Corbezzolo : proprietà, coltivazione e le ricette
Ecco a voi il corbezzolo che con i suoi colori verde, bianco e rosso ricorda molto la bandiera del Bel Paese. Scopriamo le sue proprietà terapeutiche e le migliori ricette a base di corbezzolo.

Il corbezzolo è una pianta sempre verde tipica della macchia mediterranea che arriva al suo massimo splendore nei mesi autunnali. Il verde delle foglie fa da sfondo al colore bianco dei suoi fiori adornati dai frutti rossi dalla forma a grappolo.

CORBEZZOLO PROPRIETA’

La pianta di corbezzolo è conosciuta molto per le sue proprietà officinali contenute per lo più all’interno delle foglie. Le foglie contengono arbutina, tannini, oli essenziali, derivati fenolici e resine aromatiche. Tutte sostanze che conferiscono loro un potere diuretico, disinfettante, astringente, antispasmodico e antidiarrea. In particolare con le foglie di corbezzolo essiccate si può preparare un decotto o un infuso che aiuta in caso di infiammazioni urinarie, ai reni o in caso di problemi lievi al fegato.

Le migliori 13 piante diuretiche e depurative (le guide)
Le piante diuretiche sono i gioielli che la natura ci mette a disposizione. Dal mondo delle erbe alla frutta, verdura e bevande. Scopriamoli.

IL MIELE

Il miele di corbezzolo è un prodotto alimentare molto prelibato tipico delle regioni Toscana e Sardegna che si ricava dai fiori della pianta di corbezzolo. Si tratta di una particolarità gastronomica molto rara in quanto non solo ha un sapore più amaro del solito, ma è anche molto raro da trovare. Questo accade in quanto la pianta di corbezzolo raggiunge la sua massima fioritura nei mesi di ottobre e novembre, mesi in cui le api trovano maggiori difficoltà ad andare ad impollinare i fiori a causa delle condizioni climatiche spesso avverse in questa stagione. Il miele di corbezzolo è un’amara rarità da trovare anche sugli scaffali dei negozi più forniti ma presenta delle proprietà curative molto apprezzate: è antisettico, astringente, antinfiammatorio, diuretico.

Miele: tutti i tipi e le proprietà per bellezza e salute
Il miele è un ottimo alleato non soltanto per il benessere ma anche per la bellezza, scopriamo insieme le proprietà, i tipi di miele e gli usi più efficaci. Inoltre per la bellezza: ecco come realizzare maschere per il viso e i capelli.

MARMELLATA DI CORBEZZOLO

Oltre al miele, il miglior modo per assaporarne i frutti è realizzare una buona marmellata con i suoi frutti belli maturi. Vi occorrono zucchero, mele e naturalmente dei frutti. La dose da riprodurre è per ogni 800 g di zucchero, un chilo di frutta. Quindi mettete in una pentola capiente un chilo di corbezzole e due bicchieri di acqua che corrispondono circa a 250 ml. Mettete sul fuoco e fate bollire per alcuno un paio di minuti fino a quando i frutti non sono totalmente disfatti. Passate il composto in un colino a maglie strette. Nel frattempo rendete in polpa due mele che aggiungerete alla polpa di corbezzoli. Rimettete sul fuoco e aggiungete lo zucchero. Mescolate e fate cuocere fino al bollore. Trascorsi almeno dieci minuti, cominciate a fare la prova del piattino per verificare la giusta consistenza della marmellata. Una volta pronta, spegnete il fuoco e invasate la marmellata in vasetti di vetro sterilizzati. Lasciar raffreddare prima di tappare.

Fichi d’india: dal cactus marmellata e sciroppo
I fichi d’india sono fanno parte delle Cactaceae, di cui si conoscono i deliziosi frutti. Con un po’ di pazienza si possono ottenere marmellate e sciroppi

CORBEZZOLO IN VASO

E’ una pianta che si presta ad essere coltivata in vaso da mettere poi esposta fuori al proprio balcone di casa. I suoi fiori non faranno solo da ornamento ma attireranno anche farfalle e api così come i suoi frutti saranno cibo per gli uccelli. Per farlo crescere in vaso in modo ottimale, è necessario seguire alcuni accorgimenti:

  • È necessario riporlo in un vaso che sia profondo almeno 40 cm
  • Procurarsi un terreno con pH acido che sia il terriccio per agrumi o quello per le azalee, l’importante è che crei le migliori condizioni per le radici della pianta
  • Garantire un buon drenaggio del terreno con il fondo del vaso cosparso di argilla espansa e una buona concimazione a base di potassio e azoto che dovrà essere aggiunta all’acqua
  • Innaffiare la pianta di frequente arrivando in estate anche ogni tre o quattro giorni

Come coltivare l’orto sul balcone
L’orto è tornato: non si sa se per moda o per esigenza (o forse entrambe), ma le iniziative condivise e personali coltivare l’orto sul balcone stanno spopolando

COLTIVAZIONE

La coltivazione di questa pianta è ideale in un luogo caratterizzato dal clima mediterraneo essendo questo una pianta tipica della macchia mediterranea. Esige un luogo dove regna la luce del sole ed è molto resistente alla siccità. I suoi frutti di colore giallo e rosso possono essere coltivati anche nel proprio giardino di casa tanto da formare dei veri e propri cespugli.

POTREBBERO INTERESSARTI

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 4 =