Biodiversità in Sicilia: bando pubblico per lo sviluppo rurale e per la salvaguardia delle specie a rischio

Tredici milioni di euro per sostenere la biodiversità in Sicilia. Il Dipartimento interventi strutturali in agricoltura della Sicilia ha emanato un bando pubblico che finanzia attraverso i fondi pubblici del programma per lo sviluppo rurale, progetti per il recupero, la conservazione e la diffusione di specie e varietà di piante coltivate in Sicilia e a rischio di estinzione.
Preservare il ricco patrimonio di specie agrarie di cui la terra siciliana dispone attraverso la costituzione di centri di raccolta del germoplasma, di piantagioni per la realizzazione sia di “campi collezione” sia di produzione di piante madri di specie autoctone rare o soggette a minaccia di scomparsa. La preservazione delle risorse genetiche regionali ha come obiettivo finale la diffusione sul territorio delle essenze vegetali a rischio di erosione. Una volta superata questa prima fase di conservazione e riproduzione, si passerà a reintrodurre tali varietà protette nelle aziende agricole della regione. Il tutto dovrà essere accompagnato da iniziative di informazione e consulenza. I risultati dell’operazione dovranno poi essere resi pubblicamente consultabili attraverso realizzazione di banche dati.
L’impegno al recupero e alla salvaguardia della variabilità delle specie agricole nasce dalla consapevolezza che la biodiversità siciliana e’ un bene pubblico costituito dall’eredita’ di un prezioso patrimonio genetico le cui proprietà salutiste sono molto ricercate dalle attuali tendenze affermatesi nella società e nel mercato. L’incentivazione di produzioni di eccellenza serve sia a proteggere la tradizione culturale ed alimentare della Sicilia sia a creare nuovi spazi economici e di mercato da affiancare ad un comparto agricolo fortemente sorretto da logiche di globalizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 1 =