Cromoterapia in gravidanza: vince il verde!
 Avete mai pensato alla cromoterapia in gravidanza per rilassare i vostri sensi e curare i vostri malesseri? Ecco il colore di cui dovete circondarvi: il verde.

La cromoterapia in gravidanza è conosciuta oggi anche come terapia del colore. Una pratica utilizzata nella medicina per lo più orientale e che ha origini molto antiche. Infatti già tra il popolo egizio e quello greco si utilizzava la cromoterapia, e quindi le proprietà che i vari colori scatenavano sulla mente, per curare i disturbi e riequilibrare lo stato psicofisico del paziente. Infatti ogni colore appartenente allo “spettro dei colori” emette delle vibrazioni che essendo piene di significati emotivi, riequilibra in modo naturale il nostro stato psicologico. Ad ogni colore è associato un significato per lo più universale e secondo i principi di questa tecnica, ogni colore stimola la mente e dà origine a differenti stati d’animo.

La cromoterapia è considerata come una terapia olistica e non invasiva. Agisce in modo dolce sul disturbo presente e non è capace di creare dipendenza. Non cura direttamente il dolore ma agisce sull’energia vitale presente in ognuno di noi.

CROMOTERAPIA E GRAVIDANZA

La cromoterapia può essere un ottimo rimedio per ripristinare il proprio livello di benessere durante la gravidanza. Infatti questo periodo di nove mesi per la maggior parte delle donne è caratterizzato da numerosi momenti di malessere fisico e mentale accompagnati da stress e ansia. Sia per i cambiamenti ormonali, sia per il fatto di diventare mamma, sia per i consigli che arrivano puntuali da numerose persone che ci sono accanto, il nostro umore subisce molte flessioni e cambiamenti. Il metodo migliore quindi per stabilizzare il proprio stato d’animo è dedicare del tempo a se stesse e mettendo in pratica i principi della terapia del colore. Ma in che modo?

SPUNTI PER LA CROMOTERAPIA

Ecco degli spunti per come inserire i colori nella propria vita e ricevere sempre degli stimoli positivi rilasciati dalla sola vista delle varie tonalità cromatiche del colore scelto e per  combattere il malessere durante la gravidanza e non solo. Vestirsi con un abbigliamento che richiami il colore scelto; arredare il proprio appartamento con i mobili e i complementi di arredo del giusto colore se non che arrivare anche a dipingere le pareti della propria camera; aggiungere quel tocco di colore ai bagni caldi con essenze colorate all’interno della vasca piena di acqua per rilassarvi; mangiare alimenti che richiamano il colore e che in questo modo, grazie ai vari accostamenti cromatici, sia anche bello da vedere e non solo da mangiare.

I COLORI DELLA CROMOTERAPIA

Per capire quali colori scegliere tra lo “spettro dei colori” bisogna conoscerne le loro potenzialità.

VERDE

Questo colore è quello prediletto durante il periodo della gravidanza. Infatti è ritenuto un colore che in natura rappresenta la crescita e la fertilità non a caso è quello che predomina negli ambienti naturali. Gli sono riconosciute delle potenzialità rilassanti e calmanti. Infatti è consigliato anche per chi non in gravidanza cerca un rimedio per il mal di testa o nevralgie.

ARANCIONE

Trattandosi di un colore caldo rinvia positività e buon umore alla mente invogliando la stimolazione del pensiero positivo e all’ottimismo. Stimola l’attività della tiroide e il battito cardiaco.

ROSSO

E’ un colore molto forte che rilascia numerose energie alla nostra mente aumentando anche la concentrazione. I suoi risultati sull’organismo sono aumento della circolazione e della pressione arteriosa, aumento della respirazione, stimola il sistema nervoso, il fegato e i nervi. Ha un effetto decongestionante.

BLU

E’ utilizzato per il fatto di essere un colore che sprigiona calma, pace e serenità seppur si tratti di un colore freddo. Viene utilizzato per stimolare il sistema nervoso parasimpatico, per diminuire la pressione arteriosa e la respirazione. Inoltre una cromoterapia a base del colore blu permette di distendere i nervi e l’agitazione sia fisica che a livello mentale.

GIALLO

E’ il colore che stimola molto i riflessi e proprio per questo è associato alla parte sinistra del nostro cervello facendo aumentare anche la concentrazione. A livello fisico aiuta il processo digestivo e combatte il gonfiore addominale eliminando le tossine presenti nel fegato e nell’intestino.

VIOLETTO

Si tratta di un colore freddo che stimola la fantasia. A livello fisico aiuta a combattere in modo efficace nevralgie e stimola lo sviluppo dei globuli bianchi.

INDACO

Una cromoterapia a base del colore indaco ha la capacità di creare energie positive per tre organi molto importanti: naso, orecchie e occhi. Agisce come tonico per i muscoli e come depuratore del sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =