Bioedilizia guida alla casa naturale

Casa ecologica, costruita in bioedilizia, casa prefabbricata, case di legno: chi non ne vorrebbe una?
A maggior ragione, poiché mangiare, dormire, lavorare, insomma vivere in una casa sana e ben costruita dovrebbe essere la normalità.
Purtroppo spesso non è così: come avevamo scritto qui, le nostre abitazioni sono un ricettacolo di polveri, scariche elettromagnetiche, accumuli di tensioni elettriche, acari, composti organici volatili, materiali edili di dubbia qualità.
Ci sono alcune patologie croniche legate a un ambiente malsano dove vivere: stanchezza cronica, insonnia, mal di testa, stati ansioso-depressivi, disturbi della sfera sessuale.
Certamente se la casa già si è acquistata è bene osservare questi piccoli accorgimenti, ma se siete in procinto di comprare l’abitazione o ristrutturarne una, allora ci sono dei suggerimenti che vogliamo darvi.

LA BIOEDILIZIA

Detta anche architettura ecologica, la bioedilizia realizza abitazioni sane e rispettose dell’ambiente.
La bioedilizia pone l’accento sulla scelta di materiali di qualità, l’arredamento, la manutenzione della casa stessa, viene ridotto o escluso l’uso di vernici, plastica e metalli, privilegiando legno e fibre naturali quali paglia, canapa, calce, viene privilegiata la progettazione di ambienti molto luminosi e ricchi di verde sia dentro che fuori casa.
Terra Nuova mette a disposizione una mappa dove potrai cercare gli specialisti in bioedilizia più vicini a te: leggi qui

GEOPATOLOGIA E NODI DI HARTMANN
Rivolgendosi a un architetto o geometra che lavora secondo i metodi della bioedilizia, tra i servizi a vostra disposizione, potrebbe esservi il controllo geopatologico e quello sui nodi di Hartmann.
La geopatologia studia gli effetti negativi provocati dai campi elettromagnetici sulla salute dell’uomo: si occupa anche di ricercare i fattori ambientali che potrebbero causare malessere nell’uomo, perturbando il campo magnetico naturale, come corsi d’acqua sotterranei, faglie geologiche, giacimenti minerari.
I nodi di Hartmann, invece, sono furono scoperti dal medico Ernest Hartmann che individuò un reticolo di onde elettromagnetiche che formano una maglia di 2-2,5 metri avvolgendo la terra.
Gli incroci di questo reticolo, i nodi appunto, sono geopatogeni, perturbano cioè il campo elettromagnetico con effetti negativi sulla salute umana, ma anche sulla stabilità dell’abitazione stessa.

ESPOSIZIONE AI CAMPI ELETTTROMAGNETICI
Come abbiamo visto, i campi elettromagnetici sono molto negativi per la nostra salute.
Quando si acquista una casa, quindi, vi consigliamo di verificare:
•    che nei pressi non vi siano linee ad alta tensione, tralicci, centrali elettriche, impianti di radiodiffusione;
•    è possibile richiedere la misurazione dell’intensità dei campi elettromagnetici all’Agenzia Regionale per la Prevenzione Ambientale (ARPA).

ISOLAMENTO TERMICO DELLA CASA
Nel momento in cui deciderete di ristrutturare una casa o farla ex novo, preoccupatevi del suo isolamento, evitando gli isolamenti sintetici (poliuretano o polistirolo espanso, lana di vetro o roccia), favorendo canapa, paglia, perlite espansa, lana di cellulosa, sughero che pare essere il migliore.

METALLI
il metallo accumula le tensioni elettromagnetiche della nostra abitazione: oltre a non dormire su materassi a molle e a contornarsi di oggetti metallici in genere in casa propria, prima di acquistare una casa informative com’è fatta. In particolare si sconsiglia di abitare lungamente in case di cemento armato con struttura di metallo.

BARRIERE VERDI ANTI RUMORE
Scegliere una buona coibentazione e isolamento è importante anche contro il rumore: in aggiunta ai rivestimenti naturali scelti, dotatevi di una barriera verde, sia su balcone che in gardino.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 17 =