sarà molto più friabile. L’impasto di pasta frolla deve essere lavorata poco e quindi velocemente. Il calore delle mani può compromettere la consistenza del burro sciogliendolo con più rapidità. Per questo motivo è necessario far riposare l’impasto in frigo prima di stenderlo. La pasta frolla deve cuocere solo il tempo necessario senza necessità di prolungarlo. Inoltre, appena uscite dal forno, l’impasto delle crostate è molto friabile; proprio per questo prima di toglierle dalla teglia vi consiglio di farle raffreddare.

SCOPRI ANCHE QUESTA RICETTA VEGANA!

MELE SPEZIATE
Mele speziate con amido di mais senza uova, né latte

RICETTA DELLA CROSTATA DI MARMELLATA

Per la Pasta Frolla:

300 g di farina

100 g di zucchero semolato

2 tuorli

150 g di burro freddo

1 busta di lievito vanigliato per dolci

Un pizzico di sale

Per la farcitura:

500 g di marmellata a piacere

SCOPRI QUESTA RICETTA SENZA GLUTINE

  dolce al cioccolato
Brownie senza glutine, un dolce al cioccolato

Come fare la crostata di marmellata
Setacciate la farina e mescolatela con lo zucchero e un pizzico di sale. Mettete tutto su una spianatoia e aggiungete alla farina il burro freddo tagliato a pezzettini. Cominciate a lavorare con la punta delle dita amalgamando bene il burro alla farina. Otterrete un impasto bricioloso. A questo punto aggiungere i tuorli e il lievito. Lavorare bene fino a far diventare il composto una palla tonda, compatta ed omogenea. Avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciar riposare in frigo per almeno 15/30 minuti. Trascorso il tempo necessario, stendere la pasta frolla su un ripiano liscio. Mettete l’impasto senza farlo rompere all’interno di uno stampo imburrato, se preferite, ricoperto di carta da forno. Stendete la marmellata del gusto a piacere. Con della frolla lasciata a parte, formate delle striscioline da adagiare sopra la crostata creando una griglia incrociata. Sigillare bene il tutto e togliere la frolla che avanza. Infornare la crostata di marmellata in un forno preriscaldato a 180° per 35/40 minuti. Prima di togliere la crostata dallo stampo, lasciate intiepidire.

ALCUNI CONSIGLI SU COTTURA E CONSERVAZIONE DELLA PASTA FROLLA

Per la cottura della pasta frolla avete ben due possibilità. La prima è quella indicata anche nella ricetta e sarebbe quella di cuocere la crostata direttamente con il ripieno. La seconda possibilità è quella che viene chiamata “cottura in bianco”, vale a dire cuocere solo la pasta frolla da riempire successivamente con creme o altro. In questo caso bisogna seguire questi accorgimenti:
1) Stendere la pasta frolla nello stampo;
2) Bucherellatela con una forchetta;
3) Mettere sul fondo un foglio di carta forno o carta argentata e adagiare per tutta la superficie dei legumi secchi come ad esempio fagioli o ceci (che possono essere riutilizzati più volte per lo stesso scopo).
Per quanto riguarda la conservazione la pasta frolla può essere congelata fino a tre mesi per utilizzarla successivamente. È necessario però congelare il panetto di impasto crudo avvolto da carta argentata e in un sacchetto di plastica per alimenti.

LEGGI ANCHE

Pane di zucca (pumpkin bread) senza latte né burro (ricetta americana)

Torta di crema e pere biologiche

Le dolci ricette con rose, per una cucina naturale

Tiramisù al limoncello senza uova

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + quattro =