Le ricette a base di coriandolo

Fra i rimedi naturali che la natura ci offre citiamo il coriandolo. Noto anche come prezzemolo cinese, esso ha origini orientali e fa parte della famiglia delle Apiaceae (Umbelliferae). In epoca antica, la credenza popolare, suggeriva di mettere sei semi di coriandolo nel cuscino, per prevenire dolori alla testa ed influenza, pare che fosse un’usanza conosciuta anche nell’antica Roma.

SCONTO DEL 10% SU TUTTI I PRODOTTI ECO BIO

PER CHI SI ISCRIVE ALLA NEWSLETTER

newsletter stile naturale

SCOPRI TUTTE LE OFFERTE DELLA SETTIMANA!

PROPRIETÀ E BENEFICI DEL CORIANDOLO
Questa pianta aromatizzante è nota per i benefici che apporta all’organismo e dunque per le sue proprietà (carminative, fungicida, digestive, antispasmodiche, antisettiche e battericide). Del coriandolo, si adoperano i semi che contengono i principi attivi (linalolo, alfa-pinene, limonene, gamma-terpinene, p-cimene, alcoli, terpeni, canfora, vitamina C, steroli, flavonoidi, acido clorogenico ed acido caffeico).
IN CASO DI DISTURBI GASTROINTESTINALI
Meteorismo, spasmi gatroenterici, gastrite possono essere risolti grazie al coriandolo. Gli alcoli e i terpeni, in particolare, sono responsabili dell’attività antispastica che agisce sulla muscolatura liscia dell’apparato digerente, calmando così gli spasmi dolorosi. Per informazioni su come assumerlo sentite il medico di fiducia o l’erborista.
PER LA DEPURAZIONE DELL’ORGANISMO
Tra i benefici più noti del coriandolo c’è la depurazione, questa pianta difatti riesce ad eliminare dal corpo i residui metallici, soprattutto il mercurio.
DISTURBI DELLA PELLE
Se volete sbarazzarvi di un fastidioso prurito sulla pelle utilizzate questa erba aromatica. Utile anche su eruzioni cutanee e infiammazioni causate da eritemi.
CONTRO I DISTURBI DELLA BOCCA

Eliminate afte e ulcere della bocca con il coriandolo. Inoltre elimina l’alito cattivo.

CONTROINDICAZIONI DEL CORIANDOLO
Per l’assunzione dei metodi naturali, ricordiamo che occorre sempre il consulto di un medico e dell’erborista. Se assunto in dosi eccessive, il coriandolo può provocare depressione, nervosismo ed ebbrezza. Assolutamente sconsigliato in gravidanza, non somministrare ai bambini e non assumere con i farmaci neurostimolanti.
CORIANDOLO IN ERBORISTERIA
Fra i rimedi con il coriandolo più diffusi troviamo le tisane, i decotti, i preparati in polvere, la tintura madre, il lassi, ma anche l’olio essenziale. Ricordiamo che il coriandolo fresco può essere adoperato in cucina, per aromatizzare e dare gusto alle pietanze, sfruttandone così appieno le proprietà. Il lassi è una bevanda di origine indiana, molto conosciuta nella medicina ayurvedica poiché rinforza il sistema immunitario e favorisce la digestione.
RICETTE DI BENESSERE, TISANA CORIANDOLO
Per preparare una tisana al coriandolo occorrono:
160 ml di acqua bollente
5 gr di coriandolo macinato
Procedimento
Si porta a bollore l’acqua, quindi vi si versa il macinato di coriandolo e si lascia riposare qualche minuto, si filtra e si beve.
RICETTE DI BENESSERE, LASSI AL CORIANDOLO
Ingredienti
un vasetto di yogurt bianco
la polpa di mezzo mango
mezzo bicchiere d’acqua
2 pizzicchi di coriandolo macinato o 2 semi
1 pizzico di sale
1 pizzico di curry
Procedimento
Frullare la polpa del mango con lo yogurt, l’acqua ed il coriandolo. Aggiungere il sale ed il curry e mescolare per bene prima di bere. Preferibilmente assumerlo a stomaco vuoto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + quattordici =