Come fare la colla in casa con farina e amido
Le colle tradizionali spesso sono molti inquinanti e pericolose per l’ambiente e i nostri bambini: qui una guida facile alla produzione di colle ecologiche e naturali

Avete mai pensato alla quantità di prodotti chimici che vengono maneggiati quotidianamente dai nostri bambini? In cima a questa lista troviamo la colla all’apparenza adatta ai più piccoli, ma che in realtà nasconde una serie infinita di elementi tossici.

NEWSLETTER 1
Sono solo alcune le colle effettivamente di buona qualità, purtroppo se ne contano diverse che contengono sostanze come la formaldeide, il caprolattame, il dimetilamminoetanolo e il 2-ethyil-1-hexanol. A questi composti viene attribuita una potenziale cancerogena che a lungo andare può creare dei problemi alla nostra salute.
Quindi sarebbe necessario smettere di utilizzare queste sostanze, procurando ai vostri bambini delle colle naturali così da poter giocare in piena sicurezza.
Per questo abbiamo scovato per voi alcune ricette per creare delle colle ecologiche in modo semplice e divertente.

LEGGI ANCHE: LE PIANTE CHE ELIMINANO LA FORMALDEIDE DA CASA

formaldeide.jpg
LE PIANTE CHE ELIMINANO DA CASA LA FORMALDEIDE

COLLA DI FARINA
Uno degli ingredienti più usati per dare vita ad una colla naturale è sicuramente la farina. Ottima sostituta di quella vinilica, la colla di farina è conosciuta nella produzione di cartapesta.
In un attimo realizzerete questo prodotto di sicura efficacia senza creare problemi all’ambiente ed ai polmoni dei vostri bambini, i quali potranno dare sfogo alla loro fantasia senza alcun rischio.
Iniziate facendo bollire in un pentolino capiente un litro e mezzo d’acqua, a parte all’interno di una ciotola provvedete a far stemperare la farina con un po’ d’acqua fredda. Aggiungete lentamente la farina nella pentola con l’acqua in ebollizione badando alla formazione di grumi e mescolate sin quando non vedrete la formazione di un composto abbastanza fluido.
Questo genere di colla è adatta ad un uso istantaneo, in caso vogliate conservarla la sua durata è di circa 1-2 giorni. Se aggiungerete al composto ancora caldo del sale o della trementina riuscirete a prolungare il tempo di conservazione.

LEGGI ANCHE: COME RICICLARE I COLLANT

riciclo creativo
RICICLO CREATIVO, COME RIUTILIZZARE I COLLANT

Colla di farina: guarda il video

COLLA DI RISO
Un ottimo sostituto della colla sintetica può essere anche il riso da cui è davvero semplice ricavare un prodotto sicuro ed ecologico. Basta mettere un paio di cucchiai di farina di riso in un pentolino aggiungendo acqua a poco a poco, la quantità di acqua dovrà essere tre volte la quantità di farina di riso, e mescolate in maniera da evitare la formazione di grumi.
A seguire posizionate il pentolino con il composto sul fuoco portando il tutto ad ebollizione e rimestate per bene per circa dieci minuti sino ad ottenere una pappetta bella densa.
La colla di farina di riso si conserva al massimo per 2- 3 giorni in frigorifero in un  vasetto sigillato. Una variante prevede l’aggiunta di un goccino di antibatterico (ad esempio un colluttorio) per aiutare a prevenire che la colla di riso vada a male in tempi molto brevi.
Se siete sprovvisti di farina di riso in casa, non preoccupatevi potrete usare direttamente il riso per realizzare la vostra colla naturale. E’ sufficiente mettere a cuocere il riso stando attenti ai tempi di cottura, per evitare che si spappoli nell’acqua.
Fate scolare l’acqua di cottura , lasciando il riso nel colino. Recuperate invece completamente l’acqua di cottura, perchè rappresenta la parte ricca di amido versandola in un pentolino e facendola bollire. Quando vedrete il composto addensare spegnete il fuoco ed attendete qualche minuto. Ricordate, ricavare la colla direttamente dal riso vi permetterà di avere un’adesione leggermente inferiore a quella che si fa con la farina.

LEGGI ANCHE: IDEE PER CREARE GIOCHI PER BAMBINI CON IL RICICLO

GIOCHI PER BAMBINI
GIOCHI PER BAMBINI CON IL FAI DA TE


COLLA DI AMIDO

Se avete bisogno di una colla naturale duratura per i vostri lavoretti di decoupage o per far lavorare i più piccoli con la cartapesta questa ricetta fa al caso vostro. Provvedete a sciogliere 10 grammi di amido (di mais, frumento o patata) in 100 ml di acqua distillata (o minerale naturale) calda, aggregate 10 g di glicerina vegetale, mescolate e lasciate raffreddare.
Una volta che il composto diventa freddo, aggiungete ancora altri 10 g di glicerina, ma stavolta mescolata precedentemente con 5 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano, mischiate bene e mettete il composto in un barattolo con coperchio per una buona conservazione nel tempo.

Colla di amido: guarda il video


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COLLA DI LATTE
Anche il latte scaduto rientra nella lista degli ingredienti per la composizione di colla naturale. Basterà scaldare 250 ml di latte a temperatura moderata aggiungendo prima dell’ebollizione un cucchiaio di aceto, mescolate il tutto per 5-10 minuti
colate il preparato e rimettete la parte solida nella pentola.
Rimescolate questa volta aggiungendo 1/2 bicchiere d’acqua e un cucchiaio di bicarbonato di sodio, fate nuovamente bollire e poi filtrate il composto; la parte liquida sarà la vostra colla perfetta per ogni tipo di bricolage.

LEGGI ANCHE: GLI UTILIZZI ALTERNATIVI DELL’AMIDO DI MAIS

AMIDO DI MAIS
DALLO SHAMPOO ALLE POMATE: QUANTE COSE PUOI FARE CON L’AMIDO DI MAIS

COLLA A BASE DI ALBUME D’UOVO
Per incollare senza usare sostanze tossiche usate l’albume sbattuto, una volta secco,  riuscirete ad ottenere una buona presa sulla carta dove avete spennellato questo prodotto naturale … perchè non provarlo!!!

LEGGI ANCHE: COME RICICLARE ALBUME O IL TUORLO

UOVA
UOVA, TUORLO E ALBUME: 8 MODI PER RICICLARLI QUANDO SCADONO

COLLA A BASE DI AGLIO
Sembra strano come un ingrediente come l’aglio possa diventare anche un’efficace colla naturale. Se avete urgenza di attaccare della carta, sfregando le due parti con un spicchio d’aglio appena tagliato ed unendole facendo pressione, la carta non si staccherà più tanto facilmente.

LEGGI ANCHE

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × tre =